Ricerca racconti

Risultati di ricerca per "scala" :

2 2 racconti trovati.

La scala oscillava molto ma chi scendeva 8.
genere: etero
Dopo giustificato il mio stato d'animo con Ivanka, chiaramente con l'aiuto di Irina nel tradurre in Ucraino il mio italiano mi sdraiai sul divano e , mentre pensavo al ripartite con la mia azienda, mi arrivò la telefonata dell'assicuratore che mi garantì che in seguito ad un corto circuito che aveva fatto incenerire la mia azienda, la sua...
scritto il 2020-11-26 | da Checco752.
La scala oscillava molto...ma chi scendeva 7.
genere: etero
Avevo una sensazione stranissima ma non riuscivo ad aprire gli occhi dal sonno che avevo ancora da esaudire ma, ad un certo punto realizzai che non era una mia impressione ma realtà: Irina, la mia dolce bambolona mi stava slinguando l'orecchio ed allora aprii gli occhi e vidi subito il suo splendido viso, il suo sorriso che mi ricordava che...
scritto il 2020-11-25 | da Checco752.
La scala oscillava molto...ma chi scendeva 6.
genere: etero
Quindi le dissi che ero curioso di vedere la sua nipotina ma Irina rise dicendomi che dovevo studiare meglio la sua lingua perchè Ivanka, la bambolina che avremmo avuto ospite presto, era sua cugina e non nipote, così passammo un pò di tempo ad imparare lei l'italiano ed io l'ucrainese che poi aveva parole che io già conoscevo avendo parlato...
scritto il 2020-11-22 | da Checco752.
La scala oscillava molto...ma chi scendeva 5.
genere: etero
Tornai a casa tardi ed Irina mi attendeva affacciata al balcone e quando vide che stavo scendendo dall'auto, mi chiamò sorridendomi e la sua espressione dolce e sensuale mi diede una scossa che mi fece salire le scale quasi volando e la trovai ad attendermi a braccia aperte. Ci abbracciammo, baciammo con una passione tale che ci fece finire...
scritto il 2020-11-20 | da Checco752.
La scala oscillava molto ma...e chi scendeva 4.
genere: etero
dopo che mi rivestii, telefonai in ufficio chiedendo se era necessaria la mia presenza lì ma la solerte segretaria Lucia, una signora cinquantenne poco appetitosa per me perchè simile ad una tavola piallata e perciò senza forme, il viso pallido ed i capelli simili al colore del topo, perciò decisamente da rispettare e non sfiorarla con un...
scritto il 2020-11-18 | da Checco752.
La scala oscillava molto ma...e chi scendeva 3.
genere: etero
Al mattino mi svegliò il canto del gallo e, incapace di riaddormentarmi, mi alzai dal letto ed andai a prepararmi il caffè. L'odore del caffè svegliò la biondona e poco dopo infatti me la vidi arrivare in cucina quasi dispiaciuta di non essere stata lei a preparare la sempre apprezzata bevanda calda ma io la invitai a sederso vicino a me e...
scritto il 2020-11-18 | da Checco752.
La scala oscillava molto ma... e chi scendeva 2.
genere: etero
Mi disse che avrebbe fatto qualsiasi cosa purchè non mi fosse uscito dalla bocca quanto avevo visto poco prima ed io le chiesi solo perchè piangeva appena entrò il prete, allora lei mi disse che era andata dal prete per rispondere alla sua ricerca di donna al suo servizio, insomma, la sua perpetua anche perchè si trovava senza una casa ed...
scritto il 2020-11-16 | da Checco752.
La scala oscillava molto ma ...e chi scendeva?
genere: etero
Lavoro per una ditta che installa cavi per il telefono e quel giorno stavo su una scala a due metri di distanza da un campanile di una chiesetta di montagna, trovandomi su un paese con strade assai strette e chi abitava lì se si affacciava alla finestra poteva sbirciare in casa altrui. Ero preso nel collegare due cavi, quando mi richiamò...
scritto il 2020-11-15 | da Checco752.
Alla Scala dopo la Grande Epidemia
genere: sentimentali
Finalmente a quasi un anno dall'inizio della Grande Epidemia la Scala riapriva i battenti e lei aveva programmato da tempo per quell'occasione l'incontro. Avrebbero potuto incontrarsi già da un paio di mesi, da quando le restrizioni e i controlli sugli spostamenti inter-regionali erano stati revocati, ma avevano rinviato di giorno in giorno,...
scritto il 2020-04-13 | da cagliostrus
La scala senza gradini.
genere: etero
Un locale di notte. Ti sto addosso. Ti faccio bere. Sollecito i tuoi sensi. Voglio te. Voglio la tua figa, voglio la tua mente. Ti faccio sentire che ti voglio! Ti bacio il collo. Ti mordo l'orecchio. Passo la mano fra le tue cosce. Sei bagnata! Il tessuto è fradicio. Ti tocco. Passo le dita sulla fica. Prendo la tua mano, la porto all'inguine....
scritto il 2019-12-18 | da VeroSimilmenteFalso
La scala verso il paradiso
genere: etero
È ormai l’ora di rientrare, il sole cala verso le montagne donando al paesaggio quell’incantata luce calda che i fotografi chiamano “ora d’oro”. I due giovani si attardano seduti sulle rocce lambite da deboli onde di risacca, che fanno da accompagnamento sonoro alle loro chiacchiere leggere, appena sussurrate a fior di labbra, miste a...
