Ricerca racconti

Risultati di ricerca per "yacht" :

3 6 racconti trovati.

Vacanza sullo yacht (parte 19)
genere: sadomaso
Tornando sull’imbarcazione, dopo avere camminato sui due gradini umani, si diressero alle poltroncine. “Cani, qui”. Cani. Riflettevano mentre, prostrati, avevano il piede dei Padroni sulla nuca. Cani. Non era stata pronunciata in modi o toni offensivi o denigratori. Mai i Padroni volevano offenderli. Era una pronuncia neutra, per quanto...
scritto il 2021-11-19 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 18)
genere: sadomaso
“Schiava, vai a gettare le carte che hai in bocca e corri a pulire i piedi della Signora”. Abbey aspettò in piedi sul giovane che la moglie finisse di pulirle, con la lingua, i suoi piedi dallo sperma del marito. Mentre i Signori continuarono a parlare, i due schiavi stettero inginocchiati reggendo i vassoi con i bicchieri e l’acqua...
scritto il 2021-11-18 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 17)
genere: sadomaso
“Immagino che userete gli schiavi anche per soddisfarvi sessualmente”. La curiosità dell’ospite era forte. “eheheh certo cara”. Lia soddisfò la sua richiesta dando una risposta che, pensava, fosse scontata. In effetti lo era, ma era una di quelle domande formulate giusto per avviare un discorso, utile per apprendere particolari...
scritto il 2021-11-17 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 16)
genere: sadomaso
In un momento di silenzio Enrico chiamò la schiava che si recò vicina a lui. “Mi sembra che vi stiamo dando molto da mangiare, con la fame che avete per voi è oro”. Marta intuì che quella frase stava in realtà anticipando ben altro e salì in lei quella sorta di tensione che era anche causa del loro piacere. “Sì Padrone”. Più che...
scritto il 2021-11-16 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 15)
genere: sadomaso
Anche Abbey, eccitata, gettò a terra la buccia, però la fece cadere accanto a sé, lontana dalla posizione della schiava, in modo da farle fare, a 4 zampe, il giro delle due poltroncine per raccogliere da terra il cibo, come un cane. I Padroni erano divertiti dall’iniziale eccitazione degli ospiti. Questi cominciavano a comprendere la...
scritto il 2021-11-15 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 14)
genere: sadomaso
Enrico, come Lia, era già eccitato sia per la situazione nuova sia per la reazione di accettazione completa da parte dei ragazzi. Entrambi sapevano che per quei due schiavi questa sarebbe stata una prova dura e decisiva. Se avessero sbagliato a valutarli e non fossero stati pronti a sopportare questa accelerazione della loro sottomissione, con...
scritto il 2021-11-14 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 13)
genere: sadomaso
Le frustate scossero Marta che superò la nuova soglia sulla cui porta era stata messa dai Padroni. Fu come quando, alla guida di un’auto, improvvisamente ci si rende conto di essersi appisolati per una frazione di secondo e la reazione è immediata. Così si precipitò in avanti e, invece di baciare semplicemente, si mise a leccare quei piedi...
scritto il 2021-11-13 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 12)
genere: sadomaso
In auto, verso il porto, i quattro amici cambiarono discorso, ma gli ospiti avevano la mente piena di mille pensieri su ciò che li avrebbe aspettati in quei giorni. Erano stati avvisati, quando si erano accordati per incontrarsi, che avrebbero trovato quella coppia schiava dei loro amici. Tuttavia, benché intrigati, avevano quel tipico senso...
scritto il 2021-11-12 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 11)
genere: sadomaso
Andrea e Marta avevano finito di fare i lavori che erano stati loro ordinati dai Padroni. Non avevano ricevuto ordini. Fecero ciò che i Padroni avevano insegnato loro da quando era iniziata la vacanza, pensando che quella fosse la normalità anche se, si resero conto, era la “loro normalità”, perché espressa in termini assoluti avrebbe...
scritto il 2021-11-11 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 10)
genere: sadomaso
Il sole prometteva una calda giornata che, però, veniva mitigata dall’aria che si poteva godere in mare, cullati dall’acqua. Lo yacht affittato era comodo e confortevole. Un modo diverso di fare e godersi una vacanza. Enrico svegliò la moglie, Lia, in un’ora diversa da quella solita che caratterizzava la routine dell’anno lavorativo....
scritto il 2021-11-10 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 9)
genere: sadomaso
Il rapporto dei giovani coniugi con quei due Padroni aveva fatto uscire tutto ciò che per anni avevano tenuto inespresso. Si vedevano ogni tanto, a chiamata dai Padroni, ma Enrico e Lia, dopo anni di dominio, volevano qualcosa di più stabile. Se quella vacanza avesse confermato il loro animo fortemente sottomesso e la appartenenza a loro, li...
scritto il 2021-11-09 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 8)
genere: sadomaso
Andrea e Marta, nella tranquillità della notte in mare, col silenzio coccolato dal suono delle onde, commentarono gli accadimenti della giornata. A loro, schiavi, piaceva parlare di quanto accaduto e subito dai Padroni, di come li avessero serviti e delle sensazioni che avevano provato. Alla presenza dei loro Proprietari, era fatto divieto di...
scritto il 2021-11-08 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 7)
genere: sadomaso
