Mia moglie e mia figlia a bocca aperta !

Scritto da , il 2021-02-14, genere bisex

Da circa 10 gg mi avevano affiancato in ufficio un nuovo collega, sarebbe rimasto ad aiutarmi circa 3 mesi, ovvero fino a quando la mole di lavoro non
sarebbe scesa.
Io sono Lucas un uomo di 45 anni sposato con Luiselle da 21 anni, abbiamo 3 figlie femmine e mi son sempre reputato un maschio eterosessuale.
Ma dovetti fare i conti con la mia bisessualità repressa quando un giorno ...
Era il mese di giugno quando per esigenze lavorative io e il mio nuovo collega Enzo facemmo un viaggio in auto a Firenze per la presentazione di un nuovo prodotto.
Enzo è un ragazzo di 29 anni di bell'aspetto, occhi e capelli neri , sorriso bianchissimo e con carattere molto estroverso.
Invitai a cena Enzo la sera prima della partenza per mettere appunto gli ultimi accorgimenti per la nostra presentazione.
Lo vedemmo arrivare da dietro i vetri alle 19, era su un CBR 600, fermata la moto si tolse il casco passandosi una mano tra i capelli ,un certo fascino e mascolinità era palpabile anche a distanza !
Infatti appena entrato in casa e toltosi il giubbino da motociclista, mia figlia l'unica presente e mia moglie rimasero a bocca aperta da quanto fosse bello e maschile.
Avreste dovuto vedere le espressioni imbambolate delle mie signore appena le salutò mostrando loro un sorriso bianchissimo e ammaliante!
Passi mia figlia, ma mia moglie ....
Enzo è alto 175 cm ha una corporatura atletico -muscoloso e quella sera aveva indosso un pinocchietto beige con scarpe da ginnastica e una
t-shirt nera che faceva risaltare i bei muscoli delle braccia e dei pettorali.
Effettivamente faceva la sua bella figura ...
Cenammo parlando del più e del meno per metterlo a suo agio e dopo i convenevoli lo misi sotto per la nostra preparazione.
Durante la cena guardavo mia moglie e mia figlia e mi sentivo in imbarazzo per loro per quanto a volte fossero indiscrete nei suoi confronti.
Si fecero le 22 ed Enzo rincasò restando d'accordo che l'indomani sarei passato a prenderlo alle 6
Uscito di casa mia figlia mi guardò dicendomi:
- Pà voglio che mi organizzi un appuntamento con lui !
- Ho inteso che ti piace ...
vedrò cosa posso fare ma non ti prometto nulla !
Intesi?
- Ok però tu fai il possibile ...
L'indomani andai a prenderlo alle 6 in punto, era già davanti al portone di casa sua ad attendermi, aveva indosso pantaloni della tuta
e una T- shirt e a tracolla un borsone con ovviamente gli abiti per la presentazione.
Salito in auto gli dissi :
- Ma stai andando in palestra?
si mise a ridere e disse:
- dobbiamo fare 5 ore di auto e voglio stare comodo ...
Vedrai fra qualche ora come avrai le palle stritolate da quei jeans
aderenti che indossi.
- Hai ragione Enzo non ci avevo proprio pensato ...
Partimmo alla volta di Firenze a durante il viaggio porsi le mie scuse per come si erano comportate mia moglie e mia figlia a cena.
Lui sorrise dicendomi che non era successo nulla e che anzi è sempre lusingato quando qualcuno gli fa notare di essere un bel ragazzo!
Dopo un paio d'ore tra chiacchiere e radio ci fermammo ad un autogrill per un caffè e pipì.
Andammo prima ai bagni dove ci ponemmo uno affianco all'altro all'ordinatorio a muro, Lui in pochi secondi ebbe il cazzo tra le mani io invece
dovetti sbottonarmi completamente per tirarmelo fuori tanto era compresso.
Senza vergogna si voltò a guardarmelo dicendo:
- Poveretto guarda come lo hai ridotto ...
A uno che ti fa godere così tanto dovresti portare più rispetto ...
- Hai ragione Enzo sono d'accordo con te!
d'ora in poi gli presterò più attenzione.
