L'esperienza sessuale più perversa (2/2)

Scritto da , il 2021-02-18, genere fisting

segue da 1/2

A quel punto non mi importava cosa mi avesse inerito nella figa, ero così eccitata che anelavo di essere penetrata a fondo.

Dopo le prime due dita, ha proseguito con tre, poi quattro dita, che sono facilmente penetrate nella mia figa.

"Dai Vera, rilassa la tua figa per me" mi ha esortato con enfasi.

Ha poi unito il pollice alle altre dita formando un pugno che ha fatto scivolare nel mio accogliente orifizio spalancato.

Non ho mai provato una sensazione simile prima. La mia figa non aveva mai ospitato niente di così grande prima.

Per agevolare la penetrazione ho alzato il mio culo in aria, in modo da incontrare le sue spinte.

"Vera, il mio pugno è entrato completamente in te. Ti sto scopando con il pugno!" ha urlato eccitata.

"Oh Gina, fottimi più velocemente, devi sfondarmi la figa" ho risposto.

"Mettiti in ginocchio, piccola. Voglio leccarti il buco del culo mentre ti scopo la figa con il pugno" ha aggiunto Gina sempre più eccitata.

Ubbidisco e mi metto in ginocchio, mentre lei mantiene il suo pugno dentro di me.

Gina poi ha allargato le mie natiche con l'altra mano e ha fatto scorrere la lingua sul mio buco del culo.

"Ah, Gina, piccola mia, leccami il culo, lo desidero intensamente!" ho urlato

Ha poi iniziato a lavorare con la sua lingua tutto attorno al mio buco del culo, fino ad inserirne la punta a fondo.

Non ho resistito, sono venuta copiosamente schizzando liquido tutto intorno.

La mia figa si contraeva sul suo pugno mentre le pareti del mio ano si corrugavano sulla sua lingua.

Poi, in modo concitato mi ha detto: "Preparati, sto per scopare anche il tuo buco del culo ".

Improvvisamente ha infilato due dita nel mio culo e ho sentito il mio sfintere allargarsi ubbidientemente.

Non le bastava, è passata a tre dita, poi quattro, e poi ha infilato il pollice nel pugno e all'improvviso mi ha sbattuto il pugno su per il culo.

Ho urlato di dolore, non me lo aspettavo, era terribile …. ma presto il dolore si è trasformato in piacere.

Incredibile, mi stava lavorando inserendo le mani contemporaneamente nella mia figa e nel mio culo.

Ero in estasi., ero presa da continue ondate di piacere che mi facevano perdere la testa.

Ha continuato per un tempo indefinito, tanto da farmi perdere il conto del tempo che passava.

Poi, lentamente, ha estratto i pugni dalla mia figa e dal mio culo.

Sentivo i miei orifizi oscenamente aperti, percepivo l’aria fresca che accarezzava l’interno dei miei organi sessuali.

"Oh Vera, è incredibile, il tuo buco del culo così accogliente che non ha fatto davvero poca resistenza alla penetrazione della mia mano."

Poi ha iniziato a leccarmi attorno al culo, molto lentamente e lievemente … era così bello.

La mia figa era così spalancata e aperta che è riuscita a leccare dentro di me, più lontano di quanto avrei potuto immaginare. Si, stava leccando le pareti interne della mia figa.

Mi pareva di essere in paradiso!

Dopo avermi accarezzata mi ha girata e si è sdraiata sopra di me.

Le sue grandi tette erano schiacciate sulle mie. I suoi capezzoli erano così grandi ed eretti che li sentivo penetrare nella mia carne.

Si alzò e mi ha offerto un capezzolo in bocca. L'ho succhiato e l'ho morso delicatamente

Poi si è voltata e mi ma schiaffato il culo contro la faccia. Ne ho approfittato iniziando a leccarle le labbra della figa. Avevano un sapore così dolce.

Poco dopo si è irrigidita, si è voltata e mi ha detto: "Vera, voglio fare pipì nella tua bocca".

Mi sono fermata, mi sono seduta e ho le ho risposto: "No, non credo ce la faccia a sopportarlo."

Lei mi ha prontamente risposto: "Andiamo Vera, ti piacerà. Ha un sapore così buono e dolce, te lo prometto. "

Poi mi ha afferrato per le braccia e mi ha spinto sul letto. Non avevo realizzato quanto fosse forte. Mi aveva bloccata e non potevo farci niente. Ero impotente.

Ha posizionato la sua figa sulla mia bocca, mi ha afferrato i capelli con la mano e ha tirato dicendo: "Vieni
puttana, succhiami la figa".

Ho così deciso di arrendermi. Non avevo scelta. Ho iniziato a leccare la sua figa. Leccare come se non ci fosse un domani.

Ho succhiato con ardore il suo clitoride, fino a quando non si è spostata di colpo.

"Vera, ora ti vengo in bocca, aprila e assaggia il mio nettare" mi ha ordinato con voce ferma.

La sua figa ha iniziato a contrarsi e ho potuto assaggiare il suo sperma che fuoriusciva dalla figa ad ondate.

Poi, all'improvviso, un getto caldo di piscio mi è entrato in bocca. Era dolce e caldo e in realtà aveva un buon sapore.

Ha fatto pipì per circa venti secondi. Ho voluto deglutire il caldo liquido che mi offriva, volevo bere tutto.

Quando ebbe finito, disse: “Oh piccola, è stato così bello. Voglio ora che sia tu a farmi pipì in bocca. "

Mi sono alzata, ho posizionato la mia figa sulla sua bocca e lei ha iniziato a leccarmi tutta.

Mi ha lambito il buco caldo come mai aveva fatto qualcuno prima d'ora.

Con perizia lei alternava il leccare il mio clitoride con il penetrarmi con la sua lingua nella figa aperta e nel culo slabbrato.

Non potrei resistere a lungo. Gemevo e urlavo il suo nome.

Mentre ero sul punto di venire nuovamente le ho detto: "Gina amore, sto per venire e pisciarti in bocca".

"Oh sì, fallo adesso piccola!" mi ha risposto.

Mi sono così rilassata e le sono venuta in bocca, lasciando fuoriuscire un flusso costante di piscio caldo e dolce, proprio nella sua bocca.

Il piscio schiumava ma lei ha deglutito come se stesse bevendo ottimo champagne.

Esausta, rotolai lontana da lei e le crollai accanto a lei. Ci siamo annusate e accarezzate a lungo.

"Grazie Gina, è stato meraviglioso."

Le ho poi dato un lungo bacio alla francese.

Era strano, potevo assaggiare e sentire il sapore della mia stessa pipì.

Devo ammetterlo, non vedo l'ora che mi introduca ad altri sport acquatici.


FINE

Questo racconto di è stato letto 5 7 2 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.