Mia moglie 17 - L'inizio della roulette russa per essere ingravidata .

Scritto da , il 2020-09-17, genere tradimenti

La settimana successiva,quando sapeva di essere fertile e il marito era in procinto di partire per il viaggio che lei gli aveva organizzato:

-Gino,prima di partire dovresti farmi un favore.-

Aveva detto Elisa al cornuto.

-Cosa posso fare per te cara?-

Aveva risposto il marito con tono melense nel tentativo di recupare il rapporto con la moglie.

-Niente di che.

Come sai,Lara è impegnata a preparare i campioni ed i documenti per il tuo viaggio in America e non ha tempo per occuparsene lei,dovresti andare tu in farmacia a comprare della confezioni di preservativi per me.

Lo sai,io non ci vado perché non mi piace che mi possano scambiare per una troia mentre tutti sanno che sei un porco puttaniere specialmente adeeso che stai partendo per New York.-

-Preservativi?

Cosa ne devi fare?-

-Ascoltami bene cornuto,sai benissimo cosa ne devo fare,se poi quando torni preferisci ritrovarti con un figlio color cioccolato,fai tu!-

-Ma non prendi la pillola?-

Aveva timidamente insistito lui.

-Ma cosa cazzo te ne frega se prendo la pillola o no?!

Ti ho chiesto di prendermi i preservativi e prendili senza discutere!

Se poi preferisci che mandi la tua segretaria così tutti sapranno che razza di cornuto sei,farò così!

-Va bene,va bene,ma quanti ne vuoi?-

-Che ne so io quenti ce ne sono in una scatola!

Comprane 10 confezioni che se poi avanzano li potremo usare dopo e giacché vai in farmacia,prendimi anche una confezione di vasellina che mi brucia ancora dall'ultima volta.-

Il volo per New York partiva alle 16 ed Elisa aveva dato l'incarico di accompagnarlo alla Malpensa proprio a Dhajr.

Per quasi tutto il viaggio i due erano rimasti in silenzio ma,poco prima dell'arrivo in aeroporto,l'uomo non aveva saputo resistere alla curiosità di fare qualche domanda al neo dirigente nero:

-Dhajr,ma davvero sei andato a letto con mia moglie?-

-Ma veramente non saprei...-

Aveva risposto con voce titubante l'uomo di colore.

-Ci sei andato o no a letto con mia moglie...dimmelo!

Devo sapere se è vero o se sono solo sue fantasie per farmi ingelosire?-

-Veramente si...è successo...-

-E' successo?

Quante volte è successo?

E poi...davvero ti ha dato il culo che non aveva mai concesso neanche a me che sono suo marito?-

-E' vero!-

-L'hai sverginata tu o qualcun altro?-

-Io....ha perso anche del sangue la prima volta...-

-Come la prima volta?

Ci sono state altre volte?-

-Si!....altre volte...-

-Bastardo...bastardo...e si che ti avevo raccolto dalla strada per darti un lavoro e tu mi ricompensi rompendo il culo a quella troia di mia moglie?!-

-Ma è stato lei a combinare tutto il casino.

Se lei non mi avesse costretto a violentare la signora Lara,tutto questo non sarebbe successo.-

-Non dire stronzate,che violentare e violentare se tu Lara te la scopavi già!-

-E' vero che me la scopavo con l'assenso del marito che sapeva tutto ed era d'accordo.

Quel giorno però,lei lo ha fatta violentare da me,dal mio amico e dagli altri due magazzinieri contro la sua volontà ed io ero stato costretto a riprendere tutto col cellulare di Lara.

Tutto era nato quel giorno e l'unico responsabile è lei signor Gino!-

-Forse hai ragione tu,sono stato uno stupido.-

-Non se la prenda signor Gino,faccia come Claudio che porta le corna ma ne approfitta per vedere felice sua moglie Lara e per trarne lui stesso dei vantaggi.

Se lo vedesse con quanta gioia assiste alla monta della moglie e come si eccita anche lui.

Lei dovrebbe fare lo stesso.

Mi scusi l'indiscrezione ma in questo momento,mentre parliamo,come ce l'ha?-

-In che senso come ce l'ho?-

-Nel senso che il suo cazzo è duro in questo momento...è eccitato mentre parliamo di sua moglie?-

-Si,ho il cazzo che mi scoppia nelle mutande.-

-Lo vede signor Gino,anche lei e felice di essere cornuto e se fossi in lei,cercherei una complicità con sua moglie che vi renderebbe felici entrambi.-

In aereo l'uomo aveva ripensato alla sua nuova situazione ed alle parole di Dhajr che gli erano sembrate molto sagge.