Finito di pisciare andammo a berci il caffè e 5 minuti dopo risalimmo in auto, ma io lo feci con i pantaloni sbottonati e la lampo abbassata
per far respirare e far star più comodo il mio pisello.
Enzo mi disse:
- Bravo Lucas vedo che hai capito che va trattato con riguardo !
Riprendemmo il viaggio e anche a parlare quando l'argomento finì nuovamente sul mio uccello poco dopo.
Fu proprio lui a chiedermi:
- Come sta ora il tuo amichetto si sente meglio?
- Si decisamente meglio ora è più libero di muoversi ...
- Bene , ottimo non devi farlo soffrire !
Mi voltai verso di lui dicendogli:
- Hai un gran rispetto per il cazzo tu!
- Si Lucas, il cazzo mi fa vivere momenti indimenticabili e gli devo rispetto.
- Già ... chissà quante fanciulle lo rendono felice?
- Non solo le fanciulle ...
- Ovvero?
- Beh dai Lucas con te voglio essere me stesso, siamo entrati subito in simpatia e sintonia e voglio che tu sappia che sono bisessuale.
- Porca zozza! quindi vai anche con gli uomini?
- Si ogni tanto capita ...
E tu hai mai provato a scopare con un uomo sempre se posso chiedere?
- Non mi è mai passato per la testa ...
Posso invece chiederti io cosa provi con un uomo?
- Certamente ...
Il maschio che ti fa un pompino lo sa fare meglio di una donna, perché al maschio gay o bisessuale il cazzo piace molto di più!
Sa dove andarti a leccare e succhiare senza farti sentire i denti e poi lo vedi che lo prende in bocca con golosità e voglia ...
Si sente appagato ad averlo tra le labbra o tutto in gola, e poi amano molto la sborra e non la disprezzano come fanno molte donne.
- E tu Enzo ti fai spompinare o spompini sempre se posso chiedere?
- Io con uomo faccio di tutto sono sia attivo che passivo ..
- Quindi mi vuoi far intendere che te lo prendi anche nel culo?
- Si Lucas e non hai idea di quanto goda a farmi scopare!
Mi immaginai Enzo messo a 90 che se lo prendeva nel culo e il mio cazzo non so perché rispose a quell'immagine diventando barzotto !
Enzo molto discretamente si accorse del movimento tra le mie gambe ma no disse nulla.
- Quindi ti fai penetrare e non hai male?
- I primi minuti possono essere un po' dolorosi , ma dopo caro Lucas ti assicuro che è tutto piacere ...
- Io non riuscirei mai !
e al solo pensiero mi vengono i brividi ...
-Posso capire che ti faccia paura ma davvero Lucas ti assicuro che godere con il culo è qualcosa di diverso ...
e poi sei libero di godere solo analmente o in contemporanea con il cazzo, quindi doppio piacere!
- Se lo dici tu Enzo che lo hai provato non posso che crederti, comunque io son vecchio stile e preferisco le donne.
- Anche io ero del tuo stesso avviso, e invece oggi non mi vergogno di dirti che far sesso tra maschi è pura goduria.
Il cazzo non accennava a smosciarsi anzi, mi stava diventando duro e stava per uscire dagli slip e far capolino fuori dai pantaloni.
- Sai Lucas ho visto che hai una gran bella dotazione e non hai idea di quanto potresti far godere un uomo con il tuo uccello
sia oralmente che analmente ....
La cappella mi uscì dai pantaloni in tutta la sua magnificenza mostrandosi agli occhi di Enzo il quale disse:
- Vedo che il discorso non ti è proprio indifferente mettendosi a ridere ...
Diventai rosso e un imbarazzo palese si scolpì sul mio volto.
Stavo guidando con i pantaloni aperti e il cazzo duro che vi fuoriusciva, ma l'elastico degli slip me lo stava segando, così
accostai un attimo in corsia di emergenza per sistemarlo.
Era davvero duro e non voleva saperne di smosciarsi, e farsi mettere a posto.
Enzo mi disse:
- Me lo fai solo vedere nella sua integrità?
