Browserfast

Tutti i suoi racconti erotici e le sue statistiche

Ha scritto 1 5 0 racconti erotici i quali sono stati letti 4 8 7 5 6 7 volte.

Weekend lovers - Pensare, ricordare e immaginare
Sono giorni che vivo con i sensi di colpa. Perché ci sono cose che non si possono fare, ci sono cose che non si dovrebbero nemmeno pensare o immaginare. E invece. Non mi guardate così, non ho combinato nulla di male. Proprio nulla, davvero. Anzi, sono stata brava. Però mi sento lo stesso una stronza. Do un’occhiata al telefono. Vaffanculo,...
genere: etero
scritto il 2021-03-01 | da Browserfast
Weekend lovers - Strisce
Che poi, alla fine, queste feste finiscono tutte allo stesso modo. Si torna a casa all'alba o un po' prima, stanche, ubriache, fatte. Dopo avere cazzeggiato, essersi divertite, avere ballato. Avere conosciuto gente nuova, magari solo per una sera. Nascono amicizie o addirittura nuovi amori. I desideri si incrociano, ci si scalda, ci si annusa,...
genere: etero
scritto il 2021-02-08 | da Browserfast
Weekend lovers - La camera oscura
Quando risali a una festa in compagnia di un ragazzo sconosciuto fino ad un’ora fa dopo esserti sparata un paio di canne con lui ed aver tirato dal naso la sua Bianca. Dopo avergli fatto un pompino giù in macchina. Quando hai una voglia matta di fartelo, sto ragazzo. Non tanto per lui ma perché alla festa ci sei già venuta con quella voglia...
genere: etero
scritto il 2021-02-02 | da Browserfast
Weekend lovers - Un piccolo complimento
Beh, è una esperienza. Qualche volta lo avrete detto anche voi, no? Quando vi aspettavate che le cose andassero in un modo e poi sono girate in tutt’altro. E voi ci siete rimaste di merda. Si dice così per autoconsolarsi, per non buttarsi giù. E allora ok, diciamolo: è un’esperienza, una di quelle che ogni ragazza dovrebbe fare nella...
genere: etero
scritto il 2021-01-20 | da Browserfast
Weekend lovers - La voglia
Ho un programma molto semplice, in fondo. Fra tre ore ho un appuntamento con Lollo, un ragazzo conosciuto su Tinder. Si beve qualcosa insieme e poi si vede. E quando dico "si vede" non ho in mente tantissime opzioni. Almeno in teoria. In pratica, invece, è il momento dell'inquietudine. Perché c'è sempre il brivido dell'ignoto,...
genere: etero
scritto il 2021-01-07 | da Browserfast
Weekend lovers - L'amica generosa
Dovreste dirmi che sono una brava amica. Cioè, anche se non me lo dite sticazzi, me lo dico da sola. Però è vero, è obiettivamente vero. Perché quello che sto per fare per Serena, beh, non è roba da poco. Mi sono stupita io stessa della mia generosità. Già ospitarla per la notte con il suo manzo non è una cosa che farebbero tutte....
genere: etero
scritto il 2021-01-02 | da Browserfast
Weekend lovers - Due colpi
Mattino. Nemmeno tanto presto, nemmeno tanto tardi. Almeno per una studentessa. Le nove meno un quarto. Torno in camera mia dalla doccia, avvolta nell'accappatoio. Sul telefono c'è un WhatsApp che prima non c'era. Guardo il nome e dico tra me e me "wow, non ha perso tempo". Apro il messaggio, gli do una rapida scorsa e penso che invece sì, ha...
genere: etero
scritto il 2020-12-19 | da Browserfast
Weekend lovers - Gemelline
E' terribile. E in fondo nemmeno tanto piacevole. Credetemi. Non faccio altro che pensarci. Sui libri, a lezione, in palestra, mentre faccio jogging. Non è gestibile. O l'assecondo o lo reprimo. Non riesco a staccare la testa da questo pensiero, sono tre giorni che ci sto appresso. Da domenica sera, per la precisione. I miei rientravano mentre...
