Erotici Racconti

Mia moglie é incinta

Scritto da , il 2016-05-11, genere tradimenti

Vedo un bagliore, mi rendo conto che sto per svegliarmi, mi rigiro nel letto sento le coperte che si muovono,e sento esattamente :"mmmmm...", mi rivolto e cerco di aprire gli occhi mi appare lei, mia moglie, la vedo acanto a me con gli occhi socchiusi ed un'espressione godereccia in volto, sento che si muove, le coperte svelano la forma delle sue gambe piegate mentre i seni sono scoperti, apro a fatica del tutto gli occhi e mi rendo conto che muove le gambe aprendole e chiudendole lentamente, il suo respiro è un po' affannato e risento dalle sue labbra semichiuse:"mmmmm...!!"lo stesso mugolio, la guardo e realizzo che si sta masturbando,così allungo una mano toccandole un seno ma... me la scosta delicatamente,volta lo sguardo, mi fissa per qualche secondo continuando nei suoi movimenti sotto le coperte e dice con una voce fioca e suadente:" no tesoro non toccarmi... ascoltami.. mmmmm... devo raccontarti una cosa" un attimo di silenzio subito interrotto da me che sbarluzando gli occhi ancora assonnati le dico:"ok amore ..ti ascolto, ma fai in fretta che mi hai fatto eccitare"la bacio fugacemente e lei mi rifiuta ancora portandosi un dito alla bocca in cenno di silenzio e comincia a continuando nei suoi movimenti sotto le coperte:"ascolta,pensavo a un mese fa, quando quella sera mi hai preprato quel bel bagno caldo con i sali profimati... ricordi?" io:"certo amore e allora?" lei:"mi hai fatto immergere nella vasca e mi hai fatto un massaggio molto rilassante, poi mi hai asciugata e spalmata di crema emolliente, mmmm... dopo mi hai fatto stendere sul letto e mi hai aiutato a rasarmi la mia fighetta lasciandomi solo in ciuffetto di riga in mezzo, poi mmmm... hai preparato un bel clistere caldo e mi hai preparato il culo facendomi scendere piano piano l'acqua calda al punto giusto nelle vicere come solo tu sai fare,mi hai aiutato a trattenerla e mi hai portato in bagno al momento giusto aiutandomi a fare anche il bidet lavandomi minuziosamente e preparandomi culo e figa con la crema,poi mi hai scelto il vestiti da indossare mmm... quel tubino fasciante senza farmi indossare nessun intimo,mmm....mi hai preparata proprio bene e con tanto amore" . Intanto il movimento sotto le coperte dappria appena impercettibile cominciava a notarsi sempre di più facedole sciviolare fino alla vita, e ricomincia:"hai aperto la porta di casa, siamo saliti in ascensore e mi hai baciata dicendomi che ero bellissima, siamo saliti in macchina e mi hai portata fino al locale e mentre mi ripassavo il trucco tra un semaforo e l'altro mmmmm....con la tua mano sotto la gonna mi stuzzicavi la figa senza proferire parola ma il tuo sguardo eccitato esprimeva tutto, abbiamo parcheggiato e siamo andati all'ingresso del locale mano nella mano e mentre il padrone all'ingresso mi ricopriva di complimenti,tu mi esibivi orgoglioso"ah ah mmmm...che bello!" si ferma un attimo nel parlare,mentre comincia a godere mi accarezza il viso e continua:"siamo finalmente entrati ed io ero eccitatissima, ci siamo seduti al tavolino in centro e tu sussurrandomi all'orecchio:"arrivo subito" sei andato a prendere da bere,quando sei tornato ero in compagnia di quei due ragazzi che ti ho presentato e tu educato e premuroso sei andato a prendere da bere anche per loro."Ora i suoi movimenti sono sempre più evidenti e decido di scoprirla fino ai piedi,con la sua mano destra si tintinna il clitoride e con la sinistra si allarga le labbra della fighetta e ansimando sempre più eccitata riprende:"quando sei tornato mi hai trovato seduta in braccio ad uno di loro con la sua mano impegnata a palparmi un seno sotto il vestito mentre avevo la lingua in bocca del suo amico,e guadandoci hai esclamato:"ah vedo che avete fatto conoscenza!"ed io staccandomi dal ragazzo ti risposi che erano molto simpatici e avrei voluto approfondire la loro conoscenza mostrandoti i loro evidenti rilievi sotto i pantaloni,"mmmm ahahah"e tu mi hai guardata e mi hai detto"ok amore divertiti fin che vuoi io ti guardo"così mi sono alzata e ci siamo accomodati sul divanetto dietro ai tavoli ed abbiamo cominciato a farlo, in un attimo ero in ginocchio con quel bel cazzo tra le labbra mentre l'altro mi alzava il vestito"mmmm..."me lo puntava e me lo faceva scivolare dentro sbattendomi in modo freneticooooo ah ah!"a quel punto ha un fremito,i suoi movimenti rallentano per poi divenire subito più violenti mentre si penetra la figa con due dita e simula un movimento di scopata come quella sera, i suoi occhi sono socchiusi e lei geme venendo e godendo, poi rallentando riprende:"e così sono venuta, sbattuta da quel ragazzo e con il cazzo del suo amico che mi sporcava la bocca di sborra calda e saporita, ma non fu finita lì, perchè quel porco che mi sbatteva ancora le sue palle sulle labbra della figa doveva ancora godere, così tenendomi stretta mi obbligò ad ingoiare tutto il nettare dell'amico mentre finiva di trapanarmi come una mignotta e dopo qualche minuto ad un ritmo che mi fece godere ancora due volte mi ha inondata di sborra nella pancia