Giuro che non te lo tocco, ti do la mia parola!
Mi abbassai completamente i pantaloni e gli slip facendogli vedere il mio cazzone in toto ...
- Urca Lucas hai un cazzone niente male , complimenti davvero, tua moglie ne sarà felice di tanta magnificenza!
- Beh effettivamente lo apprezza molto anche se analmente non si fa scopare perché dice che è troppo grosso.
- Tua moglie purtroppo non ha idea di cosa si perde ...
- E tu Enzo un cazzo come il mio lo prenderesti senza problemi nel culo?
- Certo che si e godrei come la più puttana delle puttane!
- Non ci posso credere che un bel ragazzo maschile come te se lo faccia ficcare in culo, davvero mi resta difficile da credere.
- Non ti sto mentendo non ne avrei motivo, tu non hai hai idea di quanti uomini farebbero carte false per potersi far scopare da te!
Sei un bell'uomo, maschio al 100%, ben dotato e sposato.
A quelle parole mi sentii lusingato e imbarazzato allo stesso tempo, cercando di rimettere nei pantaloni il mio uccellone.
Purtroppo non ci riuscii ma almeno lo misi in una posizione più comoda.
Dai Enzo cambiamo discorso che mi sto distraendo dalla guida e non voglio combinare casini.
- Ok ok Lucas come vuoi.
Due orette più tardi arrivammo finalmente in Hotel e sorpresa della sorprese ci venne data una camera matrimoniale come da prenotazione
mostrandoci il fax della richiesta, senza poterla cambiare a causa della non disponibilità di altra stanza doppia.
Enzo notò un certo timore sul mio viso e appena entrati in ascensore mi disse:
- Stai sereno Lucas siamo qui per lavoro e non per far cornuta tua moglie!
- Si si hai detto bene siamo qui per lavoro e dobbiamo concentrarci sulla presentazione.
Entrati in stanza Enzo fece cadere il borsone ai piedi del letto buttandosi sopra a pancia in giù ...
I pantaloni della tuta mettevano in risalto le forme del suo culo in modo egregio, mostrando un culo sodo alto e a palla!
Feci senza volerlo un confronto con quello di Luiselle e non ci fu paragone che reggesse, il culo di Enzo era davvero molto più bello di quello della mia signora !
Notai che Enzo si addormentò pochi minuti dopo, il suo respiro era cambiato e qualche russata me ne diede la conferma.
Ne approfittai per togliermi quei pantaloni castranti e andarmi a fare una bella doccia.
Lasciai pantaloni a camicia su una sedia davanti alla porta del bagno e andai a lavarmi ...
Sotto l'acqua corrente pensavo ai discorsi intrapresi in auto e al fatto che il cazzo mi fosse diventato duro, e guardandomi l'uccello mi
risuonavano in testa le parole di Enzo : " non hai hai idea di quanti uomini farebbero carte false per potersi far scopare da te! "
In un batter d'occhio il cazzo iniziò a prendere forma diventando duro, mostrandomi una cappella grossa rossa e lucida.
Lo insaponai dandomi qualche colpo di mano, quando Enzo bussò alla porta dicendomi che doveva assolutamente pisciare.
Mi voltai di schiena e gli dissi di entrare.
Rimasi senza parole quando con la coda dell'occhio lo vidi entrare completamente nudo!
Si mise a pisciare dandomi la schiena mostrando quella meraviglia di culo che si ritrovava.
Era davvero bello, una lieve peluria gli ricopriva le chiappe alte e tonde, il mio cazzo prese ancor più vigore iniziando ad emettere qualche umore.
Anche il suo fisico era niente male, spalle larghe, gambe toniche e braccia spesse facevano da cornice a quella meraviglia di culo!
Enzo finito di pisciare ritornò in camera senza dirmi niente ...
Finito di lavarmi uscii dal bagno con indosso l'accappatoio e trovai Enzo sul letto a pancia in giù completamente nudo con una gamba piegata e l'atra dritta dando al culo molto più risalto.
