Incidente - Scopera di un cognato e una sorella...particolari (Parte 2)

di
genere
voyeur


Andai a coricarmi e pensavo ancora all’accaduto. Ero eccitato e curioso. Mi svegliai al mattino mi alzai e trovai mio cognato in doccia e Paola in cucina, con la vestaglia. La vedevo con altri occhi, sono sincero. Pensando che tutta la notte si è fatta scopare dal marito e soprattutto cio’ che si dicevano..

Paola:”Buongiorno!!”

Io:”Buongiornoo Paola..”

Paola”:Di buon umore?”

Io:”Si..tranquillo..anche se non sono neanche 20 giorni e sembra un’eternità..”

Paola:”Lo so devi avere pazienza, tuo cognato starebbe al tuo posto pur di non venire stasera al compleanno..”

Io:”Ah già…”

Paola”:Vuoi venire anche tu??”

Io:”Non mi va molto..”

Paola:”Che fai da solo qui?”

Io:”Mi guardo un film, qualcosa…”

Paola”:Come vuoi..”

Nel frattempo usci’ mio cognato in accappatoio per farsi un caffè..

Lino:”Buongiorno cognatino..”

Io:”Buongiorno a te…”

Notai che si avvicinò a Paola e si baciarono con non poca passione..

Io:”Ooh ooh..buongiorno zuccheroso..” pensai dopo la discussione di stamattina..

Lino:”EEh si..si sente la mancanza durante la settimana..vero??”

Paola:”Si ma la domenica già voglio rispedirti..

Paola:”Nico la doccia la facciamo stasera prima di andare via?”

Io.”Si va bene..”

Mangiammo a pranzo e il pomeriggio ci rilassammo loro nella loro stanza (porte aperte) e ci mancherebbe, dopo una notte del genere…mentre io nella mia stanza. Pensavo e pensavo ancora a tutta la notte, alle “botte” i colpi di schiena che sentivo mentre scopavano, al fatto che mio cognato si eccitasse. Quasi verso il tardo pomeriggio ero appena sveglio e sentivo loro che si preparavano per scendere. Dopo quasi mezz’ora Paola entra in camera e accendere la luce.

Paola:”Svegliamociii daiii” aprendo anche gli infissi

Cosa si presentava davanti ai miei occhi?Lei con maglietta nera e jeans aderenti, che si vedevano le forme del culo. Quello che mi colpiva era la maglia, molto scollata..
Paola:”Dai alzati Nico facciamo la doccia perché stasera posso tornare tardi”

Io:”Ok..”

Mi avviai in bagno e in quel momento usci’ Lino..


Lino”Doccetta time??”

Io:”Eh si…”

Entrammo in bagno e Paola chiuse la porta. Andava abbastanza di fretta perché dovevano uscire, quello che mi eccitava era quel rossetto rosso e quella scollatura. Mi tolse i pantaloni e iniziai a lavarmi sotto la doccia. Non so cosa mi prese ma vedevo lei che mi sciacquava con la spugna e la immaginavo presa da Lino nella notte. Sentira ansimare anche poco, dopo qualche minuto avverti’ che qualcosa nel mio basso ventre si stava svegliando. Lei anche se ne accorse ma fece finta di niente e continuò a sciacquarmi. Il tempo di staccarsi, lei mi diede le spalle e la vidi quasi a 90 mentre prendeva lo shampoo e da li’ che l’erezione raggiunse quasi il culmine. Paola mi guardò dal basso e si fermo..

Paola:”Oh………oh…….” Ironicamente

Io:”Perdonami..”

Paola:”Tranquillo eh..puo’ capitare..

Io:”Se ti dà fastidio asciugami presto e mi rivesto..”

Paola:”Tranquillo..è normale..è tanto tempo che..insomma hai capito..”

Io:”Si..”

Era imbarazzata. Si trovava davvero un cazzo in erezione e non per vantarmi ma sono
abbastanza dotato..

Paola:”eeh..Ehmm” tipo colpo di tosse..

Paola:”Eeh..ora dovrei asciugarti..”

