Il fallo del diavolo.

Scritto da , il 2022-11-22, genere prime esperienze

Mio marito? Un testa di cazzo vanitoso ed inconcludente. In compenso è capacissimo a vendere fumo. Ho preso per buone tutte le fandonie che mi sussurrava. Non perché lo dico io, anche a detta degli altri sono una figa da far girar la testa. Mi sono fatta accalappiare perché credevo che fosse benestante, invece un pezzente figlio di puttana.
Al colmo ci siamo arrivati quando mi ha fatto irretire da un suo compare, veramente benestante che mi ha scopata alla grande, ne rimasi soddisfattissima, poi venni a sapere che si era fatto pagare 500€ per una scopata, a livello di puttana. Un giorno in una accesa discussione provò a darmi uno schiaffo, non l'avesse mai fatto. Volontariamente ho dato una testata ad un pensile in cucina, facendomi più male del previsto, chiamai i carabinieri che lo portarono subito via. Presi la mia roba e tornai dai miei. Il giudice gli intimo di non avvicinarsi a meno di 500 metri da me altrimenti l'avrebbe fatto arrestare. Dimenticavo di dire che a letto era un dio, un cazzo micidiale, mi faceva avere orgasmi a ripetizione. Solo per quello lo rimpiango, lo detesto mille volte di più per l'accenno allo schiaffo. Ricordo una pubblicità "Al primo accenno di raffreddore Corifin C" Tradotto "Al primo cenno di violenza, carabinieri".

Questo racconto di è stato letto 2 5 0 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.