Non credevo di Amarla... Volevo solo Sborrarle dentro...Capitolo 3

Scritto da , il 2022-09-23, genere incesti

La storia con mia madre continuava ed ogni volta era sempre più intensa , io ormai ero preso da lei e la mia ossessione diventava sempre più intensa. Le prime volte era stata solo voglia di scoparmela e niente più, era solo il desiderio di soddisfare la mia libidine, di aprirle le cosce strapparle le mutandine, leccarle avidamente la sua splendida figona e poi penetrarla col mio cazzo, sentirla godere, farla venire tante volte e poi scaricarmi dentro di lei con la mia sborra calda. Ma con il tempo diventò Amore ❤️, io ero pazzo di lei, la volevo sempre più, la mattina quando eravamo soli in casa , in cucina mentre lei era indaffarata a fare la colazione io le andavo dietro le spalle, le alzavo la sottoveste, prima le facevo sentire attraverso l'erezione che mi faceva avere, la baciavo sul collo e lei sospirava, " ahh..ahh Amore Mio.." ed io gli dicevo " mamma ti amo voglio solo che tu goda grazie al mio cazzo, voglio che la mia sbora schizzi dentro la tua meravigliosa figona e la riempi. E lei " Amore Mio, tu mi ami .. è Amore incestuoso lo sai ? " ed io " mamma non mi interessa nulla , io ti amo e basta, voglio solo averti e sborrare dentro di te... senza pensare che sia incesto è amore e niente più. " Poi la baciai in bocca la portai in camera da letto, la buttai sul letto le aprì le cosce le infilai dentro la passera il mio pene ed iniziai a scoparmela godeva ed io l'amavo sempre più, non era solo sesso ma era Amore.." mamma ti amo, voglio solo averti tutta per me, voglio avere un figlio con te..., non ti lascerò mai.." e lei " non è possibile Amore Mio sono sposata e pure tua mamma, e una cosa contro natura e punibile come reato.. " ed io " non voglio perderti scapperemo via , fuori dall'Italia, voglio stare con te, voglio diventare Tuo marito, per poterti avere solo mia.." Poi la presi nuovamente dalle cosce e gli infilai dentro la sua splendida figona il mio pene la petravo ancora dopo la prima sborrata e la baciavo in bocca, poi sborrai dentro di lei tantissimi fiotti caldi di seme per la seconda volta e mi accasciai su di lei.. ( continua)

Questo racconto di è stato letto 3 3 3 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.