Vi giuro che per un istante ho avuto l'istinto di buttarmici sopra e leccarglielo senza ritegno, ma il suono del mio cellulare mi salvò da quel momento così eccitante e insolito.
Il suono del cellulare svegliò Enzo che tiratosi su dal letto mi disse:
- Vedo che sei uscito vado a lavarmi io ...
Con un cenno di testa lo guardai per dirgli ok mentre lo osservavo frontalmente, pettorale villoso e un cazzo niente male a penzoloni passarono a pochi cm da me tentando di rispondere al telefono.
Riposi al cellulare con voce roca, era mia moglie che voleva sapere se fossimo arrivati ...
- Lucas tutto bene? che voce strana che hai?
-Si amore sono solo stanco ho guidato per tutto il tempo io ...
ora mi faccio un riposino e torno in forma.
- Ok Lucas allora ci sentiamo stasera ,un bacio grande!
Chiusi la chiamata e andai a mettermi degli slip per poi crollare dalla stanchezza pochi minuiti dopo.
Mi svegliai due orette più tardi con Enzo affianco che dormiva sopra il lenzuolo in soli slip.
Lo guardai bene dalla testa ai piedi e non potei che pensare : "Sei davvero sexy Enzo"
Eravamo faccia a faccia nel lettone quando anche lui aprì gli occhi ...
- Ben svegliato Enzo ...
- Grazie Lucas, ti sei riposato?
- Si si mi son ricaricato.
- Ottimo ! che ne dici se andassimo a mangiare qualcosa?
- Si volentieri ...
Così mi alzai mettendomi seduto sul letto ed Enzo si avvicinò al mio orecchio dicendo:
- Se andassimo ad un cinese?
Sentii il suo respiro dentro al mio orecchio e un brivido mi percosse ...
Mi girai per dirgli ok quando le nostre labbra si trovarono quasi a toccarsi!
Non resistetti e lo baciai!
Enzo prese la palla al balzo e continuò a baciarmi anche con la lingua finché non vide che il mio cazzo svettò fuori dagli slip.
A quel punto mi fece ricadere sul letto e me li sfilò.
Iniziò a leccarmi ogni cm del corpo provocandomi un piacere immenso, la sua lingua mi accarezzava in posti mai esplorati da mia moglie.
Avevo il cazzo duro come quando avevo 20 anni, la cappella mi stava letteralmente esplodendo riversando umori a tutto andare.
Continuò a leccarmi fino a quando arrivò al mio cazzo prendendolo dolcemente tra le sue labbra e con la lingua lo ripulì da ogni secrezione.
Iniziò a pomparmi ed ingoiarsi totalmente fino alle palle i miei 22 cm di spessa nerchia !
Ci sapeva davvero fare, e si vedeva che gli piaceva e non poco ..
Io ero in confusione e gemevo dicendogli:
- Porca troia quanto sei bravo Enzo!
Hai una bocca talmente vorace che mi stai per risucchiare anche i coglioni.
Se continui così tra poco ti riempio di sborra !
Enzo non proferiva parola, il suo obiettivo era quello di farmi godere e ci stava riuscendo alla grande.
Ad un certo punto smise di pomparmi e con un dito raccolse gli umori che fuoriuscivano dalla cappella per poi spalmarseli sul buco del culo ...
Quella scena mi eccitò terribilmente facendomi venire non appena me lo riprese in bocca.
Gli riversai in gola fiotti e fiotti di calda sborra che mandò giù senza indugio!
Schizzavo sperma a tutto andare, la bocca , le labbra e le sue guance ne erano piene, ne raccolse anche un po' con la mano e con la stessa iniziò a segarsi per poi venirmi sul petto in modo copioso.
Avevo i peli del petto intrisi del suo sperma e un odore acre di maschio mi stava inebriando.
Mi aveva fatto godere come un maiale, nessuno delle mia ragazze in gioventù e la stessa mia moglie mi avevano mai riservato un trattamento del genere.
Gli dissi :
- Enzo sei stato formidabile per non dire unico!
- Lucas volevo che credessi a cosa ti ho raccontato in auto e spero di esserci riuscito.
Poco dopo ci andammo a ripulire e a mangiare.
