Goccia di mare

Scritto da , il 2021-08-07, genere poesie

Lacrima furtiva
oscilli, incerta
sulla superficie lucida
di un triste occhio.
Vibri, prendi forma,
ti raccogli sull'orlo di una mandorla;
indugi, inquieta
emissaria di poesia e di tristezza.
Lo sguardo volto al terreno
insegue le tristi onde
nel loro moto perenne
e senza mai domande.
Lunghi capelli neri
ti fanno da corte
quando scivoli
sul bordo del naso
e inquieta oscilli
prima di prendere il volo.
Piccola stilla salata,
ti unisci al mare
di stille salate.
Migliaia di donne
sul bordo di questo mare han pianto
e su queste lacrime
han navigato navi e conquistatori
uomini forti dallo sguardo fiero
e dal braccio forte.
Sulle lacrime di donne
si esprime la potenza dell'uomo,
si esplorano mondi,
si intessono scambi,
si consumano battaglie e tragedie.
E altre donne piangono
sull'orlo della sabbia.

Questo racconto di è stato letto 4 7 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.