Infinitamente

Scritto da , il 2019-03-14, genere poesie


Sei un chiodo fisso,
un pensiero costante,
un seducente abisso,
un bisogno mai bastante.
Ma come posso fare
a non immaginare?

E smettila di guardarmi
con quegli occhi!
E finiscila di tentarmi...
perché mi tocchi?

Anzi, no.
Fallo ancora.
Almeno per un po’,
fatti mia dimora...

Già ci sarà un saluto
e dovrò farmi forte.
Per il me insoluto,
sarà una piccola morte.
Ma avanti porterò
i miei passi stanchi.
Di sicuro lo farò
abominevolmente.
Ché già adesso manchi.
Questo, infinitamente.

Questo racconto di è stato letto 4 4 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.