La mia amica si scuola Roberta

Scritto da , il 2018-07-03, genere prime esperienze

Quello che vi sto per raccontare è accaduto veramente ed è stata una delle cose più belle che mi siano successe nella vita. Quando andavo a scuola superiore al quarto e al quinto anno conobbi una ragazza di nome Roberta. Era una ragazza semplice, apparentemente timida, bellina di viso che al primo impatto aveva la somiglianza di Deborah Caprioglio poiché quando sorrideva aveva un espressione facciale da finta ingenua. Da qualche tempo Roberta era una delle amiche che mi intrigava più delle altre poiché aveva il culo formoso e ben fatto che neanche lei forse valorizzava più di tanto anzi quasi se ne vergognava di averlo, ma a me piaceva tanto perché era un po’ cellulitico. Ma un particolare che più mi attraeva di lei era che aveva un po’ di smagliature alle quali io facevo caso poiché lei ogni volta che si sedeva i suoi pantaloni erano abbastanza stretti e quando si sedeva sulla sedia si vedeva una buona parte bianca del suo culo con queste particolari smagliature. E dal giorno che feci caso a questo suo particolare ogni volta che lei si sedeva al solito banco io entravo in classe un po’ prima per andarmi a sistemare dietro di lei, o quando vedevo dove lei si sedeva mi andavo a mettere proprio dietro di lei. Ogni volta che gli guardavo il bianco del culo uscire dai suoi jeans provavo un erezione talmente forte che mi toccavo addirittura il pisello sotto al banco. Roberta mi intrigava proprio per il suo culo. Io frequentavo l istituto alberghiero. All alberghiero si studiano due lingue straniere e la seconda lingua era il tedesco che era la più difficile e all ultimo anno di scuola avevamo quasi un po’ tutti un po’ di problemi in tedesco. Io me la cavavo abbastanza bene in tedesco sia nella lettura che nei test scritti anche se avevamo una professoressa abbastanza severa che non la faceva buona a nessuno di noi. Mi ricordo che Roberta in quell anno che era l’ultimo prima di arrivare all’esame di stato, il penultimo compito scritto andò male e prese tre. Lei conoscendo che tipo era la professoressa aveva paura che non arrivasse all esame di stato per mezzo di quel tre. Allora mi chiese il favore se potevo mettermi vicino a lei per fargli copiare il compito di tedesco, dato che io come già vi avevo detto me la cavavo abbastanza bene in tedesco. Io gli dissi io ti faccio copiare il compito però tu in cambio mi devi fare un favore. E lei mi disse: e dai ti prego fammi questo piacere altrimenti quella stronza della prof mi può bocciare. Ed io gli dissi si però poi dopo il compito mi devi far toccare anche solo un poco il tuo culo. E lei mi rispose si però non devi dirlo a nessuno e deve rimanere un segreto altrimenti se tu lo vai a dire in giro io glielo dico alla prof, e poi se lo viene a sapere anche il mio fidanzato sono guai per te!!!!Ed io gli dissi tranquilla non ti preoccupare non lo dirò a nessuno. Il giorno del compito di tedesco lei si sedette proprio davanti a me come capitava quasi tutti i giorni e notai che aveva un jeans strettissimo e quando si andò a sedere sulla sedia si scoprì una buona parte del suo culo. Notai che si vedevano molto bene le smagliature e il segno bianco della sua mutanda che avevano fatto un effetto immediato sul mio pisello che si fece duro in un attimo!!!!!Allora durante il compito io che stavo dietro di lei facevo di tutto per non farmene accorgere dalla prof, e gli passavo i fogliettini con su scritte le frasi da completare in tedesco e Roberta le copiava e girava subito la mano indietro per prendere gli altri fogliettini che io gli passavo!!! E mentre gli passavo i fogliettini mi godevo il suo culo cellulitico con le smagliature. Non riuscivo durante il compito di tedesco a staccare gli occhi dal suo culo tanto è vero che tremavo anche un po’ per l’eccitazione forte che mi sentivo addosso. Appena finita l’ora io feci finta di niente, e quando la prof usci dall’aula lei mi disse aspetto prima il voto, chissà quanto mi metterà questa stronza, e poi ti faccio quel favore che mi hai chiesto. Ma io insistetti dicendo e dai Roberta solo un attimo, si tratta di una toccata fugace e poi basta!!!!Lei disse ok ma sappi che se prendo di nuovo tre al compito e meglio che stai alla larga da me!!!! Ed io gli dissi non ti preoccupare che il compito tuo andrà benissimo!!!!E lei lo spero disse!!!Poi io non parlai più per non essere troppo assilante e lei mi disse subito ma Vincenzo, dobbiamo trovare un posto dove non ci veda nessuno e su questo devo pensarci sopra e poi non essere assillante!!!!. Ed io gli dissi subito possiamo anche andare nei bagni stesso adesso senza farcene accorgere. E lei mi disse qui a scuola no non ci penso neppure!!!!Allora lei disse andiamocene insieme, mi accompagni a pianura con la cumana e conosco un bagno vicino alla stazione dove non è molto affollato. Prendemmo la cumana insieme e arrivati a Pianura arrivammo vicino a questo bagno e mi disse però devi fare presto e non ti devi mettere niente in testa e mi raccomando acqua in bocca!!!! Ed io gli dissi non ti preoccupare Roberta faccio veloce!!!!Entrati insieme in questo bagno io gli dissi Roberta te lo tocco quattro volte!!!! E lei disse si ma fai presto che devo andarmene!!!! Ed io dissi metto un attimo questa musica sul telefono!!! E lei disse che musica scusami? The memory of trees di Enya!!!! E lei mi rispose ah si la conosco è bellissima quella canzone fa rilassare e perché la vuoi mettere? Perché ti faccio quattro toccate belle forti!!!! E lei mi disse si però vedi di non farmi male e fai presto che devo andare a casa a mangiare che ho una fame tremenda!!!!Allora lei si abbassò il jeans stretto che aveva scoprendo solo la metà del suo culo ma io gli dissi no scusami Roberta devi abbassarti tutto!!!! Allora lei si abbassò tutto il jeans ed era completamente nuda non aveva nemmeno il perizoma o le mutande ed io gli dissi facendo il finto tonto? Come mai non ti sei messa la mutanda? E lei mi disse perché sapevo che tu volevi essere fatto questo piacere, adesso però sbrigati che me ne devo andare!!!! E feci partire la musica e come iniziò la musica lei subito mi disse ma ci vuole ancora tempo? Ed io dissi no non ti muovere che ci siamo quasi. E quando la canzone di Enya fece bum nt anta nt ta bu, ntanta nt anta bum al bum gli diedi quattro colpi di manate, toccate fatte bene e lei subito mi disse ok fatto!!!!E subito si alzò il jeans!!!!E mentre si alzava il jeans mi diceva ma ti piace così tanto il mio culo? Ed io gli dissi: è bellissimo Roberta!!!! E lei mi disse ma ho la cellulite e poi sono piena di smagliature!!!! Ed io gli dissi che quei suoi particolari a me eccitavano tanto!!!!E lei ridendo mi disse veramente Vincenzo!!! Ti eccitano le mie smagliature!!!! E mentre lo diceva rideva con quell espressione facciale di finta ingenua come deborah caprioglio!!!!Sono state quattro toccate che poi quando tornai a casa provai un piacere indescrivibile quando mi toccai pensando al culo della mia amica Roberta!!!!!

Questo racconto di è stato letto 9 7 5 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.