Erotici Racconti

L’affare Meddy e la sacerdotessa Wiggan. Il lieto fine dell'Affare Meddy!

Scritto da , il 2018-10-15, genere zoofilia

Torno a casa e riposo, non sono in grado di mettere in moto le mie rotelline cerebrali, mi ha succhiato ogni linfa vitale durante la lunga notte!
Solo verso sera riemergo dalle nebbie nelle quali sono immerso e telefono alla mia amica, collega, iniziatrice, sapete già che fra noi c'è un rapporto lavorativo, lei passa a me eventuali clienti donna e io a lei gli uomini, siamo in simbiosi! Anche sessuale, eh si, lei pur avendo dieci anni meno di me mi mostra un affetto materno! E io ricambio! Non sapete quanto gradisco ciucciare dai suoi capezzoli inturgiditi!
Ci sentiamo davvero madre e figlio!
Uniti in un rapporto incestuoso! Che sentimento fantastico!!
La invito a cena, accetta ma avvisa... alle undici se ne va, ha un impegno improrogabile di lavoro.
Al ristorante cambogiano, davanti alle pietanze, amok trey, kuy teav e altre prelibatezze khmer, le racconto di Meddy e della sacerdotessa Wicca e le confesso di non saper cosa fare.
Mi guarda con il suo miglior sguardo materno e mi dice...
-Ma è semplice...-
E mi da un indirizzo e dei numeri di telefono.
E' una santa questa donna! Da mettere sull'altare!
Mi lascia poco dopo, è dispiaciuta, avrebbe voglia di giocare alla mamma porca e al figlio da svezzare, ma tant'è! Dovere è dovere.

Subito la mattina dopo faccio il primo numero. E' una donna che risponde, voce roca da fumatrice o da succhia cazzi? Le dico chi mi manda e cosa voglio, è in grado di soddisfare la mia richiesta?
Certo che si!
Risponde.
Subito?
Subito.
Arrivo... dico.
Mi meraviglia, la immaginavo come una specie di virago, mascolina, grande, grossa e rude ed è al contrario gentile e carina, salvo la voce roca!
Davanti a un caffè in casa sua le spiego, le racconto di Meddy e della sua mamma bisognosa di affetto e anche d'altro, chiedo cosa può propormi.
Mi porta fuori, ci sono dei cani liberi che appena la vedono, iniziano ad uggiolare vogliosi e ci girano intorno, le saltano addosso.
-Vogliono scopare... hanno sempre voglia di montarmi.-
Mi dice...
-Ti consiglio quello... il danese, è di ottimo carattere, docile e mansueto, facile da trattare ed è fornito superbamente e ti sta sopra per delle ore senza staccarsi! Si chiama Odino...-
Le chiedo quanto costa.
-Venticinquemila in contanti ma li vale tutti e non è trattabile-
Venticinquemila!!
Più i cinque al losco ladro di cani!
Finisce che 'sto affare va in rosso! Accidenti a me!
Ma cosa posso fare se non abbozzare? Ne va della mia reputazione!
Vedendomi titubante crede che metta in dubbio il valore sessuale di Odino! E mi chiede quindi se voglio vederlo all'opera? Mi da subito una dimostrazione pratica!
Sapete cosa penso?
No... davvero non lo sapete! Penso che l'esperienza magari mi servirà con la mamma di Meddy! Magari dovrò intervenire per favorire il loro amore!
Lei chiama Odino presso di sé e ordina agli altri di mettersi tranquilli, ubbidiscono sia pur delusi dalla scelta! Li ha addestrati davvero magnificamente! Le deve essere costato in tempo e fatica! E impegno sessuale!
Entriamo... mette a Odino delle grosse calze di lana sulle zampe anteriori e mentre il cane si muove impaziente, lei si mette a quattro zampe, indossa ancora un largo jeans da lavoro e solo ora noto che... è aperto in corrispondenza dell'inguine, ha fica e culo scoperti, liberi, a disposizione.

Beh... ora faccio affidamento alla vostra immaginazione su quanto mi fa vedere, insomma subito Odino le salta sulla groppa... ops! Sulla schiena e...
-Dille... di non lavarsi, meglio se sa forte di fica, può essere che all'inizio Odino sia abituato al mio odore forte, dille di masturbarsi prima e di non lavarsi...-

Poi... dopo, passiamo agli affari.
Ho i soldi?
Non con me... rispondo.
Senza soldi, niente cane, non lavoro in fiducia e tu hai la faccia da mascalzone! Ribatte decisa.
Domani dico, a mezzogiorno sono qui con i venticinquemila e lo prendo.
E che siano sani e non farfalle. Dice per concludere.
Ma perché non si fidano di me?

