Browserfast

Tutti i suoi racconti erotici e le sue statistiche

Ha scritto 1 5 6 racconti erotici i quali sono stati letti 5 1 8 9 2 6 volte.

Diversamente vergine - 4
STRATEGIE ALTERNATIVE A ragionarci a mente fredda, la situazione in cui mi trovavo era un po’ destabilizzante per me. Diciamocela tutta: ero diventata la pompinara di un ragazzo che mi piaceva, Tommy, con il quale non solo non avrei avuto mai una storia ma che nel frattempo si sbatteva un’altra. Perché volesse che io continuassi a...
genere: etero
scritto il 2019-09-11 | da Browserfast
Diversamente vergine - 3
TOMMY La chiacchierata con mia sorella si era insomma conclusa più o meno con questa raccomandazione: non fare cazzate. Un classico, no? Cosa volete che vi dica una sorella maggiore? Il giorno stesso, o quello seguente non ricordo bene, accettai l’invito di un ragazzo che veniva a scuola con me, nella classe accanto. Era molto carino, non era...
genere: etero
scritto il 2019-09-09 | da Browserfast
Questa sera mi chiamo Giulia - 7
AUGURI DI BUON ANNO Tre-due-uno e bum! Mezzanotte. Tappi che saltano fuori sincrono, grida di “auguri!” o “buon anno!” lanciate qua e là, applausi, urla. Che poi, che cazzo ci sarà da applaudire o da urlare non si capisce bene, ma vabbè. Braccia protese, poche con le bottiglie in mano e molte con i flute. Le coppie sorteggiate per il...
genere: etero
scritto il 2019-09-07 | da Browserfast
Diversamente vergine - 2
MARTINA Dicevo che prima di raccontarvi un episodio abbastanza strano, di quelli che ti segnano, avrei dovuto parlarvi di mia sorella. Lei ha cinque anni più di me, frequentiamo persone diverse, quando io andavo a scuola lei era già all’università, ora che all’università ci sono io lei già lavora. Probabilmente anche per questo abbiamo...
genere: etero
scritto il 2019-09-06 | da Browserfast
Diversamente vergine - 1
Ciao. Forse avrete letto qualche storia di Annalisa su questo sito. Ne sto pubblicando una in queste settimane, si intitola "Questa sera mi chiamo Giulia". Però mi farebbe piacere che leggeste anche il primo racconto di Annalisa, il primo in assoluto. Giusto per godervela e per capire un po' il tipo che è :-) Buona lettura CONVINZIONI...
genere: etero
scritto il 2019-09-03 | da Browserfast
Questa sera mi chiamo Giulia - 6
COMPLETAMENTE PAZZI – Tu… sei… completamente… Pazzo! Avete visto? Ci ho messo il punto esclamativo. Sta a indicare che è una esclamazione. Facile. Ciò che non riesco a trovare sulla tastiera dall’iBook è il simbolo della sorpresa-mista-a-incredulità. Dove cazzo l’avranno messo? Perché non ci hanno pensato? Comunque, è così....
genere: etero
scritto il 2019-08-31 | da Browserfast
Questa sera mi chiamo Giulia - 5
QUALCOSA DI STRAVAGANTE - Il salone si è riempito. E’ grande e di gente ce ne deve essere davvero tanta. Senza contare quella che circola nelle sale accanto. Vado al buffet e acchiappo qualcosa. Diciamo pure che mi riempio un piatto fino all’inverosimile. Perché ho una fame che non ci vedo e per togliermi il sapore dello sperma di bocca....
genere: etero
scritto il 2019-08-31 | da Browserfast
Questa sera mi chiamo Giulia - 4
QUESTA SERA MI CHIAMO GIULIA - La portiera del passeggero accanto al guidatore si apre e dalla Tiguan color ruggine scende una ragazza bionda che ci sorride e fa un segno di saluto con la mano. Poi si infila di nuovo nella macchina ma sul sedile posteriore. Dico a Serena se vuole mettersi davanti ma lei mi risponde “no, meglio che vai tu”....
