Pioggia

Scritto da , il 2018-12-11, genere poesie

La notte ha inghiottito la città, le nuvole si stanno svuotando docilmente, ogni tanto il rombo dei tuoni scuote l’aria fresca.

Stanotte dormirò senza sudare, la calura umida è stata spezzata da questa pioggia regolare, che bagna senza annegare, scioglie senza strappare, il lerciume che in queste settimane ha lordato la città.

Il silenzio intorno è piacevole, dissipa i respiri che il diaframma riesce ad impormi in minuti lentissimi, accendo il sigaro mentre dal balcone osservo le tapparelle chiuse nei palazzi intorno, le volute spesse seguono il vento, fitte come nebbia si dissolvono al contatto con le gocce fredde.

virgil.oldman@libero.it

Questo racconto di è stato letto 5 8 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.