Erotici Racconti

Mia suocera 2

Scritto da , il 2017-08-12, genere dominazione

Tornarono dopo circa trenta minuti, e subito Marcella riprese il controllo della situazione dicendo alle nuotatrici. Ragazze pronte per lo stile libero. Subito le prime cinque si alzarono ei si posizionarono sulla pedana del blocco e dopo il trillo del fischietto erano tutte a metà vasca. Mentre, L'allenatrice era intenta a controllare quali delle 5 erano le meglio, Alessandra, mi si avvicinò e mi prese le braccia da dietro dicendomi: Antonella, tu da domani mattina vai da Marcella, e tornerai il pomeriggio. tutti i giorni sabato compreso, tranne se ci sarà il mio ragazzo e il tuo Alex. Chiaro ragazza? Come vuoi Antonella risposi. Bene, rispose lei e subito dopo mi baciò sulla nuca, e mi accarezzò il ventre bisbigliandomi all'orecchio, questa sera dopo cena, a nanna presto, anzi, dormiremo insieme. Quando giunse il momento dei saluti, l'ultima ospite ad essere accompagnata al cancello con la sua accompagnatrice fu Marcella che mi disse: ti aspetto domani mani mattina da me, e mi salutò dandomi un bacio e mi fece una carezza sul viso, poi prese per mano la ragazza che le stava accanto e salirono in macchina e partirono.
Tornando indietro, pensavo a cosa avrei dovuto fare da il giorno seguente da Marcella, una volta in casa io e Alessandra facemmo la doccia insieme, oramai sta diventando una abitudine lavarsi noi due insieme. Per cena mangiamo insalata mista, senza formaggi ne tanto meno affettati, poi frutta e da bere acqua.
Dopo avere cenato ci rechiamo in soggiorno e vediamo un pò di TV, poi quando Alessandra decide che è ora rivolta a me dice: Antonella, su preparati, è ora di andare a nanna, mi reco in camera e mi spoglio, lei dalla porta mi vede e dice, non dirmi che dormi con il pigiama, non mi da nemmeno il tempo di rispondere che mi prende per mano e mi porta in camera sua. Si spoglia completamente anche lei ed insieme ci corichiamo sul letto matrimoniale a tre piazze. mi prende tra le braccia ed inizia con il farmi un pò di coccole, mi accarezza e mi bacia il viso, e dopo poco mi addormento tra le sue braccia come fossi una bambina appoggiando il viso sul suo seno sinistro. Ci svegliamo il giorno successivo che sono le 9,00 del mattino e Alessandra vede sul suo cellulare che, vi è un SMS della sua carissima amica Marcella , che le comunica che deve assentarsi per un lungo periodo per il lavoro, e se può occuparsi della sua accompagnatrice di ieri. Iride, Alessandra le risponde immediatamente dicendole di non preoccuparsi, e dopo venti minuti Iride, suona al cancello della nostra tenuta.
Io come al solito, sono al cancello per accogliere la nostra ospite, e come al solito son in bikini, mentre lei sembra una collegiale da come è vestita.
Dopo un paio di minuti, siamo nello studio di Alessandra che rivolta alla nostra ospite le dice: cara, benvenuta alla tenuta azzurra, qui potrai allenarti per le gare di nuoto, e riposarti nei momenti di relax. Poi rivolta a me, dice: Antonella, accompagna la nostra ospite, e mostrale la sua stanza.
Eseguo prontamente quanto dettomi da Alessandra, e dopo cinque minuti, Sarah è nel suo appartamento. Dopo averle mostrato il suo appartamento dotato anche di sala da bagno, le chiedo se le necessita qualcosa o se posso ritirarmi, e lei mi dice che posso ritirarmi perché lei sistemerà le sue cose e poi andrà in piscina per allenarsi.
Torno quindi nello studio per riferire il tutto ad Alessandra.
Non è in studio, quindi ne approfitto per andare in camera mia per sistemare alcune cose. Sto per entrare, ma sento dei gemiti provenire dalla stanza di mia suocera, mi avvicino, e vedo Alessandra, completamente nuda che si sta masturbando. entro nella stanza chiamando mia suocera ad alta voce.

Questo racconto di è stato letto 4 1 9 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.