genere: etero
scritto il 2019-08-23 | da Browserfast
Questa sera mi chiamo Giulia - 3
LI - – Quando vi siete viste? – domando a Serena mentre chiudo la serratura di casa a doppia mandata. – Ieri pomeriggio – risponde pigiando nello stesso momento il pulsante per chiamare l’ascensore. – E quindi? – domando. – E quindi… – risponde lei sibillina, ma con un sorrisetto abbastanza esplicito sulle labbra. Per dirvi...
genere: etero
scritto il 2019-08-18 | da Browserfast
Questa sera mi chiamo Giulia - 2
SONO LE 18,45 DEL 31 DICEMBRE *** – Secondo me così morirai di freddo. Mi guardo nello specchio, mi volto da una parte e dall’altra, mi aggiusto un po’ qua e un po’ là. – Ma no, in fondo mica andiamo all’aperto, dai… – Sì, ma è in campagna… e poi, cazzo, una cosa un po’ più in tiro no? – Come te? – Beh? Mica ho...
genere: etero
scritto il 2019-08-11 | da Browserfast
Questa sera mi chiamo Giulia - 1
PROLOGO – Dai, dai cazzo… – Non pensavo che fossi così, Giulia… lo sai? Eh? Lo sai? – Dici?… oh cazzo! Così come? – Così… – Dimmelo! Così come? Aaahgh! – No, è che… cazzo… – Così come? Così… così… Cristo, sì… cosiiiiiiì… ah aaah ah… ti sei dimenticato che ti ho fatto un pompino? – E’ stato...
genere: etero
scritto il 2019-08-04 | da Browserfast
Un metro 19 - Tempi supplementari
Netflix a casa mia è tutto sommato una conquista recente. I miei, soprattutto mia madre, hanno l’abitudine inveterata di acquistare in dvd le serie televisive. Tipo Sex & The City o House of Cards, per intenderci. L’altro giorno, per dire, è arrivato un cofanetto con non so quale stagione di Gomorra. Io e mia sorella Martina, soprattutto...
genere: etero
scritto il 2019-07-30 | da Browserfast
Un metro 18 - Come si dice “asciugarmi” in olandese?
Quando ci lasciamo per tornare alle nostre case, io e Serena abbiamo raggiunto un compromesso. Ok, spareggio sia, ma con un solo giorno a disposizione, domani. Oggi no, oggi riposo. Me l’ha chiesto lei e a me non è nemmeno dispiaciuto, in fondo. L’idea di un noioso pomeriggio domenicale casalingo mi attira. Si vede che sono stanca, voglio...
genere: masturbazione
scritto il 2019-07-27 | da Browserfast
Un metro 17 - Desiderio, euforia e sensi di colpa
Desiderio, sensi di colpa e una illogica euforia. Sono le tre cose che, oltre a Giovanna, ieri notte mi sono portata via da quella stanza d’albergo. Tutte e tre insieme, tre stati d’animo che mi opprimono e al tempo stesso mi esaltano. Ma di cui non riesco a parlare con Serena. Anche perché lei è sintonizzata su una frequenza completamente...
genere: orge
scritto il 2019-07-26 | da Browserfast
Un metro 16 - Sperma e tequila
Non c’è bisogno di dire nulla. E’ la scena che parla da sola. Ermanno si è già tolto scarpe e calzini, si è sfilato la giacca. Sta allentando la cravatta senza fretta. Ai suoi piedi, come se fosse a cuccia, Giovanna. Carponi sulla moquette, la testa china e le tette che pendono verso il basso, il culo nudo. Il body blu scuro che ormai le...
genere: orge
scritto il 2019-07-25 | da Browserfast
Un metro 15 - Il ballo di Giovanna
- Non ti serve una safeword, te l'ho detto. E io... se vedi qualcosa che non ti piace non ti preoccupare… la mia safeword con Ermanno ce l’ho, ma non è mai servita… Sei nervosa? Vuoi lasciar perdere? Obiettivamente sì, sono nervosa. E a lasciar perdere ci ho pensato. Cazzo, sì che ci ho pensato. Tutto il giorno ci ho pensato. Solo che,...
genere: orge
scritto il 2019-07-24 | da Browserfast
Un metro 14 - Deve succedere adesso
Con il cuore in gola mi avvicino a Sven e all’uomo che è con lui. Ha ancora il cappotto indosso e la sua prima reazione un po’ mi rassicura, perché lo sguardo che rivolge al padrone di casa è di quelli che dicono “ma hai ospiti, non volevo disturbare”. E’ un uomo dalla carnagione un po’ scura, nemmeno olivastra. Diciamo che sembra...
