Bibliofilia

Scritto da , il 2020-07-26, genere dominazione

La tua mano fra le mie cosce fradicie, le tue dita si bagnano di me, solo per voltare la pagina del libro che stai leggendo, incurante, seduto sulla poltrona di fianco a me. Fremo, in attesa. I tuoi occhi sono fissi su quelle righe, io? un giocattolo per te, un accessorio di cancelleria.

Il libro aperto sulle tue ginocchia, io aperta e pulsante, in ginocchio a un passo da te. Con la sinistra ti aggiusti gli occhiali sul naso, immerso nella lettura, la destra pigra mi accarezza, lisciando dolcemente la morbida peluria del mio sesso. Lento, distratto, indifferente alla mia voglia. Io, un animaletto da compagnia.

Mi tieni sospesa, febbricitante, in silenzio. Non mi è concesso un fiato, un sospiro. Di nuovo le tue dita si insinuano, sei arrivato alla fine della pagina. Raccogli i miei umori, e giri il foglio. Ricomincia l'attesa. Io, accucciata con i seni schiacciati contro la scrivania.

Pensieri risuonano nella mente, incessantemente. Quante pagine ancora leggerai, mio padrone, prima di chiudere il libro e decidere, con una sola stoccata, di porre fine alla mia agonia?

Questo racconto di è stato letto 2 5 3 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.