Quasi senza rendersene conto,quei pensieri "da cornuto" lo avevano eccitato ancora al punto che,quando si erano spente le luci in cabina,nonostante avesse accanto a se un altro passeggero,non aveva potuto trattenersi e si era masturbato sborrando nel bicchiere di birra che aveva sul tavolino aperto davanti a se.

Al suo arrivo all'Hilton hotel di NY,in Italia era da poco passata ma mezzanotte.

Lara ed Elisa come programmato,erano già alle prese coi due neri e con Antonio e il suo amico peloso come un orso ma dal cazzo tozzo e instancabile.

Quando era squillato il telefono Elisa aveva Antonio che,senza preservativo,la stava montando nella fica alla pecorina mentre davanti a se,aveva Dhajr che,tenendole le mani tra i capelli,la stava chiavando in bocca.

Nello stesso momento Lara era impalata col culo sul cazzone dell'amico di Antonio mentre il marito,chiuso nella sua gabbietta,l'accarezzava,le leccava e le strizzava i capezzoli.

L'altro ragazzo di colore,che le aveva appena sborrato in bocca,era sdraiato per terra a godersi lo spettacolo e ricaricarsi per un nuovo giro.

A quel punto,essendo Lara l'unica con le mani libere,aveva chiesto al marito di passarle il telefono:

-Pronto.-

-Pronto..pronto...chi parla?-

-Sono Lara...ciao Gino.....sei arrivato?-

Aveva risposto col fiato grosso.

-Si si sono arrivato bene e in orario,ma dov'è Lisa?-

-In questo momento è impegnata e non può rispondere.-

-Come non può rispondere...cosa sta facendo? -

-Diciamo che ha la bocca piena e non può rispondere!-

-Passamela...passamela....è urgente!-

-Chi è che rompe i coglioni a quest'ora?-

Aveva chiesto Elisa ansimante e strattonata dai due cazzi che aveva in bocca e nella fica.

-E' tuo marito da New York.-

-Che cazzo vuole proprio adesso....uff...uff....ah..ahhh...digli che non posso parlare che sono occupata...-

-Lisa,credo che ti convenga parlargli altrimenti questo ci romperà il cazzo sino a domattina.-

-Pronto...ahhh..ahhh....mmmm....che vuoi?-

-Lisa...amore...volevo dirti che ho parlato con Dhajr e ho capito....-

-Capito cosa mmmm...ahhh...mmm...-

-Ho capito di aver sbagliato e volevo chiederti perdono....-

-Ahhh...mmmmm....va be ne...mmm...va bene.... chiamani domani che adesso ho due cazzi...mmmm che ...mi stanno...mmmm facendo morire...si..siiiii....dai dai...Dhajr...sborrami in bocca siiiiii....-

Colta proprio nel momento in cui Antonio le stava sborrando nella fica e il nero le riempiva la bocca di sperma,Lisa aveva lasciato cadere il cellulare subito raccolto dal marito di Lara che l'aveva passato alla moglie:

-Scusa Gino ma non è proprio possibileaaaa....mmmm...andare avanti..mmm con questa telefonata....chiamala domani mattina....-

Anche per Lara col cazzo che le trapanava il culo,era impossibile andare avanti con la telefonata e dunque,aveva interrotto bruscamente la linea ed aveva spento sia il suo cellulare che quello di Elisa.

A quel punto aveva cominciato a squillare con insistenza il telefono fisso sino a che,non aveva staccato anche quel filo.

L'orgia si era protratta sino all'alba quando finalmente,anche a Claudio,dopo avergli tolto la gabbietta di castità,era stato permesso di chiavere Elisa per depositare anche il suo seme dentro la sua grondante e fertile vagina.

Al mattino,mentre nel lettone matrimoniale erano ancora addormentati Elisa,Sara e suo marito,era squillato ancora il telefono fisso sul comodino.

-Pronto....-

Aveva risposto Sara con la voce impastata.

-Pronto..pronto Lisa!?-

-Non sono Lisa,sono Sara..tua moglie è stanca morta e sta dormendo...ma che ore sono li?

-Sono le tre ma non riesco a dormire,devo parlare con mia moglie.-

-Chiama più tardi,quando li sono le 8 e Lisa è sicuramente sveglia,scusami Gino ma per lei è stata una notte davvero faticosa con tutto quello che ha fatto...-

-Cos'ha fatto..dimmelo...dimmi cos'ha fatto?-

-Porca troia Gino,possibile che tu non capisca,stanotte tua moglie si è presa 5 cazzi in tutti i buchi ed è stanca morta.Buona notte!-

segue



Questo racconto di è stato letto 6 6 3 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.