Enrico allargò le gambe. La moglie, Lia, era cavalcioni sul suo inguine e si faceva penetrare. A terra, inginocchiati, c’erano la schiava e suo marito, non più usato quale poggiapiedi. Enrico adorava sentire la lingua servile sui testicoli mentre faceva l’amore con sua moglie, così ordinò a Marta di dedicare la voluta attenzione. Marta...
scritto il 2021-11-07 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 6)
genere: sadomaso
I Padroni, per il pranzo, scelsero il ristorante al porto. Mandarono lo schiavo ad attenderli sull’imbarcazione. Non ci fu bisogno di spiegargli come avrebbe dovuto mettersi. Ormai quella giovane coppia di coniugi, erano loro schiavi da diversi anni durante i quali i Padroni li avevano educati a servirli a piacimento, dando loro delle regole e...
scritto il 2021-11-06 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 5)
genere: sadomaso
Gli schiavi avrebbero dovuto pulire la casa dei loro Proprietari prima della partenza per la vacanza sullo yacht, cosa che fecero mentre la Padrona era andata ad acquistare le ultime cose. Mentre lavoravano, commentarono l’accaduto, le sensazioni vissute nell’aver dovuto servire la Padrona nella scelta dei vestiti da portare, mentre lei era...
scritto il 2021-11-05 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 4)
genere: sadomaso
Lia era comodamente seduta sul ventre di Andrea, steso sul divanetto nella stanza destinata all’armadio. Allo schiavo piaceva moltissimo avere il peso dei Padroni su di sé e, vista anche l’astinenza da orgasmo loro imposto da oltre un mese, era eccitato. La Padrona però, al momento, non era assolutamente interessata all’uso sessuale...
scritto il 2021-11-04 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 3)
genere: sadomaso
Quando Lia, la Padrona, ebbe terminato di pulirsi le scarpe su suo marito, Marta strisciò sulle ginocchia quel tanto per avvicinarsi e toglierle le calzature in quanto, è noto, sulle barche si resta scalzi. Non resistette al piacere di posare un bacio prima sulle scarpe e poi su quei piedi che tanto adorava, simbolo della sua sottomissione e...
scritto il 2021-11-03 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 2)
genere: sadomaso
Lia entrò in una edicola per acquistare una rivista e, mentre il marito la aspettava all’ombra, la ragazza si era fermata esattamente dove si trovava quando Lia, la sua Padrona, era entrata nel negozio, cioè ancora sotto il sole cocente. L’edicolante stava servendo il cliente successivo quando, con la coda dell’occhio, vide quella...
scritto il 2021-11-02 | da Kugher
Vacanza sullo yacht (parte 1)
genere: sadomaso
La cameriera portò i due caffè al tavolo. Le erano piaciuti quei due signori, eleganti, distinti, posati nei movimenti e sorridenti quel tanto da trasmettere tranquillità. Avrebbe detto che avessero intorno ai 55 anni. Furono cortesi nel ringraziare e, allontanatasi la ragazza, ripresero a parlare. Faceva caldo, era estate e loro erano pronti...
scritto il 2021-11-01 | da Kugher
Lo yacht 13 - finale -
genere: etero
La vacanza è finita, i giorni sono trascorsi veloci per gli occupanti la Sophie in un’atmosfera carica di erotismo. Caduto ogni pudore, dimenticata ogni remora, i sei uomini e le tre donne hanno alternato momenti di vacanza pura con torridi incontri di sesso tra di loro, combinandosi così come dettava il momento, senza tralasciare una o due...
scritto il 2019-10-19 | da Suve
Lo yacht 12
genere: etero
Arianna sta camminando per la strada ammirando suoni, odori e colori, indecisa su cosa fare. Mino non le piace molto e non le andava di unirsi ai due che, evidentemente, stavano per fare sesso. Torna indietro verso il punto di partenza e, avvertendo un languorino, sta quasi per avvicinarsi ad un chiosco da cui sente forti odori quando si sente...
scritto il 2019-10-15 | da Suve
Lo yacht 11
genere: etero
Dormono tutti profondamente, spossati fisicamente e psicologicamente. Al mattino è il rombo dei motori a svegliare Arianna che si lava e sale in coperta. La Sophie fila allegramente sopra l’acqua trasparente ad alta velocità. - Dove andiamo Pà? – - Creta. Faremo un po’ di turismo archeologico. – - Uffa, non è meglio andare da...
scritto il 2019-10-09 | da SUVE
Lo yacht 10
genere: etero
- Hai fatto bene. A tenere Natasha tutta per noi rischiavamo un ammutinamento – Alessandro ride spogliandosi nella cabina insieme a Sibylle. - Non sei geloso di lei? – - No, assolutamente. E’ piacevole averla con noi, così come è stato bello sodomizzarla per primo ma gelosia…. No, per niente. E’ un piacevole complemento… e devo...
scritto il 2019-10-06 | da Suve
Lo yacht 9
genere: etero
Pochi minuti dopo Alessandro vede il terzetto salire a bordo. Si precipita incontro alla figlia, la stringe per le spalle chiedendole dove sono state, perché hanno i vestiti stazzonati e sporchi di sabbia, i capelli sconvolti. - Nulla papà, siamo state sulla spiaggia a ballare e poi, giocando a rincorrerci, siamo cadute. Non c'è nulla di cui...
scritto il 2019-10-01 | da Suve
Lo yacht 8
genere: etero
- Bibi, sai se c’è del caffè? – - Sì, americano, se ti piace. L’espresso italiano occorre farlo con le cialde, oppure al bar del porto fanno un buon caffè turco. – - No, mi accontento di quello americano. Ne vuoi anche tu? – - Magari, ho ancora un po’ da fare per migliorare il segnale. – - Ci penso io. – Poco dopo, Natasha...
scritto il 2019-09-25 | da Suve
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.