genere: etero
scritto il 2020-12-07 | da Browserfast
Weekend lovers - Cambiamenti
Otto chiamate di Serena e un numero imprecisato di WhatsApp che vanno dal "sei a casa?" al "mi chiami?" al "ma dove cazzo stai?". Me ne accorgo solo perché tiro fuori il telefono per vedere l'ora. Le tre e mezza, cazzo. "Dove sei?", invio il messaggio. - Da un paio d'ore sotto casa tua - dice appena rispondo alla chiamata - si può sapere che...
genere: etero
scritto il 2020-11-27 | da Browserfast
Weekend lovers - Samir
Lo sapevo che non sarebbe stato un sabato sera come gli altri. E sapevo anche che non sarebbe stato piacevole. Serena è già in ritardo. La aspetto seduta ai tavolini all’aperto del bar dove ci siamo date appuntamento. Sto ormai finendo la mia birra quando il ding e la preview di WhatsApp mi notificano il suo messaggio: “Scusa amò, non ce...
genere: etero
scritto il 2020-10-30 | da Browserfast
Weekend lovers - Il demone
Ciao, sono Annalisa. Se avete letto i miei racconti una certa idea ve la sarete fatta. In caso contrario, lasciate che vi dica qualcosa di me. Ho venti anni, sono una brillante studentessa universitaria. Quest’anno conseguirò il triennio. A meno di improbabili défaillances, con il massimo dei voti. Poi prenderò la magistrale e poi il...
genere: etero
scritto il 2020-10-26 | da Browserfast
Amsterdam- Babilonia
Lecco il viso di Debbie. Per la precisione, lecco quella metà del viso di Debbie che non è appoggiata sul ripiano del tavolo. Passo labbra e lingua anche su qualche ciocca, sentendone il solletico e quel po' di fastidio che possono dare i capelli. Per dirla proprio tutta, sto leccando via da lei lo sperma che Wim le ha scaricato addosso. Poi...
genere: etero
scritto il 2020-10-12 | da Browserfast
Amsterdam - Due per due
L’avrei saputo solo più tardi, a cose fatte, ma questo Wim nonostante abiti ad Haarlem è un vero "amsterdammer": 28 anni, tipico "agente immobiliare", il che significa da quelle parti che ha due casette - probabilmente ereditate - che affitta su Airbnb. Complessivamente un bel fico, non posso che congratularmi con Debbie per l'acchiappo....
genere: etero
scritto il 2020-09-21 | da Browserfast
Amsterdam - Festival
Alle 8,15 precise saliamo sul treno. Destinazione Haarlem, una cittadina qui vicino. Una ventina di chilometri, mi ha detto Debbie. C’è un festival techno, un po’ fuori stagione per la verità, che promette di fare al caso nostro. E il “caso nostro”, sia chiaro da subito, non è la musica, perché concordiamo sul fatto che a entrambe la...
genere: etero
scritto il 2020-09-14 | da Browserfast
Amsterdam - Just fuck
Due ore dopo, morbidamente adagiata sulla poltrona della sua camera e completamente nuda, valuto se lo smalto rosa che Debbie mi ha prestato si sia asciugato del tutto. Mi osservo le mani soffiandoci sopra un’ultima volta, poi alzo i piedi e allargo le dita di fronte a lei. “Come ci riesci?”, domanda incuriosita. Alzo le spalle, non lo so,...
genere: etero
scritto il 2020-09-04 | da Browserfast
Bluetooth
Chiamo un piccolo “time” nel racconto di Amsterdam per pubblicare questo vecchio raccontino. Dedicato agli ovetti kinder di Paoletta e Ince :-) ————————————- Cazzo! – esclama Stefania con una voce a metà tra il sorpreso e il divertito. Se ne sta seduta di traverso sul suo letto, con la schiena addossata al muro e...
genere: etero
scritto il 2020-08-30 | da Browserfast
Amsterdam - A letto con Debbie/3
Sono già mezza sveglia, ma finisce di svegliarmi il peso di un corpo che sia adagia accanto al mio. E anche l’odore di fresco e pulito. Sono abbastanza sicura di essere crollata sul letto nuda, questa mattina, quindi deve essere stata lei a infilarmi, non so come, sotto il lenzuolo. Apro gli occhi e la guardo. – Buongiorno, si fa per...
