Scopo mio figlio

Scritto da , il 2022-09-23, genere incesti

Scopo mio figlio
Sono sposato con Luisa, una bella donna, io ho 45 anni e lei 40, abbiamo un figlio di 20, io e lei ci siamo conosciuti a scuola io al quinto anno e lei al primo, ci siamo frequentati e quando dopo la laurea ho assunto la direzione della ditta di famiglia ci siamo spostai e subito e' rimasta incinta.
Mio figlio frequenta l'università, e' un ragazzo magro e porta i capelli lunghi, non lo ho mai visto con una ragazza.
Un pomeriggio esco prima dal lavoro, dovrebbe arrivare un tecnico per la lavastoviglie, sto per arrivare a casa ma mi telefona dicendo che ha avuto un contrattempo, vado lo stesso a casa, entro e sento alcuni rumori in camera di mia moglie, mi avvicino circospetto la porta e' semichiusa e vedo mio figlio, autoreggenti e reggiseno, che bel culetto, si sta truccando, entro, Luca ma che fai chiedo, mi guarda e arrossisce, sto giocando a fare la mamma papino mi dice, mi fa sedere sul letto, poi iniziò a spompinarmi con gusto, poi mi toglie i pantaloni, nel mentre mi carezzava l'ano, poi aprì un cassetto prese una crema e spalmò l'ano iniziando a penetrarmi con le dita, il piacere era sublime e gli sborrai in bocca, ma lui tenendo il cazzo mezzo moscio in bocca continuò ad allargarmi il buco infilandoci due dita, mi piaceva e lentamente il cazzo mi tornò in tiro, lui si mise a pecora, dai papino inculami, mi spogliai nudo e misi il gel sul cazzo, iniziai a penetrarlo, era largo, lui spesso contraeva i muscoli facendomi sentire avviluppato dal culo caldissimo che aveva, stavo godendo, a un certo punto mentre ero preso dall'eccitazione e lo scopavo, lui tirò fuori da sotto il cuscino qualcosa che poi mi accorsi erano manette e mi legò una mano al letto, poi si sfilò da sotto di me e mi legò anche l'altra mano, ero sdraiato bocconi con il cazzo duro, ad un certo punto si mise dietro di me e mi inculò, che bel cazzone, iniziò a penetrarmi, all'inizio mi fece un pò male, ma poi il piacere prese il sopravvento, mi piaceva sentirlo entrare ed uscire dal mio culo, tanto che a un certo punto mi dissi tra me e me e ora che faccio e mi risposi vengooo e venni solo con la stimolazione anale, le contrazioni del mio ano dovute allo schizzare della sborra eccitarono ancora di più mio figlio e dopo poco una sborrata mi riempì gli intestini.
Sono sconvolto, lui mi guarda, piaciuto papino chiede e poi mi bacia, sento la sua lingua in bocca e mi trovo a rispondere al suo bacio, lo spingo contro il muro e inizio a baciarlo e lui risponde con passione, le nostre bocche si cercano, le lingue si toccano, le nostre mani carezzano i nostri corpi, poi mi fermo, sono sconvolto da questa attrazione, lo carezzo, i capezzoli di un seno da adolescente, tra le gambe sento qualcosa di duro, anche io sono eccitato, lecco e succhio i capezzoli, come un bimbo assetato, poi lo guardo in viso, bellissimo, leggermente arrossato, i nostri cazzi si stanno indurendo, poi lo siedo sul mio cazzo e lo penetro lentamente, voglio guardarlo negli occhi mentre lo possiedo, mentre lo carezzo, lo bacio, lui sale e scende per un mozzacandela da sogno, poi gli carezzo il pene e lui subito viene, continuo a stargli dentro, si muove vuole godere e farmi godere, carezzo i capezzoli, poi lo sfilo, la giro e la penetro di nuovo, a pecora, dentro più che posso e lo possiedo, le palle sbattono, i corpi fremono, lo stringo, non so cosa mi accade, non ho voglia di venire, vorrei che questo amplesso mai potesse finire, vorrei farlo impazzire, continuiamo il nostro splendido amplesso, entro ed esco dal suo corpo, e piano piano ora viene una seconda volta, lasciandosi sfuggire un gemito, io sono al limite, poi vengo e mi sembra di svenire per il piacere, schizzo a lungo, poi si apre la porta ed entra mia moglie, ma cosa state facendo voi due, ma sorride.....continua.

Questo racconto di è stato letto 6 7 6 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.