Uscimmo dal ristorante che erano quasi le 15, durante il pranzo parlammo dell'accaduto e la cosa strana era che non avevo sensi di colpa,
ne verso me stesso ne verso mia moglie.
Facemmo poi una passeggiata per il centro di Firenze quando alle 17 rientrammo in hotel.
Enzo mi guardò e disse:
- Allora ti ho convinto di quanto 2 uomini possano godere insieme?
- Beh vedi Enzo in parte si ...
ma di una cosa non sono convinto finché non la vedrò con i miei occhi!
- Ovvero ?
- Che tu riesca a prenderti nel culo un cazzone come il mio!
Enzo non disse nulla, prese il beauty-case che aveva nel borsone e si ritirò in bagno.
Intanto io mi misi sul letto a guardare un po' di Tv, quando dopo 10 minuti lo vidi uscire dal bagno completamente nudo.
Si avvicinò a me dicendo:
Spogliati ho voglia di farti godere con questo mettendomi il suo culo praticamente in faccia.
Mi spogliai immediatamente e il mio cazzo tornò duro all'istante al solo pensiero di poterlo affondare tra quelle magnifiche chiappe.
Enzo si mise a pecorina sul bordo del letto invitandomi a leccargli il culo !
Presi tra le mie mani quelle natiche e le allargai iniziando a leccargli l'ano che profumava di sapone.
Il cazzo mi stava esplodendo e anche il suo era bello duro, la mia lingua scorreva su quel buchetto non più vergine a volte cercando di entrargli completamente dentro.
Lucas sei bravissimo a leccarmelo mi diceva ...
Quando prese un tubetto che aveva messo sul comodino e mi cosparse il cazzo di un gel vischiosissimo, facendo altrettanto con il suo ano.
Dai Lucas fammelo sentire tutto dentro, ho voglia di essere fottuto in culo da un manzo cazzuto come te!
Posizionai la mia cappellona già grondante sul suo orifizio e piano piano vinsi la resistenza del suo ano.
Poco alla volta e dolcemente gli affondai tutti i 22 cm di cazzone su per il culo.
Che sensazione e che spettacolo fu vedere scomparire il mio uccello dentro il suo culo!
Lo stavo possedendo analmente, era la mia prima penetrazione anale con un uomo e che uomo!
Enzo mi disse:
- Dai Lucas ora che è tutto dentro e hai visto che riesco a prendermelo senza problemi fammelo sentire quanto sei toro!
Iniziai a fotterlo in maniera dolce per paura di fargli male , ma le sue parole furono:
- Lucas ti ho detto che devi rompermi il culo!
Non devi preoccuparti, più sei duro e deciso e più godo.
A quelle parole iniziai una monta che neanche mia moglie ricevette mai in figa !
Il mio cazzone entrava e usciva da quel magnifico culo senza problemi, e vedere la sua bella schiena muscolosa contorcersi dal piacere mi eccitava
terribilmente, mi supplicava di continuare così che godeva da matti e gli umori che emetteva dal suo cazzone ne erano la testimonianza.
Aveva il buco del culo largo, come mai ne avevo visti, e nonostante ciò riuscivo a godere sentendo strusciare la mia grossa cappella sulle sue pareti rettali.
Lo scopai in tutte le posizioni possibile e immaginabili , il letto ammetteva cigolii continui ma non ce ne fregava un cazzo in quel momento di quello che potessero pensare gli altri ospiti del hotel.
Ad un certo punto si mise disteso sul letto a pancia in su mettendosi un cuscino piegato in due sotto il bacino permettendogli di alzargli il culo.
Lo penetrai nuovamente mentre le nostre bocche erano immerse in un bacio profondo, sentivo il suo cazzone sfregare sul mio petto, la sua lingua farsi strada tra le mie tonsille e il suo culo palpitare di piacere, quando sentii un calore sotto i pettorali e un rigagnolo scendermi sin sulla pancia e lui ansimare come una troia in calore !
