Mia sorella ama i cani

Scritto da , il 2022-08-30, genere incesti


Un giorno una amica di mia sorella le chiese di tenere il cane per alcuni giorni, lei amava dormire nuda, era estate e faceva caldo, il cane dormiva anche lui nel letto, in mezzo a noi.
Una notte la stavo masturbando, mi piaceva giocare con il suo clitoride e poi leccarla, forse per l'odore dei suoi succhi il cane intrufolò la sua testa tra le sue gambe iniziando a leccarla, mmmm quella lingua calda e rugosa la risvegliò completamente ahh fratellno come sei diventato bravo, ma poi si accorse della testa del cane, ahh che bello sto venendo urlò.
Provò un forte orgasmo, io vedevo il cazzo del cane duro, rosso e nodoso, poi se ne accorse anche lei, fratellino prendi delle asciugamano, voglio essere montata, obbedii, mi alzai e avvolsi le zampe e poi si mise a pecora iniziando a strofinarsi la figa, in un attimo il cane la montò, entrò con facilità in quella figa ormai abituata a cazzi enormi, ma poi si gonfiò, ahhh come lo sento, come mi riempie ahhh urlava, il cane iniziò a pomparla con foga, era sconvolta dal piacere di quel cazzo grosso dentro di lei e iniziò a venire, io mi stavo masturbando, lui continuava, dieci minuti, venti minuti, io ero già venuto, lei continuava a gemere e godere, poi il cane si irrigidì, aumentò i colpi e dopo poco la riempì di sborra calda, che godimento fratellino, fantastico, poi si sdraiò, ora leccami al figa, il cane doveva avere sborrato tantissimo, la sua sborra colava fuori e io leccavo, aveva un sapore strano, ma continuai a leccare e succhiare la figa di mia sorella.
Per alcuni giorni lei si divertì a farsi montare, io mi divertivo meno a leccarla, ma per farsi perdonare mentre il cane la montava si prendeva il mio cazzo in bocca e mi lasciava venire nella sua bocca.
Poi la sua amica tornò a riprendersi il cane, lui come la vide le fece le feste e pensai che lei l'avesse abituato a farsi scopare, l'idea di mia sorella fu di farmi mettere annunci come dog sitter, capitò una signora che doveva assentarsi per una settimana e aveva un bel cane lupo, subito mia sorella provò a sedurre il cane, andati a letto iniziò a masturbarsi, poi presi la sua testa e la spinse contro la sua fica, piano piano iniziò a leccarla, ahh fratellino che bello sto venendo mi piace la sua lingua calda e rugosa, iniziò a venire, mentre lui la leccava, venne almeno tre volte e poi misi gli asciugamano attorno alle sue zampe e lei si mise a pecora, dopo altre leccate alla figa spalancata, si prese coraggio e iniziò a montarla, era delicato ma quando fu entrato bene bene si gonfiò e cominciò a montarla con forza, ahh fratellino come e' lungo, dai dammi il tuo cazzo, io ero eccitato e le ficcai il cazzo in bocca, ahhh si tolse il cazzo dalla bocca, fratellino come lo sento fino in fondo io le sborrai in bocca e poi lei emetteva dei lunghi gemiti, tremando iniziò a venire, poi il cane la inondò e io leccai.
Poi la signora si riprese il cane, dopo alcuni giorni mi capitò una famiglia che aveva un grande alano, come lo portai a casa mia sorella quasi venne a vedere il suo cazzo moscio che era comunque enorme, mmm fratellino che voglia, alla sera lei nuda iniziò a carezzarlo, con una mano mentre con l'altra si masturbava, poi spinse la sua testa, e il cane le leccò la figa, presto fratellino prendi le asciugamano, il bravo cane la leccava cn la sua lingua lunga e grande, che bello fratellino ahhh come vengo, iniziò a palpargli il cazzo, piano lentamente e io lo vidi gonfiarsi, tra le sue leccate e il suo cazzo tra le mani lei stava venendo tantissimo, quando vide il suo cazzo duro e grosso e lungo, gli avvolsi degli asciugamano alle zampe e lei si mise a pecora io guidai il suo cazzo che era davvero largo e lungo, a fatica il suo cazzo entrò e poi iniziò a gonfiarsi ancora di più, era riempita il cane la sbatteva con forza, ahhh fratellino mi tocca l'utero sento la sua cappellona, mai stata così piena che gran cazzo che ha, le diedi il cazzo in bocca, ma lei mi scacciò, ahhh come godo, sto impazzendo, la vedevo rossa in viso, eccitata, continuava a mugolare e godere, ahhh come vengo, ahh fratellino squirto, ma io non vedevo nulla, il cazzo enorme la tappava, poi urlò con forza, ahhh come vengo, poi il cane sborrò e un fiume di sperma la allagò, io leccai, ma colava sperma, piscio, i suoi umori, era venuta come mai, leccai e pulii tutto, poi lei mi fece un pompino.




Questo racconto di è stato letto 7 5 8 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.