genere: trio
scritto il 2019-07-18 | da Browserfast
Un metro 13 - Mai arrendersi
Un solo messaggio ti può cambiare l’umore, ti può cambiare una serata, o anche le tue prospettive, il tuo modo di vedere le cose. Figuratevi quando i messaggi sono tre. Il primo è di Serena e, vabbè, non è che sia fenomenale. Però mi predispone bene. Arriva su WhatsApp mentre sto tornando a casa dalla palestra e recita: “Che culo che...
genere: etero
scritto il 2019-07-16 | da Browserfast
Un metro 12 - In fondo è solo una pizza
– Dai, neanche a me va di fare tardi, una pizza e a casa. Le ho già detto no tre volte ma, come forse vi ho già raccontato, quando si fissa su una cosa Serena è insopportabile. Se non la accontenti, o almeno non le vieni un po’ incontro, comincia una lagna senza fine. Ero appena tornata a casa. Anzi, proprio in ascensore, mi era arrivato...
genere: bisex
scritto il 2019-07-14 | da Browserfast
Un metro 11- Una rivelazione
Ci ho pensato per tutto il tempo in cui sono stata in autobus. Miracolosamente seduta, per fortuna. Oddio, per la verità è da quando mi sono svegliata che ci penso. E’ inutile fare finta di niente. La gara con Serena non c’entra un cazzo, siamo oneste. Altrimenti non starei, alle dieci di mattina, andando da Lapo. Non solo perché, ai fini...
genere: etero
scritto il 2019-07-14 | da Browserfast
Un metro 10 - Siete due deficienti
Vabbè, vaffanculo. I capelli li lavo dopo. Mi asciugo in modo molto veloce e copro il letto perché quella macchia sul lenzuolo è proprio una vergogna. Mi metto davvero le prime cose che trovo. Mutandine banalissime, reggitette non coordinato, maglione, jeans. E qui faccio la prima cazzata, perché appena scendo in strada con i fantasmini e le...
genere: etero
scritto il 2019-07-13 | da Browserfast
Un metro 9 - L'esame
– Signorina buongiorno. – Buongiorno professore. – Lei conosce la dottoressa Anzaldi? – Naturalmente, professore. – Prego, si accomodi, può lasciare il suo cappotto su quella sedia. O sull’attaccapanni, senza problemi. – Grazie. – Lei ha preparato un argomento di discussione? – Io? Ma… credo ci sia un errore, prof. – Sì?...
genere: etero
scritto il 2019-07-11 | da Browserfast
Un metro 8 - No-Pussy day
Recupero la giacca militare, almeno quella, e lui un maglione. Fa freddo lo stesso, almeno finché il riscaldamento della sua Toyota non comincia a fare sul serio. Stavolta non saprei dirvi la scansione temporale, ma dopo non molto sono già lì che gli faccio un pompino in una zona un po’ al riparo dal traffico mentre lui con la mano infilata...
genere: etero
scritto il 2019-07-11 | da Browserfast
Un metro 7 - Ninety’s bitch
Il messaggio WhatsApp arriva verso le cinque del pomeriggio. “Dress code: ninety’s bitch”. Le domando se sia una serata a tema ma lei risponde di no. Dice che le era venuta l’idea ascoltando le Icona pop su una playlist di Youtube. Ok, vestiamoci da mignotte. Una mini nemmeno troppo eccessiva, ma comunque mini, e una cosa che ti vendono...
genere: etero
scritto il 2019-07-10 | da Browserfast
Un metro 6 - Un grosso errore
Non dovevo farlo, è stato un errore. Dovevo filare a casa. Perché una birra piccola ne tira un’altra media. A stomaco vuoto. E non sarebbe nemmeno tutto sto disastro, perché io l’alcol lo reggo abbastanza. Al massimo sarei tornata a casa un po’ più allegra. Invece adesso, sedendomi, mi è crollata addosso tutta la stanchezza della...
genere: etero
scritto il 2019-07-06 | da Browserfast
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.