Erotici Racconti

Mia moglie spiata

Scritto da , il 2017-06-19, genere esibizionismo

Salve,sono Saverio ho 49 anni e sono della provincia di Taranto.Sono un informatore scientifico,sono sposato con Clara 46 anni e impegnata come consulente del lavoro.Siamo sposati da 21 anni con 2 figli entrambi fuori per studio.Siamo una famiglia molto tranquilla,prediliamo una vita dedita alla casa e al lavoro.Mia moglie Clara è stata ed è una moglie e una mamma molto apprensiva,non ama mettersi in evidenza avendo un carattere molto introverso e riservato diversamente da me che sono più espansivo.Io ho sempre amato il voyeur,in ogni sua parte ma é sempre stato nascosto in quanto non sarebbe accettato da mia moglie.Con lei ho avuto sempre un rapporto molto confidenziale in tutto ma su quello privato ovvero quello sessuale c'è stato sempre da parte sua un certo imbarazzo ad aprirsi ad alcuni argomenti riguardante il sesso.Abbiamo avuto delle situazioni o delle avventure da ragazzi in posti strani ma poi da sposati niente di più.Lei tutt' ora é una donna molto affascinante con un bel fisico,le dico che somiglia a Cristina Parodi.Una sera eravamo andati ad una festa di compleanno di un amico e ad essere sinceri io avevo bevuto un Po,il ristorante da casa nostra dista una 20intina di minuti.Ci mettemmo in macchina e subito dopo mi venne da urinare,e li vicino c era un parcheggio con degli alberi,dove molti vanno per appattarsi.Mi fermai e scesi per urinare.Di fronte a me a quasi una decina di metri vidi un suv fermo con dentro solo un uomo intento a fumare.Ero brillo e i pensieri voyeur non tardarono ad arrivare e pensai che sarebbe stato un occasione perfetta per avverare le mie fantasie.Entrai in macchina e avvicinandomi a mia moglie le diedi un bacio.Ero imbarazzato ma presi coraggio e le misi una mano sulla coscia.Mia moglie mi disse dai amore andiamocene da qui che ho un Po paura.Le dissi dai é da parecchio che non facciamo cose da ragazzini.lei rispose dicendomi che era stanca e che li non era tranquilla.Io replicai dicendole che il posto era tranquillo e che così avrei smaltito un Po l'alcool.Lei era molto indecisa,per il suo modo di essere,trovarsi li non era proprio il massimo.Aveva un vestito blu scuro con dei bottoni frontali,mi avvicinai e con la scusa di un bacio le sbottonai il primo bottone verso le ginocchia,lei quasi spazientita mi disse di smetterla e che qualche persona poteva riconoscerci e che avremmo fatto una cattiva figura.Allora per tranquilizzarla accesi la macchina e mi inoltrai ancora un po in mezzo a due alberi,le dissi così non ci vede nessuno.Pero' mi accorsi che a fari spenti il suv si affianco dal lato di mia moglie.Evidentemente era ciò che sospettavo e l idea inizio' a pervadere la mia mente.Iniziai a baciare mia moglie e lei dopo un iniziale imbarazzo iniziò a ricambiare il bacio.Ero eccitato,ero brillo come non mai,il mio sogno si stava realizzando,con mia moglie così seria e ingenua,all oscuro di tutto,delle mie intenzioni.Iniziai a sbottonare anche gli altri bottoni,mi ritrovai un bell' intimo blu scuro.Lei era convinta che nessuno poteva vederci ma quell' uomo si era posizionato in modo strategico.Io riuscivo solo a vedere la sagoma,allora iniziai a slacciarle il reggiseno e a levarmi i pantaloni e la camicia.Lei mi ripeteva che aveva paura e che era troppo esagerato farlo li in mezzo ad una pineta.Io non risposi neanche e iniziai a leccarle i capezzoli e il collo.Pero' volevo di più,volevo mostrare il mio trofeo a quell' uomo.Abbassai leggermente il finestrino e le tolsi il perizoma.Eravamo nudi in macchina,allora la sdraiai con la testa verso la mia portella senza pensarci le allargai le gambe per iniziare un rapporto orale.Lei inizialmente mi disse no dai qui no,non mi va,allora io le disse stai tranquilla qui non ci vede nessuno.Stavo dando il corpo di mia moglie completamente a quell' uomo,lei iniziò a genere,allora senza farmene accorgere abbassati un altro Po il finestrino.Leccavo con tanta foga,lei aveva gli occhi chiusi ma il respiro era affannato.Io in preda all' eccitamento le chiesi un qualcosa per me,lei mi guardò e senza dire nulla iniziò a praticarmi un rapporto orale.Era impacciata,si vedeva,allora le alzai i capelli.Lei leccava e mi accorsi che il tizio era in macchina ed aveva acceso una sigaretta.Ero al limite del piacere,volevo che quell' uomo entrasse li con noi.Lei si spostò dicendomi che era troppo.Si mise sopra di me e iniziò un lento movimento,ma la vedevo impacciata perché urtava le gambe vicino il cambio.eravamo sudati allora la spostai e la misi piegata verso il suo finestrino e iniziai a spingere.Lei vedevo che tratteneva i gemiti,ma le spinte erano così forti che si lasciava andare a dei lamenti.Ero sicuro che quell' uomo la stesse guardando e che sentisse i suoi gemiti.Lei stringeva forte il sedile per le botte violente,ero al culmine del piacere e volli esagerare,levai il mio membro e iniziai a leccare di nuovo.lei era girata,sentii dirle ma che fai,no li no,non voglio.Le stavo leccando il buco anale,passavo la lingua dalla vagina al buco anale.Lei mi diceva basta,Io ero impazzito non mi controllavo piu,la mia donna,la madre dei miei figli,la donna così seria e inibita la stavo trattando come una baldracca.Lei si giro' e quasi stizzita mi disse li non voglio,aveva tutto il sedere e la vagina piena di saliva e dei suoi umori.Si mise sopra di me e iniziò a spingere un Po più forte,la sentii ansimare e venne in un orgasmo peccato però trattenuto dalle mani.Io stavo per venire ma lei si spostò e venni aiutandomi con le mie mani.Volevo finire in bellezza,lei era sdraiata,presi il suo slip e lo passai leggermente vicino al mio sperma.nel rivestirci lei si accorse che era tutto bagnato lo slip ma lo mise lo stesso,pensavo in una situazione diversa.Mettemmo in moto e ce ne andammo.Quel suv era li ancora.In macchina non dicemmo una parola,aveva il rossetto tutto sbavato,il vestito tutto stroppicciato,i capelli tutti disfatti.Entrammo nell' ascensore e sentivo l odore del mio membro vicino la sua bocca,aveva il bottone della gonna slacciato tanto che si riusciva a vedere il blu dello slip.Quella sera mia moglie aveva fatto in qualcosa che in 20anni di matrimonio non aveva mai fatto ma la cosa che più mi aveva eccitato che un altro uomo aveva visto il corpo di mia moglie e che magari si fosse masturbato su di lei.Andammo a lei non dicendoci neanche una parola.Anche lei era consapevole che l avevo e si era fatta trattare come una prostituta pur essendo mia moglie..non so se a voi vi è mai successo e non so se dovrei sentirmi in colpa..

Questo racconto di è stato letto 8 2 3 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.