Un anno di astinenza e poi

Scritto da , il 2013-12-17, genere tradimenti

"Oooooh...siii...così...che bellooooo da quanto tempo non mi leccavi così amoreeee......aaaaahhhh come mi fai godereeee.....ssiiiiisssiiiii...vengoooooo.....

Amore mi hai fatta godere come una matta con la tua lingua....quasi quasi meriti un premio.....dai...chiavami...chiavami amore....da quanto tempo non ti sento dentro!

Eh!da quanto tempo non metti il tuo cazzo nella fichettaa della tua amata mogliettina?"

"Tesoro...è più di un anno...da quando hai conosciuto Carlo..."

Ha risposto il marito con voce tremula.

"lo so amore...è da tanto tempo ma lo sai com'è lui...è geloso ma adesso che lui non c'è...voglio farti recuperare il tempo perduto."

Mentre la moglie distesa completamente nuda e con la fica bagnata dagli umori del suo godimento e dalla saliva del marito lo guardava con occhi dolci e vogliosi,lui ha cominciato a spogliarsi.

Quando era completamente nudo col membro turgido e la cappella imperlata da vistose gocce pre-spermatiche è salito sul letto ponendosi tra le cosce della moglie.

"Cosa fai Filippo?"

Gli ha chiesto lei con tono d'imperio.

"Tesoro...ti vengo dentro...sei già bagnata e non c'è bisogno che ti lecchi ancora....mi hai detto tu che vuoi fare l'amore!"

"Certo che voglio farti assaggiare la fica dopo tutto questo tempo ma prima metti il preservativo non vorrai mica farlo senza!"

"Ma amore...non ce l'ho il preservativo....non mi aspettavo questa sorpresa stasera."

Con tono sempre più adirato lei:

"Allora alzati e vestiti che aspetti?!Esci e vallo a comprare prima che mi passi la voglia!"

"Ma amore...a quest'ora sono tutti chiusi...."

Prima che lui terminasse la frase lei con la voce roca ed alterata:

"Cazzo!Ti ho detto di andare a comperare quei cazzi di goldoni!Vai alla stazione che c'è un distributore automatico....possibile che ti debba dire tutto io?!

E che cazzo...non sai neanche come procurarti un preservativo!

Stò già facendo una cosa che non dovrei fare...sai che casino se lo venisse a sapere Carlo!?"

Lui:

"Ma tesoro per questa volta puoi farmi godere con la bocca oppure posso uscire prima di venire..."

Lei sempre più incazzata:

"Come con la bocca?Secondo te dovrei prendere in bocca il tuo cazzetto col rischio che mi bagni col tuo fetente sperma?

E poi del coitus interruptus non se ne parla proprio...sai che casino se ci capitasse un incidente!

Lo sai che Carlo ha deciso di mettermi incinta...pensa non è bellissimo amore...vuole un figlio da me e la settimana scorsa mi ha fatto sospendere la pillola e quindi non possiamo rischiare.

Mi ha anche detto che si è pentito di aver fatto un figlio con quella troia della moglie.

Lei vorrebbe averne un altro ma lui se la sbatte sempre col preservativo.

Dovresti imparare da lui...dovresti!

Lui torna tra un mese e se succedesse qualcosa se ne accorgerebbe subito e sarebbero cazzi tuoi e miei.

E poi lo sai non lo voglio un figlio da te.

La sola idea di sentirmi bagnata dentro dalla tua sborretta mi inorridisce.

Vai a comperare quei preservativi prima che mi passi la voglia e prendi quelli con la cresta di gallo che se non sento il tuo cazzetto almeno quelle mi fanno godere!"

Il marito ha cercato di rivestirsi in tutta fretta ma tale era l'agitazione che ha impiegato un tempo lunghissimo prima di uscire.

Fuori vi era un tempo da lupi;freddo polare ed una nebbia fittissima.

Ha impiegato quasi un'ora per tornare a casa.

Quando è finalmente giunto davanti alla camera da letto la porta era chiusa a chiave e vicino alla maniglia vi era un post-it che diceva:

-Tesoro scusami ma sono molto stanca.

Dormi pure sul divano e domani ne riparliamo-.

...Notte amore!

Il pover'uomo era talmente frustrato che non è riuscito neanche a masturbarsi.

Questo racconto di è stato letto 9 1 9 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.