Erotici Racconti

Ricerca racconti

Risultati di ricerca per "venti" :

1 9 racconti trovati.

Cronache di una ventiduenne disadattata. La montagna. Vol. 6
genere: dominazione
-Giorno 06- Sospensione mentale Le lenzuola odorano di sesso consumato, la penombra mi ha accompagnato perennemente in questi sei giorni. Mi stiracchio allungando il corpo, non ho voglia di aprire gli occhi. Cos'è successo ieri ho vaghi ricordi, è stato strano, intenso, perpretante, ho quasi timore di guardare il suo viso e leggere qualcosa di...
scritto il 2018-01-13 | da Flamerebel9
Cronache di una ventiduenne disadattata. La montagna. Vol. 5
genere: dominazione
Giorno 05- Anime decadenti Una volta ho immaginato di bere dello sperma da una ciotola, mi è sembrato di gustare il sapore freddo. Avevo creato questo racconto sulla mia immagine di lui. Un altro era un sogno, un bellissimo sogno, ho percepito le sue mani forti sbattermi sul sedere. Mi sono vista sapete? Nel sogno, mi sono vista sulle sue...
scritto il 2018-01-10 | da Flamerebel9
Cronache di una ventiduenne disadattata. La montagna. Vol. 4
genere: dominazione
-Giorno 04- Il riflesso della perversione Neve, tanta neve. Il sole sta calando dietro le montagne. Ognuno di noi predilige un momento che sia giorno o notte, ecco a me piace il tramonto. L'attimo in cui il sole lascia il posto alla notte, tanto inquietante ma stupenda. Vedere la palla di fuoco perdersi dietro le montagne innevate è qualcosa di...
scritto il 2018-01-07 | da Flamerebel9
Cronache di una ventiduenne disadattata. La montagna. Vol. 3
genere: dominazione
-Giorno 03- Piccoli feticci Sto ridendo come una pazza, ammetto di divertirmi un mondo nel punzecchiarlo. Siamo nudi sul letto sfatto, lui mi ha slegata, i miei arti erano indolenziti, ora hanno ripreso la vitalità. Mi guarda con un finto broncio e un espressione corrucciata, ma so che ama sentirmi ridere. Una volta mi disse che le piaceva...
scritto il 2018-01-05 | da Flamerebel9
Cronache di una ventiduenne disadattata. La montagna. Vol. 2
genere: dominazione
-Giorno 02- Orgasmo sotto chiave Sono nuovamente legata a letto, i miei occhi si sono abituati all' eterna penombra della casa, credo che la luce gli dia fastidio in qualche modo. Sono in punizione. In realtà non so se sia una vera punizione o un suo gioco perverso. Mi ha lasciata sola legata al letto, completamente nuda, la casa è ben...
scritto il 2018-01-03 | da Flamerebel9
Cronache di una ventiduenne disadattata. La montagna.
genere: dominazione
-Giorno 01- Buon Non compleanno. Mi sveglio in penombra, non so che ore siano, non so se è mattina, pomeriggio o sera, il tempo ha perso importanza una volta varcata la soglia di questa casa. Mi metto a sedere, il piumone mi copre la pelle nuda, guardo i polsi, delle striature rosse fungono da ornamento con l'indice percorro gli origami segnati...
scritto il 2018-01-03 | da Flamerebel9
Estratti: Dalle otto alle otto per ventiquattr'ore
genere: etero
*** ...e chiudiamo in bellezza la selezione di brani qui su ER. Quanto segue non è propriamente un racconto, bensì una raccolta di estratti di un romanzo breve che trovate a questo indirizzo: veneresole.tumblr.com/tagged/dalle-8-alle-8/chrono (link cliccabile nei commenti). Che dire, è un lavoro al quale tengo molto, per quali motivi potrete...
scritto il 2017-07-20 | da iprimipassi
Sensi roventi
genere: incesti
Un racconto dedicato a Erskine Caldwell e al tempo che sapeva rappresentare. T. E da un bel po’ che guarda i due uomini. I loro corpi. I torsi lucidi di sudore. Le schiene abbronzate e i muscoli che guizzano sotto pelle. Ambedue vestono solamente calzoncini jeans sdruciti e pesanti scarpe da lavoro, guarda le loro cosce, le loro braccia....
scritto il 2017-07-10 | da Tibet
Convention - secondo giorno -
genere: saffico
E anche il primo giorno di convention aziendale è andato. La serata e la nottata trascorsa con i miei due cavalieri è stata devastante! Ho la vagina in fiamme, magari sarà un pò di femminile irritazione, ma non posso immaginare un'altra prestazione con un maschio o peggio con due.Ma la noia di questa benedetta convention è mortale, e...
scritto il 2017-05-18 | da marynella
Convention - primo giorno -
genere: etero