Io:”Si…”

Prese l’accappatoio e lo mise sulle spalle senza braccia perché avevo il gesso ad
entrambe le braccia. Poi prese l’asciugamano ed inizio dal torace e passò per il pisello. Lo toccò pienamente, asciugandolo anche per tutta l’asta.
Aveva lo sguardo altrove ed era rossa in viso. Continuava ad asciugarmi ad un tratto

Lino bussa alla porta..

Lino:”Posso entrare..?

Io e Paola ci guardiamo..

Paola:”EEh…Lino aspetta dai..”

Lino:”Non dirmi che si vergogna di me il cognatino??” soprannome che da sempre mi ha attribuito..

Io volevo che entrasse. Volevo che ci vedesse..

Io:”Dai fallo entrare..”

Paola:”No..sei scemo?...”

Io:”E’ geloso??” ironicamente le dissi..

Paola”No, non è questo..”

Io:”Lino entra..!!”

Lui entrò subito ed apri’ la porta. Sgranò gli occhi alla vista del mio cazzo in erezione, anche Paola si gira poi di scatto quasi a coprirmi.

Io:”Lino prendi cortesemente i boxer che ho sul termosifone?”

Lino:”Si certo..”

Si avvicinava sempre piu’ per passarmeli quando me lo trovai alla destra di Paola e sgranò davvero gli occhi..

Lino:”Hai capito il fratellino??”

Io:”Dai scemo..”

Paola:”Ecco l’idiota…!!”

Lino:”Che verga..”

Paola:”Dai scemo esci e chiudi la porta!”

Adesso Paola era davvero in imbarazzo. Il marito aveva visto me in erezione. Prese i boxer e me li fece indossare, avevo ancora tutto in erezione e aveva anche difficoltà ad inserirlo..

Paola:”Ma porca miseria…devo toccarti li’ Nicò per metterlo..”

Io:”Vai sistema..non preoccuparti”

Prese velocemente con la mano tutto il mio pene e lo sistemò. Che tocco magnifico.Mi
pulsava ancora di piu’. Non potevo crederci. Andava sempre piu’ di fretta, imbarazzata. D’un tratto mi trovo già vestito e pronto con il pigiama,ma avevo il cazzo ancora duro..
Paola:”Non so che fare, scusami..” riferendosi all’erezione..

Io:”Si calmerà da sola, tranquilla..”

Paola:”Eeh..lo spero” sorridendo..

Anche io un po’ di imbarazzo ce l’avevo. Usci’ fuori e andò in cucina, scambiandosi uno sguardo al volo con Lino. Chissà in macchina cosa si dissero, scesero poco dopo e rimasi da solo a casa. Ero curioso di entrare nella loro stanza da letto per vedere di trovare qualcosa di interessante. Non riuscivo a frugare ma mi accorsi di una cosa, che mi lasciò spiazzato. Una scatola di cialis! Mio cognato per scopare Paola deve usare l’aiutino. Ero incredulo. Mai me lo sarei aspettato. Ed ero curioso di come passasse la notte e cosa si dicessero. Cosi’ passai la sera a guardare un film in tv e verso le 23.30 andai in camera. Decisi di attenderli sveglio ma facendo finta che dormissi spegnendo la luce. Rientrarono verso le 00:00 e qualche minuto e sentivo che parlavano del piu’ e del meno della serata..


Paola:”Già dorme Nicola??”

Lino”Si..eeeh non posso crederci ancora. Aveva quel cazzo in tiro davanti a te..”

Paola”:Eddai..lo stai ripetendo da quando siamo scesi, è capitato..”

Lino”:Sai che ho una certa voglia…”

Paola”:Non avevo dubbi…”


Lino:”Adesso prendo quello che devo prendere…attendimi in camera..”

Paola:”Shhhh e non farti sentire..”

Sentivo che si baciavano in camera da letto..

Lino:”Quanto avrei voluto che lo prendessi in bocca…”

Paola:”Sshhhhhh ma sei scemo???Lino abbassa sta voce…ma che porco…

Lino:”Mamma mia eri li’ per li’…a pochi passi dalla tua bocca…”

Paola:”Ti vuoi calmare???Vado in bagno va che è meglio..