genere: etero
scritto il 2020-08-28 | da Browserfast
Amsterdam - Il portone
– Abbiamo lasciato l’ovetto a casa di Frederieke… – dico a Debbie che pedala un paio di metri davanti a me. – Anche le mutandine, se è per questo… – risponde. – Quelle non ce le siamo dimenticate… – Magari domani torniamo al sexy shop così ti puoi fare finalmente la commessa italiana… – dice ancora continuando a...
genere: etero
scritto il 2020-08-24 | da Browserfast
Amsterdam - Openminded
Entriamo e mi accorgo subito che, come bar, è un posto completamente diverso. Innanzitutto, c’è musica e si balla. E poi dubito fortemente che nel bar dove siamo state prima avrei trovato due ragazzi abbracciati a torso nudo e con una bottiglia di birra in mano. A uno dei due, per la verità, leccherei via molto volentieri il sudore dai...
genere: etero
scritto il 2020-08-19 | da Browserfast
Amsterdam - Il primo bar
Lo percepisco subito, appena entriamo. C’è nell’aria un desiderio esplicito di compiacere e di essere compiaciuti, di passare la serata nel migliore dei modi possibili. Lo si legge nei sorrisi e negli occhi delle persone, nelle risate. Ma se pensate che sia una specie di postribolo vi sbagliate. E’ un bar, un normalissimo bar, dove la...
genere: etero
scritto il 2020-08-14 | da Browserfast
Seduzione estiva - The dark side
Beh, che gli vuoi dire? Giusto due parole: bel manzo. Fine. La sostanza è questa, inutile aggiungere altro. Mica c'è da scriverci sopra un romanzo. Ah no, eh? Dite che non me la posso cavare così? Che questo è un racconto, un certo tipo di racconto, e che il lettore si aspetta che scriva certe cose ecc ecc... Cioè, volete una cosa tipo...
genere: etero
scritto il 2020-08-11 | da Browserfast
Amsterdam - Il ristorante
Quando vedo che Debbie rallenta e accosta la bicicletta al lato della strada sto quasi per implorarla di fermarsi e andare a piedi. Smettere di pedalare è una liberazione. Il tragitto non è stato lungo, ma l’ovetto nella vagina mi ha ammazzata. Sono agitata e in calore come una ragazzina alle prime esperienze. Mi sento come quando le dita...
genere: etero
scritto il 2020-08-08 | da Browserfast
Amsterdam - Dressing room
– Non pensavo che avresti fatto la troia con la commessa… – mi dice Debbie sulla strada del ritorno a casa. Capirò solo dopo che mi sta prendendo in giro, ora sono troppo tesa per capire la sua ironia. – Non ho fatto la troia, è che lei mi ha messo l’ovetto – piagnucolo. Debbie mi cinge la spalla attirandomi a sé, mi fa “ehi,...
genere: etero
scritto il 2020-07-31 | da Browserfast
Amsterdam - Sexy Shop
Lo so che è terribilmente stupido, ma togliermi l’accappatoio di fronte a Debbie mi imbarazza. Non perché lei mi veda come mamma mi ha fatta, no, che cazzo andate a pensare. Sarà che siamo nel suo appartamento, sarà che da quando siamo atterrate ad Amsterdam lei ha ripreso il controllo delle operazioni, muovendosi e portandomi in giro...
genere: etero
scritto il 2020-07-29 | da Browserfast
Amsterdam - A letto con Debbie 2
La mattina dopo mi sveglio quasi stravolta. Già usare il verbo “svegliarsi” è una cosa grossa, giurerei di essere stata tutta la notte in dormiveglia. A farmi aprire gli occhi è il peso di Debbie sul materasso. La vedo avvolta nell’accappatoio e con un asciugamano in testa. Mi sorride un ”ehi, buongiorno Sletje” quasi sussurrato. La...
genere: etero
scritto il 2020-07-23 | da Browserfast
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.