Le convention aziendali possono essere estremamente noiose o estremamente interessanti...dipende! Qualche tempo fa l'azienda ne ha organizzata una sul lago di Garda, solito hotel lussuoso, solita location raffinata e trendy, tutti molto eleganti e tirati nei nostri ruoli aziendali. Tutto solito...Per fortuna, la mia acclarata ninfomania anche...
scritto il 2017-05-15 | da marynella
Dalle otto alle otto per ventiquattr'ore (incipit)
genere: etero
Il tiepido sole di primavera s'insinua tra le fessure delle tapparelle, rivelando in penombra la stanza intorno a me e illuminando il quadrante della sveglia alla mia sinistra, quanto basta per scoprire che ho ancora pochi minuti. Pochi istanti prima che il nostro magico universo deflagri in una miriade di frammenti destinati a tramutarsi in...
scritto il 2017-03-30 | da iprimipassi
Convention aziendale a sorpresa
genere: trio
Marta e l'altra stagista si odiano: "guarda come se la tira quella stronzetta, manco ce l'avesse solo lei". Non ce l'avrà solo lei ma, cazzo, che gnocca! Claudia ha due tette che mi fanno schizzare gli occhi dalle orbite ogni volta che la vedo. La simpatia non è il suo punto di forza ma mangiare una pizza insieme non è certo la prima cosa che...
scritto il 2016-10-31 | da PhoenX79
Storie di vita. 3. Il primo da ventisei (col contorno di altri poco più piccoli)
genere: prime esperienze
“Leccalo, vai giù, succhialo sulla punta poi apri la bocca e fallo entrare, vedrai... bravo… sei una vera pompinara… ora fino in fondo, più che puoi… quanto sei troia!”. Lo baciai sulla punta ed all’attaccatura del frenulo, poi cominciò a spingermelo in bocca, la aprivo il più possibile per farmelo arrivare fino in gola ma tutto...
scritto il 2016-07-31 | da Pisellino
Mio marito venticinquenne
genere: etero
Ero lì mentre fissavo mio marito masturbarsi di nascosto -Cosa stai facendo Dim?-gli dissi eccitata entrando in camera -Quello che vedi- rispose lui guardandomi negli occhi, continuando a masturbarsi Mio marito aveva i capelli neri e gli occhi azzurri, aveva 25 anni e sembrava solo un diciottenne. Io invece avevo 24 anni, capelli biondi e occhi...
scritto il 2016-07-14 | da Lascrittricerotica
Maurizio che non diventi un vizio.
genere: incesti
-Maurizio che non diventi un vizio!- diceva mia nonna al mio fratello Maurizio mentre gli smanettava l’uccello su e giù. -No nonna non lo diventerà- rispondeva lui gemendo mentre dal suo cazzo usciva della sborra bianca che ricopriva la mano di nonna Pina e che la schizzava pure in faccia. La nonna leccò lo schizzo che le era finito...
scritto il 2015-10-15 | da Emma Arnaux.
Venti di tempesta (cap.2 di 2)
genere: voyeur
Continuai a discendere con le lenti del binocolo su quel corpo abbandonato al sole. Sul ventre disteso, su quella pelle così indiscutibilmente liscia e morbida, fino al pube, celato a malapena dal triangolo giallo del tanga; e poi ancora sulle cosce abbronzate, dove potevo vedere poggiate le mani di Caterina, mani eleganti e curate, dalle...
scritto il 2011-03-23 | da Diagoras
Venti di tempesta (cap.1 di 2)
genere: voyeur
Il vento aveva spazzato l’intera isola per più di tre giorni. Impetuoso e violento, aveva iniziato a soffiare la sera del lunedì, prima come timida brezza, poi sempre più forte, fino a calare d’intensità solamente quel venerdì mattina. Nella sua furia, la tempesta aveva provocato notevoli danni ai villaggi e alle strutture turistiche,...
scritto il 2011-03-22 | da Diagoras
Orizzonte degli eventi
genere: gay
Questa è la storia di Lorenzo, una mia storia, Lorenzo sono io. Risale a quando avevo 15 anni. Un ragazzo come tanti, con i problemi che si hanno nell'eta' adolescenziale. L'essere considerati ancora bamboccetti, non essere mai presi sul serio, il dover sempre ubbidire ai genitori, dover andare bene a scuola se no so' cazzi, ecc. Ah dimenticavo...
scritto il 2010-09-29 | da Mitchell
L’incredibile efficacia dell’inattesa piega degli eventi
genere: feticismo
La professoressa Anna aveva i piedi più belli della scuola, non v’è dubbio.<br /> La spiavo dall’inizio dell’anno da sotto la cattedra, mentre giocava con le sue scarpe. Quando avevamo la fortuna di averla nelle due ultime ore di lezione, godevamo tutti della sua stanchezza…<br /> <br /> Alla fine della giornata si riposava i piedi, li...
scritto il 2010-09-19 | da Exculiano Magenta
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.