Mamma che donna

Scritto da , il 2022-09-26, genere incesti

Mia mamma che donna
Mi chiamo Paola ho 20 anni e frequento l'università, pensavo che la mia famiglia fosse felice, ma come un fulmine a ciel sereno mio papà si è innamorato di un'altra donna e se ne è andato, mia mamma 45 anni, bella donna non ha reagito male, si ha sofferto, ma dopo un paio di mesi la vedo molto tranquilla, solo che spesso la scopro mentre mi guarda, in casa di solito sto sempre in tuta, mamma invece mette delle vestagliette trasparenti, e spesso mi chiede come la trovo, se secondo me è una bella donna.
Un giorno mi dice che ha dei vestiti che le vanno stretti, io e lei siamo alte uguali, lei è più formosa di me, un giorno siamo in camera da letto, mi dice di togliermi la tuta, rimango in reggiseno e mutandine, mi fa provare dei completi, mi vanno bene, poi mi mostra un coordinato di intimo, dai provalo, io mi spoglio nuda, provo il coordinato e lei mi dice che sono molto bella, poi mi dice di provarne un altro, ma mi guarda e mi dice che le piaccio molto, poi mi spinge sul letto poi mi bacia in bocca, mi stringe e poi la sua mano corre verso la mia figa, io la lascio fare, la sento che mi carezza, che gioca con il mio clitoride, mi sto bagnando, poi mi sdraia, e inizia a leccarmi la figa con foga, io sono sconvolta, ma provo un grande piacere, dopo poco vengo, lei continua a leccarmi, io continuo a godere, è instancabile, io continuo a venire, lei beve tutto il mio succo, alla fine sono venuta cinque volte......ahh mamma non pensavo, mi hai rilassato, che bello grazie.
Passiamo la mattina a chiacchierare, poi pranziamo presto, poi dopo il caffè ci sediamo sul divano, mamma si avvicina e mi bacia, io sono senza mutandine, la sua mano mi carezza e io mi bagno, lei mi dice andiamo a letto e ti farò divertire, ci alziamo, andiamo in camera, lei mi spoglia e mi dà una leccata, poi apre la borsa e tira fuori un grosso strap on, si spoglia nuda e lo indossa, con la lingua mi lecca la figa poi i seni e poi il collo e dopo le nostre labbra si uniscono in un lungo bacio e nel mentre mi penetra, sono bagnata il cazzo finto è bello grosso ma entra facilmente, wow che grosso, mi sento nella piena, i nostri seni si sfiorano, mi sta penetrando lentamente, poi mi alza le gambe ahh che colpo, mi sfonda lo sento che mi sbatte sull'utero, ahhh mi sta sbattendo proprio bene, me ne sto venendo come una porca, ahh mi fa venire bene bene, che schizzi, poi mi gira a pecora, mi stringe i capezzoli, sento il cazzo che spinge sull'ano, le sue dita si intingono del mio succo, un dito mi dilata l'ano, poi due dita e poi ohhh che sensazione, mi sta allargando il culo, sta entrando lo sento tutto, ahh mi sta riempiendo, si ferma, mi fa abituare e poi inizia a possedermi, mi sto allargando, lo sento bene, che sensazione di riempimento, ahh le sue dita giocano con il clitoride, mi sto eccitando da matti, mi gira la testa ahhh che orgasmo anale, sto colando dalla figa, mmm passo la mano sulla mia figa, è piena di umori, mmmm lecco le dita, che buono, poi mi sfilo, basta mi fai morire, mi sdraio e mamma mi mette la figa in faccia, lecco e sento i suoi umori, è venuta mentre mi scopava la porca, mi blocca le braccia, la porca mi sta pisciando in bocca, bevo tutto sono la sua schiava, sarò venuta dieci volte, mai goduto così tanto.
Da quel giorno iniziammo a dormire insieme, quasi ogni giorno mi faceva venire, era meglio lei del mio ragazzo, ma un giorno invitai lui e un suo amico a casa, mamma aveva iniziato la palestra, pilates, yoga, insomma era come ringiovanita, il mio ragazzo e il suo amico la mangiavano con gli occhi, bevemmo parecchio nel dopocena seduti sul divano io e il mio ragazzo iniziammo a baciarci, poi andammo in camera mia, il mio ragazzo venne subito, nell'andare in bagno vidi mia mamma in camera con l'amico del mio ragazzo Marco, lei lo stava cavalcando, lei mi disse di unirmi a loro, mi feci un bidè e poi entrai in camera di mamma, lei mi disse di incularla con lo strap la mamma è bagnata impalata sul cazzone di Marco, io prendo del gel, infilo le dita nel suo ano, è bello largo, si non preoccuparti, tuo padre prima amava incularmi e venirmi dentro, per cui sono abituata, spalmo il gel sul cazzo, aspetta, lei sta facendo un mozzacandela sul cazzo di Marco, si muove, mugola ahh che bel cazzo ah sto venendo proprio bene ahhhhh dopo essersi rilassata, ecco ora puoi incularmi, inizio a premere e il cazzo entra, spingo, ahh che lungo, come li sento, dai sbattimi, fammi sentire troia, si mamma e inizio a montarla con forza, vado più veloce che posso, ahhh come li sento, ahhh mi fate venire e continua a mugolare, stringo le sue tette contro, io infilo le mani e palpo quelle belle tettone, lo estraggo per metà e poi lo infilo con forza, ahhh come mi piace, dopo quasi un'ora, la porcona che sarà venuta dieci volte dice basta figlia mia, Marco sta per venire.
Mi tolgo, lui la gira, le alza le gambe e dopo poco le sborra dentro, ahhh che sborrata dice mamma, il mio ragazzo dorme, io e mamma iniziammo a spompinare Marco, mamma gli leccava le palle, dopo poco tornò bello duro e io mi misi a cavalcarlo mentre mamma gli posizionava la figa in faccia e iniziava a pisciargli in bocca, il suo cazzo divenne ancora più grosso e duro, intanto io e mamma ci baciavamo con passione, stavo venendo come una porca, poi Marco iniziò a gemere, stava per venire, io mi tolsi e mamma si prese in bocca il cazzone e la poderosa sborrata, poi mi baciò.
Marco andò a fare una doccia, ma io e mamma non eravamo sazie e iniziammo una voluttuosa sessantanove, ci infilavamo le dita nella figa, ci mordevamo il clitoride, iniziammo a venire e a bere il nostro nettare, poi Marco se ne andò e io presi un cazzo finto lo misi a mamma e mi feci scopare a pecora da lei, si divertiva tantissimo a possedermi, a un certo punto provai un intenso orgasmo e iniziai a squirtare, sentivo il mio succo colarmi tra le gambe, mamma rideva e a un certo punto venne anche lei, ma continuò, si divertiva a scoparmi e a vedermi sconvolta, la faccia sul cuscino e i miei continui mugolii di piacere, poi mi girò e iniziò a scoparmi alla missionaria, iniziai a godere e squirtavo, ma anche lei veniva, dopo un'ora era stanca e smise il letto era zuppo dei nostri odori e umori.

Questo racconto di è stato letto 1 0 9 7 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.