Erotici Racconti

Caro mi vecchietto 13

Scritto da , il 2017-06-19, genere gay

è notte e sono sul letto e penso come in 8 mesi la mia vita è cambiata da un uomo che ero adesso ero sdraiato accanto ad un uomo ,, il quale in fondo mi aveva avviato alla conoscenza del cazzo, e della mia personalità, volevo tornare indietro ma la voglia del cazzo era forte prima non ci pensavo adesso mi svegliavo con quella stra voglia dovevo decidere in fretta il prete non mi dava tempo x riflettere dovevo lasciare fabbri, non sapevo se scappare o parlare con lui, dal prete sarebbe stata dura x il mio culo, erano passati dei giorni il mio culo si era riposato l uomo di colore l avevo calmato con un sega e un doppio pompino, lui era andato via gurandomi di allargarmi il culo non sapendo che ci aveva pensato il prete,,mentre pensavo bussarono alla porta mi alzai andai ad aprire era il prete o no dissi no la prego,, non ti preoccupare non abbiamo tempo ma ti inculerò di certo in giornata, adesso vestiti andiamo a fare visita ad un anziano parroco,, lui deve farmi dei favori e cose centro io risposi, e lui disse cosa centri tu' e me lo domandi pure su vestiti e truccati a vedo che sei di nuova tutta depilata fabbri ti mantiene bene il porco, azz mi dissi io guarda chi parla,, su ti aspetto anzi no prima di andare vieni qui fammi una sega,, mi tirò a se alzò la tonaca e si fece segara con forza mmmmmmm su su prendi le palle su prendile tra le mani che belle le tue mani + delicate di quella di una donna mmmm anche le unghie colorate sei propio una zoccola aaaaahhhh mi sborrò subito tra le mani,,,vatti a lavare t aspetto usci con una mini nera con calze grigiem mi chiese sotto che hai, io senza dire niente mi girai e gli mostrai il perizoma nero e le mie belle natiche lui saltò letteralmente dallas edia nò non aspettp mi sfilò subuto il perizoma mi mise sulla tavola mi disse distenditi tutta + mi distendevo e + si allrgava il buco del culo lui andò in foia lo cacciò fuori mi prese x i fianchi e zac nel culo tutto dentro erano le 7 del mattino e mi trovavo un cazzo nel culo anzi in gola lui + affondava e + lo sentivo nella gola, ero stanco e quindi iniziai a muovermi a strusciare sul tavolo e andare incontro al cazzo con questo movimenro favorivo eicula

Questo racconto di è stato letto 1 2 7 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.