Cazzo ero riuscito a farlo venire con il culo senza che si toccasse, preso dalla foga del momento e dalla soddisfazione gli detti gli ultimi colpi decisi che lo fecero schizzare ancora un po', mentre io ero in procinto di farcirgli il culo con una mega dose di sborra.
E così fu ...
Ancora pochi colpi di cazzo in quel culo ormai devastato e gli riversai fiotti e fiotti di sborra calda nel retto.
Mi accasciai su di lui esausto rimanendo con il mio cazzo dentro il suo culo per ancora diversi minuti.
Prima di staccarci mi guardò dicendomi:
- Lucas per essere la tua prima volta con un uomo devo farti i miei complimenti, non è da tutti riuscire a far sborrare un uomo senza che si tocchi.
Sei stato super !
Grazie.
- Grazie a te che mi hai aperto ad una sessualità a me nascosta, sei un ragazzo splendido dico davvero!
Ci staccammo e nel mentre glielo stavo tirando fuori dal culo ormai moscio, lui si avvicinò prendendoselo ancora in bocca e ripulendolo da ogni traccia di sperma.
Alle 19 ci recammo allo stand per la presentazione del nostro prodotto dove le cose non poterono andare meglio.
Devo anche ammettere che molte donne vennero al nostro stand attratte dalla bellezza di Enzo, che in giacca e cravatta faceva davvero perdere la testa.
Eravamo contenti e soddisfatti di esserci conquistati ben 4 possibili clienti quando alle 24 rientrati in hotel chiamò mia moglie per saper come fossero andate le cose.
Mentre parlavo al telefono con lei, Enzo assistette in silenzio alla chiamata con lo sguardo rivolto costantemente al mio uccello !
Finito di parlare con mia moglie mi avvicinai a lui dicendogli:
- Enzo non abbiamo ancora brindato per la riuscita dello stand !
- Vero Lucas!
chiamo la reception e chiedo una bottiglia di spumante?
- No ho un'idea migliore !
Iniziai a spogliarmi e chiesi a lui di fare altrettanto.
Dopo esserci denudati lo spinsi sul lettone e iniziai a baciarlo finché i nostri cazzi presero forma.
Dopodiché la mia lingua scrutò ogni parte del suo corpo fino ad arrivare al suo cazzo, dove per la prima volta lo presi in bocca.
Il suo cazzo era leggermente più piccolo del mio, ma sembrava finto quanto era perfetto.
Iniziai a leccarlo a baciarlo a pomparlo, facendo attenzione a non fargli sentire i denti, cosa che non fu facile a causa della mia inesperienza.
Quando presi un po' di dimestichezza chiesi a Enzo di intraprendere un 69 e in pochi istati avevamo in bocca il cazzo dell'altro.
Che sensazione strana, particolare e estremamente eccitante stavo vivendo.
Il suo cazzo ero buono, odorava un po' di piscio come del resto anche il mio, vedere a pochi cm quella cappella così gonfia e tesa mi piaceva, la volevo
tutta in gola e così cercai di ingoiarlo tutto fino alle palle come aveva fatto e stava facendo lui, rischiando quasi di vomitare a causa dei conati.
Ci pompammo il cazzo per un quarto d'ora buono quando Enzo disse:
- Non resisto più sto per venirti in bocca !
Era quello che volevo e poche slinguate dopo mi riempì la bocca di sborra !
La cosa mi eccitò talmente tanto che quasi in contemporanea gli scaricai anche io il mio orgasmo nelle cavità orali.
Mi gustai quella insolita crema a me sconosciuta mandando giù ogni singola goccia e altrettanto fece lui !
Ripuliti i cazzoni ci tirammo su e dopo esserci ancora baciati disse:
- Non potevamo trovare modo migliore per brindare al nostro successo!
- Si verissimo risposi io !
Crollammo poco dopo a causa della stanchezza svegliandoci al mattino alle 8 e fatta colazione lasciammo quel hotel che ci aveva regalato
tanto sesso e complicità.
Rientrati a casa e in ufficio successe dell'altro ma questa è un'altra storia che se vorrete vi racconterò più avanti, basta che me lo chiediate!






Questo racconto di è stato letto 8 3 2 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.