scritto il 2019-12-17 | da Luthien
Scalata 2
genere: orge
Con un sorriso Anna mi accompagna in sala dove c’è apparecchiata la tavola e iniziamo a mangiare e bere,i due sono molto gentili ma a si comincia a parlare delle cose normali e lentamente dovuto forse al vino i discorsi si fanno più intimi,cosa faremo o cosa si dovrebbe fare alle donne e Giuseppe mi si mette vicino e inizia a strusciarsi...
scritto il 2019-10-05 | da visionario 2
Un sottoscala
genere: etero
Mi è sempre piaciuto ridurmi all’ultimo per fare i regali di Natale, l’angoscia di dover trovare qualcosa mi aguzza l’ingegno. Cose piccole, certo, ma qualche idea carina ce l’ho ogni volta. E’ vero, il 23 dicembre forse è un po’ troppo “all’ultimo”, ma ho praticamente finito, mi manca solo il regalo per mia sorella Martina e...
scritto il 2019-09-29 | da Browserfast
La scalatrice
genere: etero
La incrocio mentre scende dal rifugio Torre di Pisa, 2671 metri, è accaldata e non porta zaino, i suoi bastoncini carezzano la roccia, mentre i miei la picchettano, arrampicandomi sulle maniglie mentre calco la salita. Indossa una canottiera nera e dei pantacollant tecnici, il corpo è una mappa di tatuaggi che arrivano fino alle dita. Le offro...
scritto il 2019-09-27 | da Mr Gwyn
Scalata 1
genere: orge
Non capisco cosa vuole dire ma subito mi viene vicina mi abbraccia e mi infila la lingua in bocca e ha le mani sul culo “Amore da quando ti ho vista impazzisco sei uno schianto fammi vedere le tette le immagino calde e vogliose” Mentre parla mi slaccia il vestito e ha le mani sulle tette “Carla cosa aspetti spogliami fammi tutto voglio...
scritto il 2019-09-19 | da visionario 2
La scala a chiocciola
genere: gay
Solleticato dall’alito di vento che pigramente fa muovere le tende, apro gli occhi, e lo sguardo oltrepassa la balaustra del terrazzino posandosi sulla spianata sincopata dei tetti rossastri, interrotta dalla guglia della Mole e dal tozzo parallelepipedo di Piano. Più lontano l’arco alpino abbraccia la città, e me e il mio amante che...
scritto il 2019-09-14 | da fabrizio
Scalata
genere: orge
Arrivata al posto di direttore,pardon direttrice di un complesso industriale tutti mi cercano per interviste e racconti della mia vita e così inizio a mettere giù la mia storia Sono una donna a tutti gli effetti,tette perfette viso da angelo capelli biondi fluenti ma sotto invece di avere una figa ho un cazzo da 20 cm. Già da giovane avevo...
scritto il 2019-09-14 | da visionario 2
La Scala
genere: poesie
La Scala La Scala ripida e tortuosa Saliva verso il cielo sinuosa… Sul primo scalino giù in basso Teneva in mano il suo Asso… Lacrime di sangue sul suo viso Le disegnavano un beffardo sorriso… Salì di qualche gradino Seguendo la luce del mattino… Alzò vanitosa il suo Asso di Quori Mischiando amori con gli umori… A metà della scala...
scritto il 2019-03-13 | da Mia Sempre
La scalata
genere: gay
Cima Alta, non sei un uomo se non l’hai scalata, tutti gli altri uomini l’avevano scalato da anni. Ogni volta che guardavo e vedevo le sue rupi ripide che dominano la nostra piccola città, mi sentivo così debole e piccolo. Quando arrivò l’anno nuovo capii che avevo meno di sei mesi per provare che ero un uomo anch’io. Quando...
scritto il 2014-10-22 | da Aramis
Scalata al successo
genere: orge
Ciao a tutti, oggi voglio raccontarvi la storia della mia migliore amica, Ilaria! Ilaria è una ragazza di 19 anni, fisicamente perfetta, il suo unico difetto è l'altezza. Infatti è alta solo 1,63; in compenso ha un fisico statuario. Bel viso, pesa 43kg e nonostante questo ha una terza di seno; un culetto piccolino e sodo che fa invidia a...
scritto il 2012-07-20 | da giovanesegreto
La scala buia
genere: incesti
Di solito capitava che il sabato sera Vittorio veniva a farci visita dopo cena e passata qualche ora a chiacchierare con mia madre tornava a casa sua e mentre io andavo a dormire mia madre finiva il suo lavoro in cucina, sparecchiava risciacquava faceva persino il bucato. Una sera, ripeto come al solito, Vittorio ci saluta e scesa la rampa di...
scritto il 2011-07-25 | da mitana
La scala
genere: incesti
Era una giornata di settembre mentre ero al computer x rilassarmi un pò dopo aver studiato dalle 7 fino alle 10 di fila mi viene a trovare mio cugino Luigi verso le 11... Lui mi saluta x un pò parliamo poi lo invito a mangiare a casa visto che non abbiamo l'occasione di vederci spesso lui accetta... Mentre mangiavamo lui mi guarda negli occhi...
scritto il 2010-09-05 | da gigina
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.