Allora... pensiamo, la mamma di Meddy mi da trentamila ma alla consegna, l'addestratrice mi da il cane dietro versamento dei venticinquemila, c'è qualcosa che non collima.
Ma prima voglio la certezza di poter affibbiare Odino alla mamma di Meddy.
Le telefono.
Puoi venire da me, subito?
Hai buone notizie?
Ottime... meravigliose, ma dobbiamo parlare.
Arriva trafelata, il suo amore materno verso Meddy le ha fatto fare il tragitto di corsa.
Il suo seno sobbalza nel suo ansimare.
La faccio stendere sul divano e le tolgo un po' di apprensione con il solito aiutino chimico, si abbassano un po' le sue difese, inizio il trattamento.
-Ho trovato Meddy...-
La notizia le causa un sussulto involontario!
-Sta benissimo, davvero in ottime condizioni tenuto conto del suo passaggio da questo mondo a quello etereo, ti ama sempre, ti desidera sempre, il suo è un grande amore...-
Geme, sussurra...
-Il mio povero, adorato, amato Meddy... quando potrò rivederlo?-
La rassicuro.
-Domani... domani nel pomeriggio qui da me, ma sai nel passaggio di dimensione, dato che era stato cremato, il suo stato fisico ha subito un cambiamento-
-Che cambiamento?-
-Non è più come lo ricordi, non ha sofferto nel passaggio ma è diverso, lo stesso nell'intimo e nel suo amore, nella sua devozione verso di te ma fisicamente è diverso, direi... a mio parere, che è più bello, più giovane, più vigoroso...-
-Mi basta che sia lui, era diventato vecchiotto povero amore mio, ultimamente perdeva colpi e forse ho esagerato nelle mie continue richieste, lo usavo di continuo...-
-Ora è nel pieno delle sue forze, ti desidera. Vuole farti provare il suo ardore!-
-Dio... mi sto sciogliendo! Penso a come mi prenderà, a come mi riempirà...-
-Ora è enorme, sai il suo cazzo? Enorme!-
-Dio! Dai dai scopami! Adesso! Sono la tua cagna! Dai scopa la tua cagna!-
Che devo fare?
Mi adeguo, fa parte del mio lavoro. La monto come fosse una cagna.
Domani pomeriggio, dico poi. Ti chiamo io, per favore portami i trentamila come d'accordo.

Se ne va felice!
Visto?
Non ho fatto una buona azione? Meritevole di lode?
Mi sento buono.

A sera vado a mangiare dall'ebreo, non è che si mangi molto bene, i soliti piatti kosher... thersi di patate, khinesh di patate e formaggio, ma ci vado per un'altra ragione. Mi ritiro nel bugigattolo del vecchio, contrattiamo un po' e alla fine vince lui, venticinquemila adesso sull'unghia, restituiti a sette giorni. Con l'interesse di duemilacinquecento.
Cazzo! Ci credo che si arricchiscono!
Il giorno dopo i venticinquemila cambiano mano, Odino viene con me, spero non soffra del cambiamento di fica... cioè di padrona! Ma forse no, la mamma di Meddy lo sfiancherà tanto è affamata ora!
Odino gira curioso per casa, ma 'sto cane ha sempre la punta del cazzo fuori?
Arriva, entra e Odino, cioè Meddy le salta letteralmente addosso! La fa cadere e le pesa sopra!
E' assolutamente una manifestazione d'amore, le dico!
Ti ama!
Ti desidera!
E' tuo!
E' tornato da te!
Resterà con te per sempre!
Lei si alza a fatica la gonna mentre è sotto, la tira alla vita e scopre il culo, sposta il perizoma, lo tira su una natica e prende in mano il pene che spinge contro di lei e lo punta!
E comincia la monta! Un coito infinito!
E lei urla, cazzo se urla sotto orgasmo! E continua per tutto il tempo che il cane sta dentro di lei! E quando finalmente si stacca e esce dalla vagina un fiume di sborra, torna in sé. Guarda il cazzo che l'ha riempita e si meraviglia!
-Dio... è enorme! Mi riempie fino al più nascosto angolo della fica, mai mi ha fatto godere come questa volta... MAI! Amo il mio nuovo Meddy!-
Odino ovvero il redivivo Meddy non è ancora sazio, le salta nuovamente sopra e ricomincia la serie di urla, gemiti e ORGASMI a non finire.

Ecco la conclusione felice dell'affare Meddy.
Tanta fatica per la gloria!
Vediamo...
quattromila di anticipo.
trentamila a consegna.
Fanno trentaquattromila.
Meno...
cinquemila al ladro di cani.
Ventisettemilacinquecento all'ebreo.
Totale...
Trentaduemilacinquecento...
Utile?
Una mancia. mille e cinquecento.
Ma almeno ho la reputazione intatta e ho ricongiunto una coppia che era stata separata dal destino cinico e baro.
Per la cronaca... la coppia Meddy va alla grande, lei sembra rinata, ha un'aria felice e soddisfatta, ah! L'amore se fa bene!

Passiamo al secondo caso? Oh no! Abbiate pazienza, questa cosa di Meddy mi ha davvero sfinito e sono piuttosto giù di corda per via dell'affare in pareggio, ho bisogno di una piccola distrazione prima di affrontare la sacerdotessa Wiggan.
Telefono alla mia nuova amica, ricordate quella Dahlia, con l'h... padrona di Attila?
Ha bisogno della mia consulenza, la invito da me, lei chiede di portare Attila, come no? Ma certo, sono affezionato a quel botolo, mi è costato una "sola" da cinquemila euro!

Della sacerdotessa vi racconterò quanto prima, altro caso difficile... molto difficile...

Questo racconto di è stato letto 4 0 2 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.