Mia mamma, mia sorella e mio papà

Scritto da , il 2022-09-08, genere incesti

mia mamma, mia sorella e mio papà.
Mi chiamo Paolo, ho 19 anni, in famiglia siamo in 4 io mia sorella, mamma e papà, loro sono molto affiatati, mia sorella ha 24 anni e sta finendo l'università, io da sempre ho avuto poco interesse per le ragazze, anzi le invidio, mi piacerebbe essere come loro e spesso indosso la biancheria intima di mia mamma, un giorno bigiai al scuola e tornai a casa poco dopo le nove, sapevo che mia mamma lavorava e mia sorella era all'università e quindi mi infilai in camera di mia mamma, avevo desiderio di guardarmi il suo intimo, iniziai ad aprire i suoi cassetti, wow una tuta intera in pizzo, vari reggiseni in pizzo, mmm slip alla brasiliana in pizzo, pensai che adorasse il pizzo e sentirlo sulla pelle, vari slipdress e body, biancheria intima davvero di classe, e poi reggicalze con calze coordinate, alcuni in tulle, altre con le giarrettiere, ero eccitatissimo, d'un tratto sentii dei passi e abbassarsi la maniglia, feci appena in tempo a ficcarmi in un armadio che entrò mia sorella.
L'armadio era semiaperto, a vidi togliersi i vestiti e spogliarsi nuda, ero straeccitato ma non potevo toccarmi, non potevo muovermi o mi avrebbe scoperto, poi indossò delle calze e un reggicalze e una vestaglia trasparente, dopo poco che sorpresa ecco entrare la mamma, rapidi baci saffici e poi anche la mamma iniziò a spogliarsi, poi si avvicinò all'armadio, aprì un'anta e prese un grosso strap on, indossandolo, poi iniziò a baciare con passione mia sorella, toccandola, baciandola sul collo, scendendo sui seni e poi facendola sedere sul letto iniziarono una sessantanove, mia sorella spompinava lo strap e la mamma le leccava la figa infilando le dita, una, due, poi la mano scomparve nella figa di mia sorella, che stava godendo come una matta, mentre le sue dita giocavano con il clitoride della mamma eccitandola sempre più, sentii mia sorella venire e poi mettersi a novanta gradi sul letto, subito la mamma la penetrò con lo strap on che era bello grosso e lungo, andava avanti e indietro lentamente stringendo i seni che uscivano dalla vestaglia, le aveva preso i fianchi e spingeva sempre più forte, mia sorella urlava dal piacere ma a un certo punto vidi mia madre irrigidirsi e urlare vengo ahhhh poi si sdraiò sul letto, mia sorella non ancora sazia iniziò a cavalcarla, mentre mia madre con gli occhi chiusi era sconvolta per il grande orgasmo provato, senza penetrazione ma solo immaginando di essere un uomo.
Il cazzo mi faceva male, ma non potevo fare nulla, ero rosso, accaldato, eccitato, stavo impazzendo, mia sorella continuava a cavalcare imperterrita, poi iniziò a venire, forti orgasmi la scuotevano, sentivo godere e gemere senza posa, poi anche lei sconvolta e spossata si sdraiò sul letto.
Dopo poco mia mamma iniziò a rivestirsi, e poi con un ultimo bacio salutò mia sorella, poi speravo uscisse ma rimase a chiacchierare, dopo una decina di minuti uscì e mia sorella si alzò per andare nel bagno della camera a lavarsi, uscii dall'armadio cercando di non fare rumore, d'altronde mia sorella era chiusa in bagno, odorai il letto pieno dei loro umori ed odori, poi uscii dalla camera, dovevo masturbarmi al più presto.
Arrivai in camera e mi masturbai venendo quasi subito, il pensiero di loro due amanti mi eccitava in maniera pazzesca, iniziai a bigiare la scuola spesso, mi nascondevo nell'armadio in camera di mamma e aspettavo, e un giorno la mia attesa fu ricompensata, arrivarono in camera, si spogliarono e poi le loro mani si cercavano, si palpavano i seni turgidi e poi si dedicarono ai loro clitoridi, iniziando a baciarsi con passione, iniziarono una sessantanove, stavano venendo una nella bocca dell'altra
bevevano i loro succhi caldi andarono avanti a lungo, poi si baciarono mischiando i loro succhi l'una nella bocca dell'altra e alla fine mentre pensavo avessero finito ecco entrare papà nudo, e che cazzo che aveva, non so se mi eccitavano di più mia mammma e mia sorella o il suo cazzone.
Iniziò a scopare mia mamma mentre lei con una mano masturbava mia sorella, in preda all'orgasmo strinse troppo forte il clitoride facendo emettere a mia sorella un gemito di piacere, mio padre dopo aver fatto venire mia mamma si avvicinò a mia sorella che gli carezzò il torace e poi scese sul cazzo durissimo, iniziò a menarlo e poi scese con la bocca per un pompino, la lingua indugiava sulla cappella per poi prenderlo tutto in bocca, era esperta mia sorella e molto disinibita, a un certo punto gli prese in bocca anche le palle, papà godeva e gemeva stava per venire, un'alta leccata alla cappella e poi tutto in bocca e una grande sborrata le riempì la bocca, ingoiò tutto anche se con fatica, ma il cazzo rimase duro, lei se lo infilò nella vagina iniziando a cavalcarlo con foga, a quel punto la mamma mise la figa in faccia al marito e iniziò a baciarsi con la figlia, lui emetteva gemiti di piacere ma era totalmente in balia delle due donne, beveva il succo della moglie e sentiva gli orgasmi della figlia e il suo succo colargli sulle palle, il cazzo marmoreo aveva dei sussulti, stava per sborrare ancora e alla fine venne dentro la figlia.
Lei si distese appagata dai tanti orgasmi e la mamma iniziò a leccarle la figa zuppa del suo succo e della sborra del marito, la leccava e si masturbava con forza il clitoride, mugolava e veniva mentre beveva più che poteva, al vederla così il marito si eccitò e il cazzo gli tornò duro, lei si fermò e gli disse mettimelo in culo e lui obbedendo la inculò lentamente, poi iniziò a possederla sempre più forte, le aveva preso i fianchi e la possedeva con forza, mia sorella si girò in modo da leccare la figa alla mamma che iniziava a venire, si leccavano e succhiavano la figa mentre lui inculava sempre più forte la moglie, poi si fermò dentro di lei e piccola luna iniziò a succhiargli le palle, e lui rimase fermo ebbro del piacere che gli dava la bocca di lei, poi mia sorella luna riprese a succhiare mamma che urlava che stava venendo di culo, come godeva, tutta rossa inculata da quel gran cazzo, io senza neanche toccarmi stavo venendo nelle mutande, che sogno essere inculato da papà.
Mamma che riempita da quel gran cazzo stava schizzando come una porca, poi pisciò in bocca e mia sorella bevve tutto, alla fine papà venne e riempì di sborra gli intestini della moglie per poi accasciarsi sconvolto dall'enorme piacere provato, anche mia mamma e mia sorella dopo essere abbondantemente venute si abbracciarono e si addormentarono e io rimasi nell'armadio con le mutande piene di sborra.

Questo racconto di è stato letto 7 7 7 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.