La fidanzata con un gran culo, pro e contro

Scritto da , il 2018-08-23, genere tradimenti

Questa serie di racconti saranno su un'latra coppia lei si chiama lorena lui stefano 30 anni entrambi stanno insieme da 4 .
La notai subito quella sera di capodanno me loricordo come fosse ieri ....vestito bianco e nero calze nere con dei disegni tacco vertiginoso
occhiali su un viso da brava maestrina carnagione chiara capelli castano scuri ,non altissima 1e65 piu o meno ma una cosa spiccava tremendamente all'occhio...
un gran culo alto carnoso sodo che sembrava volesse esplodere da quel vestito , sembrava una sud americana.
Corteggiata ...dopo qualche mese ci mettemmo insieme , facendo una scoperta sconcertante....26 anni...vergine....non ci potevo credere..
mi raccontò di non aver avuto grandi storie ma sostanzialmente tutti la contattavano per scopare...ovviamente da brava ragazza qual'era
non mi raccontò mai piu di tanto . Praticamente dovetti svezzzarla io ma notavo che le veniva molto naturale , ci metteva una certa foga e quando la scopavo
se ne veniva in 10 minuti ...
Già questo inizio ad eccitarmi...dalle esperienze precedenti io avevo giò esperienze da cornuto....tempo qualche anno e come al solito un episodio
scatenò di nuovo il cornuto che era in me...Una delle prime volte che fui invitato dalla sua famiglia , era un battesimo del figlio di un suo cugino.
Andai a prenderla scese e si presentò con un vestito nero super aderente che mostravano il suo fisico da sud americana in ogni dettaglio sotto un collant color carne
a microrete e un paio di scarpe tacco forse 15 con una fascia sul dorso del piede , chiuse davanti e cavigliera con laccietto , solito occhiale da pompinara
capello stavolta riccio mosso....sembrava una cubista brasiliana dietro naturalmente il vestito così aderente mostrava chiaramente la forma del suo tanga ....pazzesco
mi si indurì il cazzo istantaneamente....salì in macchina non vi dico che panorama sulle sue cosce sode ....
Già in chiesa potete immaginare seduta su quei banchetti faticava a tenere giu il vestito offrendostavolta a tutti e non solo a me il panorama sulle sue gambe e cosce
facendolo venire duro anche al prete.
Arriviamo al ristorante , entriamo in sala , da bravo cornuto mi staccai indietro lasciandola entrare da solo e vidi un paio di camerieri che subito le misero gli
occhi addosso ...guardavano e parlavano tra di loro..posso immaginare cosa dicevano...avevo il cazzo di marmo e ormai avevo capito che anche con lei
sarebbe andata come le altre....
Trascorsi la serata a gustarmi gli sguardi di lei che camminava per la sala del ristorante su quei trampoli ancheggiando come una
battona di strada con il suo culo disegnato e messo ancora piu in evidenza da quei trampoli , lei che in imbarazzo cercava di tenrlo giu ma le sue cosce carnose lo tiravano verso l'alto ,
gli abbracci dei cugini che la stringevano
quel vecchio porco dello zio che la fece sedere sulle gambe e tirava "affettuose" pacche sulle cosce facendole ballare....
per un cornuto l'apoteosi dell'eccitazione. In macchina verso casa "questo vestito oggi mi ha fatto impazzire non faceva altro che risalire ..lo sapevo
che ci voleva piu lungo " non ci vedevo piu dall'eccitazione tirai fuori il cazzo presi la sua mano e la misi sul cazzo...." ecco cosa ha fatto il tuo vestito guarda"
non se lo fece ripetere due volte subito impugnò il cazzo e iniziò a segarmi.. con i suoi braccialetti che ballavano "se ti viene così duro lo mette ancora piu corto
la prossima"...non restitii accostai e la feci montare sul cazzo.. le strappai i collant spostai il tanga e inizio a cavalcare il palo come piaceva a lei
massaggiando e spalancandole le chiappe ....pensando alle scene del giorno a quanti volevano mettere le mani su quel culo e quanti se la sarebbero sbattuta ..
tra me e me ero combattuto se confessarle le mie fantasie o no...decisi di no e resistetti alla tentazione.
Il giorno dopo ci sentiamo ..." ma lo sai che quando sono tornata ieri sera ho aperto
facebook prima di andare a dormire e mi è arrivata una richiesta di amicizia e un messaggio ....non ci crederai ma era uno dei camerieri del ristorante..."sembrava che qualcuno
mi stesse mettendo alla prova..nonostante il cazzo divenne subito duro...inscenai una mezza gelosia ma chiuso il telefono corsi a farmi una sega ...
la mia ragazza sembrava talmente troia che nonostante l'avessero vista col ragazzo comunque ci provavano...
ero eccitatissimo e immaginavo lei che si faceva sbattere dai camerieri su quei tacchi .
cercavo di scacciare quel pensiero ma con una così le situazioni ti portavano per forza a quei pensieri.
....era davvero una santarellina o adesso che aveva provato il cazzo ne voleva provare altri?
Le proposi come gioco di fotografarla .....accettò senza battere ciglio...iniziai a fotografarla in intimo e tacchi
perizomi tanga autoreggenti tacchi vertiginosi....posava senza vergogna e problemi
e naturalmente seguivano grandi scopate. Piu passava tempo piu il tarlo logorava il mio cervello.
Un giorno ci trovavamo in autostrada ....non mi ricordo bene il discorso ...mi ricordo solo che tirai fuori il cazzo
e glie lo misi in mano mentre guidavo ...non servì insistere ....e non servì chiedere...dopo un po me laritrovai
giu a succhiare ...succhiare di gusto in pieno giorno le dissi di slacciarsi i jeans e mostrarmi il culo , obbedì subito
tirò giu i jeans e spuntò il suo gran culo carnoso con un bel tanga e riprese a succhiare ....sorpassai dei camion rallentando
facendo in modo che potessero vedere le sue chiappe ...non battè ciglio succhiava imperterrita
.. più cercavo segnali negativi più me ne dava di positivi....
ma cazzo la verginella che a distanza di qualche mese succhia il cazzo mezza nuda in autostrada ...
non potevo crederci. Era inutile nadconderlo mi succhiò il cazzo nel parcheggio di un centro commerciale
si fece fotografare mezza nuda fuori dalla macchina ....non c'era nulla da fare aveva un gran potenziale da troia.

Questo racconto di è stato letto 7 5 8 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.