Erotici Racconti

L'istante in cui è entrato

Scritto da , il 2018-06-13, genere gay

L'istante in cui sono entrato nel suo Salotto e l'ho trovato interamente nudo
sul divano in attesa del mio arrivo! Non lo scorderò mai,il nostro primo incontro
da amanti inconsapevoli,entrambi diciassettenni e vergini,ed entrambi bisognosi
di provare forti sensazioni sessuali,attratti ognuno dal perfetto corpo maschile da
adolescente dell'altro! Io glielo avevo proposto inizialmente per gioco,così in
maniera provocatoria per telefono,in attesa di cercare di capire quale sarebbe
stata la sua reazione da "Maschietto" punzecchiato nel suo orgoglio e nel fatto
di farsi trovare interamente nudo all'arrivo del suo amico d'infanzia,cioè io,
magari anche solo per un "selfie" di Coppia! Così lo avevo stimolato e provocato
per telefono,non sapendo tra l'altro quale sarebbe stata la sua reazione,tanto vocale
che istintiva,dovendo mettere "a nudo" i suoi eventuali vizietti o segreti più nascosti!
Ma lui accettò ed avendo io le chiavi di riserva del suo appartamento,una volta
aperta la porta,curioso del fatto se avesse accettato o meno la mia provocazione/
sfida ,in tutta risposta me lo sono ritrovato completamente nudo sul divano con
in bellissima mostra un Cazzo di oltre 20 cm.,che sfortunatamente non avevo
ancora avuto occasione di rimirare,ma soltanto di sognarmelo ogni singola notte
da quando siamo cresciuti insieme,fin dalla nostra tenerissima età! Ora era arrivato
Il momento giusto per rotolarci entrambi nudi sul divano,non so quanto desiderato
da lui,ma fortemente agognato da me! " Ok,mi disse lui,il mio cellulare per i selfie
è qui,ma come mai non hai portato anche il tuo?" Mi chiese,ed io :" Tanto puoi sempre
inviarmeli dal tuo", risposi -" e poi volevo venire il più leggero possibile , ho dimenticato
persino di mettere le mutandine,figurati se mi ricordavo del cellulare,avevo il
cervello già sintonizzato sul tuo meraviglioso corpo nudo!" Ribattei,abbassando
leggermente lo sguardo,ufficialmente per fingermi vergognoso,ma realmente per
posare lo sguardo all'altezza giusta per poter rimirare meglio il suo maestoso Cazzo!
Dopodiché mi spogliai velocemente anch'io,solo maglietta e calzoncini senza mutandine
e mi avvicinai a lui con grandissima voglia di abbracciarlo e di sentire il suo Cazzo premere
prepotentemente contro il mio corpo in ebollizione! Per fargli capire poi le mie reali intenzioni,allontanai il suo Cellulare situato sul divano,dicendogli: "Questo ora ci sarebbe
solo d'impaccio "! E lo posai su un tavolo un po' più distante,e lui stupito mi guardò con
aria tra l'interrogativo e l'incredulo,iniziando a sospettare le mie reali intenzioni! Io nei
suoi confronti ero un sotto dotato,comunque un normale 15 cm,del quale mi vergognavo
anche un poco,visto il non paragonabile "gap" tra i nostri Piselli! A quel punto per
sciogliere il ghiaccio e fare sciogliere lui come un ghiacciolo,scelsi di assaggiare di
gusto il suo "Calippo", trovandolo subito molto più saporito e migliore di un qualsiasi
Gelato! Feci fatica ad ingoiarlo tutto,date le sue importanti dimensioni ( 20 cm.!),
ma con oculata dedizione,centimetro dopo centimetro,alla fine ci riuscii,e senza avere
il minimo rigurgito,ma soltanto tanto gustoso appetito! Lui ne fu sorpreso e mi disse
che una simile "prestazione " l'aveva vista finora solo in qualche video-porno con
qualche vorace Pornostar etichettata come "Gola profonda "! Io ne risi,ma nel frattempo
arrossii gratificato dalle sue parole di apprezzamento! Quindi gli feci allargare le gambe
ed iniziai cautamente a sedermi sulle sue cosce,per poi avvicinarmi piano piano al
suo manganello impressionante,allargarmi da solo con le mie stesse mani le mie
chiappette e cercare di infilzarmi da solo, centrando il mio ano che pulsava ed iniziava
ad allargarsi e rilassarsi in attesa del agognato "sacrificio sgarrante"! E "l'istante in cui
è entrato" ossia il titolo di questo racconto,altro non è che la celebrazione del mio
agognato sverginamento anale,nella maniera migliore possibile ( praticamente mi sono
"impalato " da solo), l' istante più lungo,sembrava non finisse più di salire nelle mie
viscere anali,veramente a lungo,ma anche l' istante più bello della mia vita,che non
scorderò mai più e che ricorderò a lungo,ma veramente "a lungo"!

Questo racconto di è stato letto 1 8 6 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.