I miei rapporti sessuali

Scritto da , il 2016-12-28, genere orge

Distribuire il giornale quotidiano nelle case degli acquirenti del mio piccolissimo paese è il mio mestiere, io sono Nino e faccio questo lavoro poiché ho abbandonato la scuola di fatto ho ancora 17 anni, ha un paio di mesi che ho abbandonato e ho iniziato con questo lavoro quindi tutte le mattine passo porta per porta dalle case dei clienti. Una mattina suonai alla porta di un cliente abituale che come al solito mi offriva una tazzina di caffè davanti alla porta, una mattina stranamente mi invitò ad accomodarmi dentro per parlarmi di una cosa, ingenuamente entrai e lui aveva un età di 65 anni e mi chiese un favore citando testuali parole "il mio cazzo non si alza più mia moglie anche se ha i suoi 58 anni è una vacca che vuole essere cavalcata io non ce la faccio più però, ha 8 mesi che vuole essere scopata e io non lo potuta accontentare quindi vorrei che te la scopi un po tu perché continuando così tanto lo stesso mi farà le corna con qualcun'altro almeno voglio che quel qualcun'altro sei tu" a quelle parole restai di stucco e diventai rosso e restai senza dire nulla poi lui mi disse "capisco che la situazione ti è molto imbarazzante ma per me è molto importante non voglio che se ne va a fare la Troia con qualcun'altro tu mi sembri un ragazzo apposto e ti voglio bene, ma non voglio costringerti voglio però che ci rifletti su e se accetti domani sera vieni a casa mia e ti scopi mia moglie" io allora gli diedi una risposta secca accettando il suo invito a scoparmi sua moglie infondo non mi costava nulla anzi mi sarei scopato una donna matura per la prima volta, uscì da quella casa e completando il lavoro tornai a casa con un po di dubbi e preoccupazioni, innanzitutto io a la moglie di quell'uomo non l'avevo mai vista, non sapevo che tipa era, poi non sapevo se la signora ne era all'occorente che la sera successiva me la sarei scopata e che mi aveva invitato il marito, e infine la mia preoccupazione più grande era di non riuscirla a soddisfare nemmeno io data la dimensione del mio cazzo di 15 cm d'altronde quell'uomo mi sembrava uno di quelli ben dotato e che quindi il mio cazzo non lo lo avrebbe sentito per niente al mondo, ma comunque la sera andai a dormire, il giorno dopo ripassai da lì per portare il giornale e lui si fece trovare come al solito con il caffè poi da fuori vidi una donna ma di sfuggita ma non dissi nulla e quando me ne stavo per andare mi disse ci vediamo sta sera mi raccomando facendomi un occhiolino passai il pomeriggio a prepararmi mentalmente non sapevo per nulla che cosa mi aspettava la sera dopo cena prima di andare a scopare la signora passai dal bar a farmi due bicchierini per caricarmi e affrontare ciò che mi aspettava con più facilità. Suonai alla porta e mi aprì la signora con i tacchi a spillo, una bella vestaglia da notte e le coscie di fuori avvolte dalle calze a rete, una bella scollatura e non era male di seno anzi bella abbondante, un po robusta ma non troppo, non era tanto lunga ma lo sembrava per via dei tacchi, era bionda e aveva le labbra rosse di rossetto in faccia non era il massimo aveva un po di rughe ma infondo me lo dovevo aspettare lui lo aveva detto che era una donna di 58 anni, improvvisamente mi afferrò per il colletto e mi baciò sulle labbra, ma non mi disse nulla proprio nulla poi mi portò in camera da letto ed entrando i notava un bel letto matrimoniale con le coperte leopardate, tutto a lume di candela e in un angolo della stanza c'era lui seduto su una poltrona completamente nudo e il cazzo mezzo teso e mi accorsi che non era più lungo del mio doveva essere tra i 10 e i 12 cm poi mi disse ciao amico mio, sua moglie si mise sul letto a gambe aperte e con la figa bagnata mi disse sfondami tutta la figa fammi godere fagli vedere a questo vecchio di merda come si fa, lui stava lì tranquillo a masturbarselo e a guardare la scena mentre io avevo iniziato a scoparmela lei godeva come una cagna io contemporaneamente che col mio cazzo facevo avanti e indietro nella sua figa gli leccavo il seno, inaspettatamente gli sborrai dentro la figa e senza pensare a nulla gli leccai la Figa sporca della mia sborra e leccai leccai e leccai tutto sapeva di selvaggio e di fatto mi venne voglia di scoparmela selvaggiamente la misi a novanta e col mio cazzo ancora più vivo che mai gli sputai dentro il buco del culo e glielo misi dentro con forza e violenza dandogli schiaffi sul culo, la Troia godeva da morire e iniziò ad insultare il marito con frasi del tipo "guarda come si fa stronzo" "dopo questa scopata il tuo cazzetto morto non lo sentirò per niente più" gli disse anche "tagliatelo quel cazzetto tanto non ti serve a nulla" e incitava a me a spingere più forte e visto che voleva questo io glielo davo me la scopavo più forte ancora ad un tratto mentre ero preso a farla godere sentì che lui mi aveva messo a 90 violentemente su di lei che era anche lei a novanta e mi mise il cazzo dentro il culo ma data la dimensione e il fatto che non era del tutto duro non sentì nulla così mi girai con un pugno in faccia buttandolo a terra io mi rialzai i pantaloni e la signora con i tacchi a spillo gli iniziò a fare le torture al cazzo pestandogli le palle e lui a terra soffriva ma allo stesso tempo provava piacere, era un cuckold sadomaso bisex poi lei mi disse di avvicinarmi e di sborrare su di lei, mi masturbai finché la mia sborra calda arrivò sulla faccia della Troia e poi Lecco il mio cazzo e baciò suo marito, dopo quella sera ogni volta che portavo il giornale in quella casa mi facevano accomodare dentro e anche solo per 10 minuti si dedicavano a me anche per una semplice sega ho una scopatina veloce.

Questo racconto di è stato letto 4 8 0 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.