Il cane e' il migliore amico dell'uomo

Scritto da , il 2021-03-05, genere zoofilia

Il cane è il migliore amico della donna
All'età di 30 anni vivevo da sola e mi occupavo di traduzioni arabo cinese, lavoravo in casa.
Un paio di relazioni finite male e poi mi ero abituata a stare sola e a qualche relazione saltuaria, ma con il covid conoscere persone era diventato molto più difficile e sui social conoscevo sedicenti Rocco Siffredi che a parole mi avrebbero fatto godere ore e poi tralasciando sulle misure normali duravano come la luce delle scale, 5 minuti al massimo.
Ancora mi ricordo un ragazzo carino che dopo un paio di drink e due baci se ne era venuto nelle mutande, e ultimamente frequentavo poco i social, speravo che la maledetta pandemia finisse per ricominciare a frequentare locali.
Un giorno una mia cara amica mi chiese se potevo tenerle il cane, un cane lupo di 4 o 5 anni, io ero sempre in casa ed accettai.
Era un cane socievole, un paio di volte lo portavo fuori, per il resto stava a casa tranquillo.
Io amavo dormire nuda, era estate e faceva caldo, il cane dormiva anche lui nel letto, era una compagnia piacevole.
Una notte pensavo che dormisse e mi masturbai, ma forse l'odore dei miei succhi lo svegliò e intrufolò la sua testa tra le mie gambe iniziando a leccarmi, mmmm quella lingua calda e rugosa mi fece godere e dopo poco provai un forte orgasmo, vedevo il cazzo del cane duro, rosso e nodoso, una voglia mi prese, mi alzai e presi degli stracci con i quali avvolsi le zampe e poi mi misi a pecora iniziando a strofinarmi la figa, in un attimo il cane mi montò, entrò con facilità ma poi si gonfiò, mi riempiva proprio tanto, poi iniziò a pomparmi con foga, ero sconvolta dal piacere di quel cazzo grosso dentro di me e iniziai a venire, lui continuava, dieci minuti, venti minuti, ero distrutta dal piacere, continuavo a venire , poi finalmente lo sentii irrigidirsi e aumentare i colpi e dopo poco mi sentii riempire dalla sborra calda, che godimento provavo, alla fine venne del tutto e poi si sdraiò sul letto, io mi sdraiai a mia volta carezzando la sua testa e rimasi con la sua sborra che mi colava piano piano fuori, mi addormentai e dormii tutta la notte, alla mattina mi lavai.
Diventò una piacevole routine rilassante, dopo quelle grandi scopate dormivo benissimo tutta la notte, purtroppo la mia amica tornò a riprendersi il cane, lui come la vide le fece le feste e penso che lei l'avesse abituato a farsi scopare, anche se lui era come indeciso, mi guardava con uno sguardo triste, ma alla fine se ne andarono.
Dopo un paio di giornate che mi sembravano vuote e dopo che la mia insonnia era tornata decisi di recarmi al canile a prendere un cane.

Questo racconto di è stato letto 8 7 9 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.