Solo due parole

Scritto da , il 2021-01-27, genere poesie

La meraviglia al tuo primo pompino,
angelo apparso tra i vicoli sporchi,
come potrò mai dimenticare?
Gli occhi socchiusi mentre succhiavi
e poi spalancati
increduli al rigido
mutare del mio pene,
i tuoi innocenti singhiozzi
mentre inauguravo
la stagione del nostro amore
e gli orifizi del tuo molle corpo
di ragazzo smanioso esploravo.
Dopo, sazio di baci,
la tua voce fu un soffio,
carezzevole e lieve,
solo due parole da regalare l'eterno:
"Ti amo, mio uomo".

Questo racconto di è stato letto 2 3 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.