Fece la doccia e dopo circa mezz’oretta, dopo la raggiunse anche Lino in bagno. Aveva
l’asciugacapelli in funzione e notai che Lino chiuse a chiave. A questo punto attesi qualche minuto e avevo troppa curiosità di sbirciare nella serratura. All’inizio nulla, vidi Paola con il pigiama che si asciugava i capelli e Lino che iniziava a spogliarsi.
Non so perché ma si rilevarono giorni di sorprese a volte anche di incredulità:spiando attraverso la serratura, mio cognato si spogliò totalmente e …shock!Era minidotato, ma davvero mini..!!Al massimo in erezione era di 8 Cm! Pensai…Paola lo ama davvero! (ironicamente pensai..).

Feci massima attenzione ad non farmi sentire ma avendo il Phon acceso, mio cognato entro’ in doccia che era proprio di fronte alla porta,quindi vedevo tutto. Dopo qualche minuto disse qualcosa a Paola, che inizialmente sembrava contraria, mi accorsi quindi che aveva raggiunto una sorta di erezione ma non era il massimo anzi. Paola continuava a parlare e a dirgli qualcosa e spense l’asciugacapelli.
Paola:”Hai chiuso la porta del bagno?? Controllo per sicurezza!”

Si avvicinava sempre di piu’ alla porta e avevo il cuore in gola:mi allontanai di botto sentendo anche dolore alle braccia. Si assicurò che fosse chiuso non so perché, ritornai alla serratura dopo qualche secondo di silenzio e..Paola che con i capelli ancora bagnati lo stava succhiando. Una scena bellissima,sublime. Avevo davanti a me un film porno. Mio cognato aveva le mani sul viso e bisbigliava qualcosa..

Lino:”Cosi’ dovevi fare oggi..”

Paola:”Shhh” con il segno dell’indice al naso..

Lino:”Cosii..cosiii…” mentre spingeva con la testa

A pensarci bene, è tre volte piu’ piccolo del mio, anche come spessore. Paola succhiava senza sosta..

Lino:”Entra…”

Paola:”No Lino ora ho finito di asciugarmi..”

Li sentivo borbottare ma pregavo affinchè entrasse in quella doccia. Continuava a succhiare, Paola era di spalle Lino pare che la convinse. Si spogliò e fu di una bellezza disarmante. Aveva un pelo, orco cane, da far paura ma curatisismo, evidentemente cosi’ piaceva a Lino. Entro’ in vasca e Lino non ci penso due volte. Lei si girò quasi a pecora e con una facilità Lino di colpo la penetrò.
Paola pero’ lo fermò e gli ha detto qualcosa ma non capii cosa..

Paola:” Accendiamo il Phon cosi’ non si sente…”

Al volo Paola cliccò sull’accensione del Phon e lo lasciò sul mobiletto. Ripresero a scopare velocemente ma si vedeva da lontano un miglio che il cazzo era piccolo e Paola non godeva poi tantissimo. Lui aveva difficoltà perché doveva andare in profondità per farglielo sentire. Ovviamente con il Phon acceso non si sentiva nulla, ma la scopata era bella calda,per dire Hard. Era un film porno eccezionale. Dopo qualche minuto ha estratto il cazzo dalla figa ma era incredibilmente piccolo, lui apri’ la porta doccia e si sedette sul water. Paola apri’ le gambe e se lo infilò tutto. Vedevo che lui le tirava i capelli, erano entrambi eccitati, ma mi accorsi che Paola per godere doveva toccarsi insieme alla penetrazione. Era bellissimo. Nonostante il phon sentivo il rumore della tazza del water. Proseguirono per dieci minuti fin quando non le venne dentro.
Avevo il cazzo in fiamme, vedevo che si attorcigliavano, lui le sussurrava qualcosa e lei diceva “si” con la testa, me ero curioso di sapere cosa le stesse dicendo. Rientrarono entrambi nella doccia dopo qualche minuto e si sciacquarono. Tornai in camera, avrei pagato oro per una sega, avevo le palle doloranti.
scritto il
2024-05-01
4 K
visite
8
voti
valutazione
5.4
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.