Stasera cinema?

Scritto da , il 2020-06-28, genere dominazione

...vorrei poter dire che la situazione è migliorata ma giorno dopo giorno perdo potere acquisendo quella consapevolezza che mi porta ad obbedire sempre più ....dopo l’episodio della cena ci siamo visti altre volte ed ormai ha imparato a gestire la mia ribellione ..io invece sembro non imparare mai la lezione , come quella volta al cinema....
era settembre e decidemmo che guardare un film sarebbe stata un’ottima idea per rilassarci dalle tensioni ....ma Andrea non sa stare buono ..ed io sciocca , avrei dovuto immaginare non avremmo visto il film....
Arrivammo con un po’ di anticipo, il pomeriggio discutemmo a causa della mia lingua lunga e dell’assoluta incapacità di rispettare le regole, mi aveva chiesto di portare il plug e di indossare le palline ma io in quel periodo ero distratta, dal lavoro, dalla casa, cose normali insomma e non ci stavo a farmi trattare come una bambina per cui gli ho risposto per rimetterlo al suo posto e lui li per li sembrò accusare il colpo...
Entrammo da un ingresso secondario, il cinema era di un suo amico quindi a quanto pare avremmo avuto un trattamento migliore ; non feci in tempo a varcare la tenda per l’ingresso che sentii un cappuccio coprirmi il volto e le sue braccia bloccare ogni mio tentativo di fuga...mi mise seduta e sentii qualcuno che nel frattempo apriva qualcosa di metallico, nel giro di poco avevo le mani legate ai braccioli e le caviglie alla base di quella che sembrava una poltrona un po’, come dire , speciale...
“sei uno stronzo liberami!!” ma Andrea ed il suo amico ridevano ,fino a quando non mi ha sfilato mutandine e reggiseno e sussurrato “ adesso goditi il film..”
Cominciò ad entrare gente , ero nel panico perchè nonostante il buio potevo essere vista e la cosa mi agitava, le gambe aperte poi ,non mi aiutavano.
Nessun altro si sedette vicino a me e quando lui tornò cominciai ad insultarlo , “vedi Aurora, se tu imparassi a stare zitta e a capire quando puoi parlare, queste cose non accadrebbero “...l’ho visto prendere una cosa dalla tasca e all’improvviso mi si è gelato il i sangue “ti supplico no ... no....giuro che starò zitta...imparerò!” ...”ne sono sicuro ...questo ti aiuterà a controllare le tue emozioni la prossima volta”..estrae un piccolo vibratore e li inserisce sotto la seduta della poltrona, tra le mie gambe e lo accende...gemo ... un ragazzo si gira e ci guarda stranito..sigillo le labbra “ vedi ? non è così difficile...ci vediamo tra poco “ ..le luci si abbassano ed il film comincia ma ,la vibrazione non ne vuole sapere di diminuire ed io ormai ho sporcato tutta la seduta.....un altro gemito ...per fortuna camuffato dall’audio ma che non passa inosservato alla ragazza poche file più in su ....
Una presenza alle mie spalle , il suo profumo ...” ti stai divertendo piccola?” ringhio “ liberami adesso cazzo ,fra poco ci sarà l’intervallo, mi vedranno “....un bacio sul collo ,poi un morso ... sento le mani spostarsi sul seno ...per poi scendere fino alle labbra ormai gonfie e piene ..le sento sfregarmi voraci , come a voler trovare un tesoro....scoparmi forte mentre la mano libera tappa la bocca per poi fermarti all’ultimo portando la mano sul mio viso....
Ho i capezzoli turgidi le gambe oscenamente aperte con un vibratore che mi fa impazzire “ ti supplico scusa ...non lo farò più ...adesso liberami per favore “ .....
Sento liberarmi i polsi e le gambe “ vieni con me ...” ci ritroviamo in una stanza probabilmente adibita alle mostre ..” stasera,Aurora, imparerai chi è che comanda e soprattutto chi sono “ ....sento agganciare il collare ed il guinzaglio...mi inginocchio e vengo condotta a gattoni verso un tavolino poco più in la ..penso tra me e me “questo lo posso fare”, ci salgo sopra e mi viene chiesto di stare immobile ; lo sento prendere qualcosa , si avvicina e mi incita ad aprire la bocca per inserire la ball gag ,dopodichè la barra divaricatrice , sia ai polsi , sia alle caviglie ...comincio a spaventarmi ma non ci penso ....una catena viene agganciata dal collare alla sbarra anteriore limitando il movimento del collo .....poi qualcosa di freddo sulla schiena .....sembrano le sfere vaginali, non riesco a vederle data la posizione , finche non sento qualcosa di liquido scivolarmi dietro ...freddo .....sento muovere le dita dentro me ....quasi gemo ringraziando per il piacere... poi dietro ...un dito , due dita ,poi di nuovo il freddo ; era un gancio che lui aveva intenzione di utilizzare con me da molto tempo “ mi dimeno ma il collo mi fa male “ shhhh tesoro ...andrà tutto bene “....fa un po’ di pressione ma alla fine entra , urlo stringendo la ball, fino a quando non viene passata una catena intorno alla vita , agganciata al gancio ed infine al collare .
Immaginate la scena , io legata e costretta ad una cagna, incatenata in una posizione non naturale ,a disposizione del mio aguzzino che non fa che guardarmi con quello strano luccichio negli
occhi .

“non ti accadrà nulla che non vuoi ....se vuoi possiamo fermarci in qualsiasi momento ....” lo guardo interrogativa ...non capisco “ è chiaro Aurora ? fammi un cenno se hai capito “ ...annuisco con la testa. lui sorride compiaciuto ..” che inizi l’asta “ ...
Vedo entrare delle persone , uomini, donne , coppie ... “ Signore e signori questa sera l’oggetto all’asta è lei ,può soddisfare ciò che desiderate , ha la lingua lunga ma nulla che una buona frustata non possa risolvere “ ... adesso sono terrorizzata , piango, stringo i pugni e vorrei sputargli in faccia ...mi mostra come se fossi un pezzo di carne , un oggetto....toccandomi mi trova bagnata e incontrando i miei occhi è come se volesse dire “ non avevo dubbi” ...mentre la rabbia monta animalesca progettando la vendetta....
Definito e descritta “ l’oggetto in vendita “ partono le offerte .....la trattativa dura svariati minuti ed io ad un certo punto non so cosa sperare ....
Alla fine si aggiudica il premio una donna , sulla quarantina...capelli nero corvino a caschetto , sguardo severo e labbra carnose ......si avvicina per toccare ed ammirare il giocattolo chiedendo di potermi toccare ....mi trova bagnata , anche lei ..ed io vorrei sprofondare il viso per l’umiliazione .....sgancia il guinzaglio dalla parete sganciando le sbarre ...” adesso vieni con me , io ed il tuo padrone vogliamo darti la lezione che meriti......
....to be continued...

Questo racconto di è stato letto 2 3 5 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.