ansimando e dandomi della troiiaaa!!!" e a quel punto gode ancora schizzando il lenzuolo con i suoi umori,io dal canto mio ho il cazzo di marmo,come quella sera, e comincio lentamente a segarmi, ma lei mi ferma con la sua mano fradicia e mi dice con voce tremante:"no! fermo aspetta, non ancora...ascolta non ho finito, e riprende:" tu dopo aver assistito allo spettacolo dopo gli applausi dei presenti mi hai accompagnata in bagno aiutandomi a ripulirmi e premurosamente mi hai chiesto se andava tutto bene ed io ti ho risposto che nnon poteva andare meglio e mentre ti abbracciavo ti dicevo che non ero ancora soddisfatta, tu mi hai risposto:"allora continua fin che vuoi!" e mi dicesti che parlando col barman ti aveva confidato che il vero sballo del privè era la stanza detta la sala nera, così dopo avermi offerto da bere e avermi fatto assaporare ancora succhiandolo qualche bel cazzo in pista da ballo, mi ci hai accompagnata tenendomi per mano."A questo punto si scosta apre il cassetto e tira fuori i suoi dui dildo preferiti portandoseli alla bocca dapprima e poi alla parti basse e ricomincia:"sono entrata mentre mi aprivi la porta in quella stanza vetrata con tutte quelle persone intente a guardarmi da fuori,e quando la porta si chiuse il rumore delle loro voci si ammutolì per l'insonorizzazione, davanti a me un letto a forma di cuore e a sinistra un grosso paravento, una voce all?altoparlante mi invitò a sdraiarmi completamente nuda sul letto,mentre eseguivo l'ordine vidi le persone fuori per la maggior parte uomini masturbarsi e vidi distintamente anche te,l'eccitazione era al massimo, mi sentivo un lago tra le cosce quando da dietro il paravento uscirono quei due uomini di colore dal fisico statuario e degli addominali pazzeschi ma sotto ad essi... due verghe di cazzo di 30 centimetri nere e nodose come un ulivo secolare, ebbi un po' di timore ma non vedevo l'ora di averli per me, cercai di succhiare il primo ma facevo fatica a tenerlo in bocca, il sapore era stupendo, sapeva di buono e maschio,daltronde l'avevo sempre adorato il cazzo nero e finalmente l'avevo"dicendo così accende il vibratore e si penetra per tutta la sua lunghezza lentamente ansimando e godendo ancora per poi riprendere:"appena mi abituai alle dimensioni di quell'uccello e cominciai a succhiarlo per bene, l'altro mi solleva le natiche e comincia a leccarmi la figa da dietro,dopo poco sento la sua cappella sfregarmi le labbra e spingere, mmmm... che sensazione... mi stava aprendo come mai nella vita, sentivo dolore e piacere immenso mentre entrava e cominciava a chiavarmi lentamente , quidi venni almeno due volte mentre succhiavo quel colosso in bocca e cercavo te con lo sguardo"viene ancora a lungo col dildo conficcato in figa e le cosce divaricate in modo osceno ma instancabile ricomincia:"così dopo alcuni minuti esce dalla figa che completamente chiusa da quel cazzone rilasciò umori a fiumi, lui prontamente li utilizzò per lubrificarmi il culo e di lì a poco si fece strada anche in quello con la mia bocca aperta ed urlante, di lì a poco cominciò a muoversi provocandomi un immenso piacere,mentre quella mostruosità per larghezza che avevo in bocca si staccò, mi fecero sraiare col cazzone sempre ben piantato in culo sdraiandomi su di lui e a cosce aperte di fronte a quel mostro grondante della mia sliva, il mandingo si abbassa e mi punta la cappella sulla figa fradicia,fremo e lo guardo con avidità,mi spaventa ma lo desidero tremendamente,così lentamente riesce a farsi strada dentro di me e mi sento riempita e squarciata soprattutto quando iniziano a muoversi dentro come un tutt'uno, come se si toccassero e fosseo un'unico grandissimo tronco d'albero che mi spacca e mi fa godere per infiniti attimi come nessuno mai,i loro coglioni sbattono violentemente su di me schioccando come bocce per un'interminabile periodo quando finalmente poco prima dello sfinimento totale vennero all'unisono grugnendo e riempiendomi di bollente sborra le viscere e l'utero"mentre diceva questo si è impalata completamente i due dildo in figa e in culo e si muove come fosse ancora coi due mostri dentro godendo ancor più di prima e ansimante e sudata mi guarda per qualche minuto durante il quale cerco di dire qualcosa ma lei ancora una volta mi porta il dito alla bocca in segno di tacere,così con voce suadente mentresi sfila i dildo mi dice:"come sai da quella sera dopo che mi hanno sventrata, non ho più potuto avere nessun rapporto, tranne stamattina quando dal ginecologo mentre gli facevo una sega mi sono fatta sborrare in bocca per ripagarlo della pazienza avuta dopo le visite scorse, e dopo avergli annunciato il mio ritardo di mestruazioni da più di un mese, mentre mi faceva godere sditalinandomi per bene mi ha fatto il test di gravidanza annunciandomi di... essere incinta!!!"Mentre mi diceva questo mi ha sfiorato il cazzo con le dita ed io mi sono sborrato copiosamente addosso e mentre godo mi dice:"sei felice maritino mio?"ed io "si amore"e lei:"speriamo che sia nero"e mi bacia con passione.

Questo racconto di è stato letto 7 8 6 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.