Mia sorella e il suo seno, un’eccitazione costante

Scritto da , il 2021-08-03, genere esibizionismo

Erano quei soliti giorni post-scuola, durante i quali si tornava a casa verso ora di pranzo e poi ci si rilassava dato che si sa, dopo una mattinata intera e dopo il pranzo, arriva sempre un po’ di desiderio di relax. Erano gli stessi pomeriggi, i primi pomeriggi, in cui io cominciavo a scoprire particolari della mia sorella maggiore che ancora oggi mi condizionano fortemente. Ma partiamo dall’attualità, attualmente io ho 22 anni, mentre mia sorella 32, e sono almeno una decina di anni che tante mie masturbazioni coinvolgono lei.
Io una cosa l’ho sempre notata: scollature. A casa soprattutto, come è anche normale che sia.
E insomma, all’inizio della adolescenza cominciai già a notare quelle tette; una quarta, che spesso e volentieri usciva fuori dal perimetro di canotte e magliette, soprattutto quando stesa. All’inizio ero già abbastanza preso e molto confortato da questa cosa, e quando avevo un attimo libero mi masturbavo già pensando alle tette e alle scollature di mia sorella. Però volevo di più, qualcosa che non fossero pensieri ma immagini concrete, e la prima cosa che feci fu cercare sui social. Bingo: trovai alcune foto, poche, ma le tette si vedevano un pochino e quindi non facevano altro che eccitarmi ancora di più; e dopotutto non passò tanto tempo dalle foto a…altro. “Altro” che…ora capirete. Forse quello che sto per dirvi, a tratti, vi sembrerà strano, o esagerato (per come vedrete che io lo percepisco), o altre sensazioni. Ma ovviamente è più che giusto andare avanti con la narrazione.
Il mio cervello malato ad un certo punto pensò “ma non è che quando sta scollata mia sorella ne approfitta per toccarsi? palpandosi il seno o, che so, facendoci altro?”, e così cominciai subito a provare a prestare un po’ più di attenzione a tutti i particolari, e da lì mi si aprì definitivamente un mondo. Scoprì che mia sorella quando si sedeva o, meglio ancora, stendeva, era tutt’altro che pacata. Cominciai a vedere davanti agli occhi gesti tutt’altro che involontari e, credetemi, per me era tutto troppo eccitante. Un giorno, lei con la canotta che metteva le braccia conserte per far uscire il seno più fuori possibile e cominciava a toccarselo, forse per vedere quanto fosse morbido. Un altro giorno, una maglietta leggermente meno scollata, e lei che fa? Ad un certo punto si stringe fortissimo la tetta destra con la mano sinistra, facendo scendere sempre di più la scollatura e ostentando una strizzata alla tettona sempre più evidente.
Quasi ogni giorno era una scena diversa, ed io mi eccitavo troppo già allora.
Come ho detto prima però, il pensiero non mi bastava, e queste scene a cui ho poc’anzi accennato erano infatti già parte dei video che io le avevo iniziato a fare durante le palpate a cui assistevo.
Io mi sono sempre masturbato anche sulle mie amiche…è che semplicemente non riuscivo a rimanere indifferente ai gesti di mia sorella e mi eccitava terribilmente anche lei.
Nei mesi e negli anni seguenti lei mi ha fatto eccitare sempre e comunque, facendole decine e decine di video dei tipi più disparati.
Il fatto è che qualche volta è anche capitato che mi guardasse mentre facevo un video, ma non ha quasi mai proferito parola, forse solo una volta o due, e in maniera abbastanza delicata. Tanto è vero che, in futuro poi, lei mi ha anche lasciato fare video in cui ero letteralmente col telefono vicinissimo alla sua scollatura.
Nei due/tre anni, circa, successivi alle prime scene che filmavo, ho assistito a quelle che sicuramente rimangono tra le toccate più belle finora.
Un pomeriggio di qualche anno fa, per esempio, mia sorella era a casa e dopo pranzo si era stesa sul suo letto, che nella nostra cameretta è parallelo al mio. Nel frattempo riguardavo una foto fattale prima mentre era seduta, e notavo solo in quel momento un dito appoggiato sulla sua tettona sinistra, bella in vista fuori alla canotta, e che già mi faceva eccitare alquanto.
Quando si è stesa è però cominciato l’impossibile, e tutto mentre lei abbassava lo sguardo per guardare la profondità del suo solco intermammario, cominciando innanzitutto a passarsi l’intera mano sinistra in mezzo alle zizze, che quasi spariva. Mia sorella aveva la mano completamente dentro quel solco in mezzo alle tette e non faceva altro che andarci avanti e indietro, avanti e indietro, guardandosi le sue mammellone molto compiaciuta. Ad un certo punto si ferma, e le tette rientrano un po’ causa un suo movimento: evidentemente insoddisfatta dalla cosa, provvede subito ad alzare un attimo il busto e a farle uscire di nuovo, stringendo infine le braccia per spingere il seno fuori, ricominciando con la strusciata.
Ad un certo punto il seno era ormai fuori e pensavo lei si stesse per coprire, dato che entrambe le mammelle erano ormai tutte fuori capezzoli esclusi. Qui vedo una cosa che mai avrei creduto di poter avere il piacere di vedere, e in un attimo di foga, non solo lei comincia a strizzarsi la tetta sinistra ma fa una delle cose più eccitanti che abbia mai visto: con quelle zizzone tutte fuori, e con la mano sinistra forte del fatto di essere già appoggiata con la mano sulla tetta sinistra, su quest’ultima comincia a sbattersi quella mano una, due, cinque, dieci volte sempre più forte. Infine, quando pensavo si fosse fermata, si tira un ultimo schiaffone fortissimo sempre al seno sinistro, continuando poi a toccarsi compiaciuta dopo.
Ed era già l’ennesima volta che faceva tutto ciò davanti a me senza crearsi il minimo problema.
Fu uno dei pomeriggi più eccitanti in assoluto e che mi fa eccitare molto ancora oggi, dato anche che non ho mai smesso di usare i video di quel giorno.

Ma non era finita qui…

Questo racconto di è stato letto 4 6 9 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.