Ricerca racconti

Risultati di ricerca per "noir" :

1 5 racconti trovati.

Lomellina noir-Ravenant (4)
genere: pulp
Lomellina noir – Ravenant (4) Questa notte non è fatta per scopare. Niente sesso selvaggio, niente pompini umidi e sperma, niente chiavate nel culo. Questa notte il Gris dovrà fare quello per cui è nato: ottenere la sua vendetta. Ho lasciato Alex con un dono. Il suo caldo uccello sporco di sperma mi ha appagato, ma non del tutto. LA voglia...
scritto il 2020-09-02 | da Vandal
Lomellina noir-Ravenant (3)
genere: pulp
Lomellina noir – Ravenant (3) Io sono morta. Questo è il ricordo più prepotente e doloroso che mi è affiorato nella mente. Sto camminando lungo un sentiero di campagna affiancato da alberi, la luce fa fatica a filtrare tra il fogliame. Ho la netta sensazione di essere seguita. Uno strano odore di petrolio galleggia nell’aria. Lo stomaco...
scritto il 2020-09-01 | da Vandal
Lomellina noir-Ravenant (2)
genere: pulp
Lomellina noir – Ravenant (2) La pelle che sembra cannella, la voce che fluisce come miele, il fisico di una statua da dio egizio. Bellissimo da ferire gli occhi. Nudo su un divano in pelle rossa ricoperto da petali di rosa. Il sesso rigido e lungo almeno una spanna e mezza. Sorride e m’invita ad inginocchiarmi davanti a lui. Si tocca...
scritto il 2020-08-30 | da Vandal
Lomellina noir-Ravenant (1)
genere: pulp
Lomellina noir-Revenant Kelly Luci al neon tremolanti. Lo sguardo oltre il vetro sudicio di una camera da motel. Il cortile di ghiaia è deserto, nessun cliente, bassa stagione. Il custode è nel suo cubicolo, a guardarsi un programma di quiz. Sono in reggiseno e mutandine, reggicalze nere, tutto in pizzo, uno scialle trasparente che copre, si...
scritto il 2020-08-27 | da Vandal
Sabella noir 8 Il velo si alza. La conclusione.
genere: pulp
Il velo si alza. LA conclusione. “Allora, la mia ipotesi è che, Giulio Ambrosi voleva rompere con il suo benefattore. E che, il suo benefattore, non abbia gradito e abbia ucciso Giulio” dico. La Marisa mi osserva seduta sul bordo del letto. Fausto, con un aspetto ancora più irsuto di un grizzly, sembra pendere dalle mie labbra. Abbiamo...
scritto il 2020-08-17 | da Vandal
Sabella noir 7 Barbarossa
genere: pulp
Barbarossa “Abbiamo un prete pedofilo che si eccita ad ascoltare i peccati pruriginosi di Sabella” sono nudo, seduto sulla poltrona di casa mia, con la Marisa che mi fa un soffocotto da urlo. Nonostante questo, cerco la concentrazione giusta e cerco di trovare un senso a quel casino. E la Marisa ha modo di farmi rilassare con quel movimento...
scritto il 2020-08-17 | da Vandal
Sabella noir 6 E si ricomincia con i soliti sospetti
genere: pulp
E si ricomincia con i soliti sospetti . Io e la Marisa siamo in chiesa. Fausto è a casa che recupera le energie della notte precedente. Gran bella cavalcata, se ci ripenso. Ci siamo passati la Marisa come un pippaiolo si passa una canna ad un rave party. Gualtiero il sagrestano sta preparando per la Messa. Ines la perpetua, osserva con occhio...
scritto il 2020-08-16 | da Vandal
Sabella noir 5 - Storie di brogli e garbugli
genere: pulp
Storie di brogli e garbugli La mia salvatrice varca la soglia del pub alle 11 di sera. Le ordino una birra chiara. Ma non è sola, c’è anche il Fausto, uomo rude, capelli neri e fluenti, aspetto irsuto, fisico da lottatore. L’uomo che venne dal Nord, il trivellatore di fondali marini. Per dieci mesi all’anno se ne stava su una piattaforma...
scritto il 2020-08-16 | da Vandal
Sabella noir 4 - In gabbia -
genere: pulp
In gabbia Con il marito della Marisa di nuovo a casa a festeggiare la lunga permanenza lontano da casa, il sottoscritto, oltre a passare le ore vuote a farsi seghe, ha pensato bene di fare il segugio e di continuare le indagini. Sabella è ancora in coma, sua madre veglia giorno e notte su di lei, pregando e maledicendo. Io, la vado a trovare in...
scritto il 2020-08-14 | da Vandal
Sabella noir 3 - Seghe e indizi
genere: pulp
Seghe e indizi “Una ragazza coi fiocchi” Lino il gelataio serve un gelato ad una bimbetta grassoccia e vestita di bianco che sembra un mushmellows “Quasi una volta al giorno, arrivava qui, si metteva l’ alla vetrina e ordinava un gelato. Panna, fragola e cioccolata” “Le ha mai fatto delle avanche?” chiede Marisa Lino inorridito la...
scritto il 2020-08-13 | da Vandal
Sabella noir 2 - Post sbornia
genere: pulp
Post sbornia Mi risveglio con un gran mal di testa e un dolore alla schiena. Il sole entra tra gli scuri, attraverso le tende e mi fa svegliare di soprassalto. Sono in boxer, con l’uccello di fuori e una bottiglia di whiskey abbandonata sul pavimento “Wow” La porta del bagno si apre e la Marisa mi viene incontro con un’aria da zombie. Ha...
scritto il 2020-08-13 | da Vandal
Sabella noir 1- Bici
genere: pulp
Sabella noir Bici Sabella la monella esce di casa avvolta nel suo abito fiorito blu e azzurro. Ha un capello di paglia calcato in testa, adornato con fiori di garofano e sandaletti neri con calzette bianche. Saltella giù dalle scale, la gonna che si apre ad ombrello ogni volta che si fa uno scalino. Sabella è una ragazza carina, dalla faccia...
scritto il 2020-08-13 | da Vandal
Uno studio in bianco (parodia erotico-noir del famoso romanzo di Arthur Conan Doyle)
genere: etero
Note dell’Autore: Per la natura degli argomenti trattati e data la connotazione cruda e cruenta di alcune scene, è assolutamente vietata la lettura ai minori di 18 anni. Nel seguente racconto si fa ampio uso di turpiloqui e considerazioni misogine e xenofobe per dare colore, vivacità e ritmo alla narrazione. A quanti possano sentirsi turbati...
scritto il 2020-02-22 | da Alex88
L'inquisitore, si avvicina la fine. Le verità di “Misèricorde Noir” e del Duca d'Orléans.
genere: pulp
Sono giorni frenetici quelli che seguono! Mille incombenze da gestire e tante altre ne nascono. I soldati del generale Grimand che chiudono in una morsa ambedue le rive della Somme e lentamente convergono verso Amiens, nessuno può passare senza essere controllato, i carri sospettati di contrabbando requisiti e stoccati in magazzini, i...
scritto il 2019-11-19 | da Tibet
Anoir e il suo cazzo nero
genere: etero
Il suo cazzo era enorme tra le mie mani, avevo timore che mi spaccasse la figa con quel cazzone, mentre lo baciavo lo sentivo crescere tra le mani e lui gemeva un porco. Era ubriaco si vedeva, non riusciva a stare in piedi, era appoggiato al muro del bagno, mentre li fuori c'era un via vai di gente, la musica era altissima anche nel bagno, lo...
scritto il 2018-09-25 | da LafataGaia.
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.