Erotici Racconti

Il vizio di guardare mia moglie 2

Scritto da , il 2017-01-11, genere esibizionismo

Salve a tutti,vorrei rispondere a Romeo dicendo che in questi giorni gli scriverò.In queste ultime settimane sono stato molto attento a i comportamenti di mia moglie Cinzia.Un giorno dopo pranzo ero sul divano a vedere la tv mentre lei era intenta con le faccende di casa,il suo cellulare era sul ripiano di un mobile,giusto per curiosità presi il suo cellulare e iniziai a leggere i suoi messaggi ma non trovai nulla,per caso andai su messenger,cioè la chitarra di Facebook,e sfogliando trovai un messaggio di mio cognato Sergio.Apri il messaggio e notai che dopo il 25 dicembre lui aveva mandato dei messaggi a Mi moglie,all inizio nulla di che ma su uno ce ne stava uno dove lui diceva che il 25 stava davvero bene e che nonostante i suoi 46 anni aveva un bel fisico e belle forme ma mia moglie non diede nessuna risposta. Poi lui continuò dicendo che salendo le scale aveva visto le sue gambea ma mia moglie fece solo una risataa nulla di più. Il fatto che mi fece pensare fu il fatto che lei non mi disse nulla che lui l avesse contattata.Misi il cellulare al suo posto e feci finta di nulla.Sergio,marito di mia sorella,da quel giorno forse avendola vista con quell intimo si era fatto strane fantasie.Però non nego che questo gioco perverso mi intrigava e non poco.Mia moglie o per vergogna o per paura nascondeva tutto.La sera del 31 decidemmo di vesteggiarlo a casa nostra e decisi di invitare i parenti a casa nostra.Sapevo che quella sera Sergio l avrebbe spogliata con gli occhi allora volevo che tutto fosse perfetto.Ritornai in quel negozio di intimo e comprai un perizoma rosso in seta e un altro paio di autoreggenti color carne.Il 31 pomeriggio tornai a casa e approfittando che i bimbi erano dai nonni le diedi la busta.Lei lo apri e disse ma basta amore,quanti soldi stai spendendo.Me li hai già comprati a natale.Dai é capodanno e il rosso porta fortuna.Ma queste calze?mi disse quando dovrei metterle?Io dissi stasera,e lei replicò dicendo ma che idee ti stai facendo?sono mamma disse,in questo periodo non ti sto capendo.Si mise a ridere e mi disse Vabb3 se ti far star bene le indosso.L avevo convinta e già il cuore impazziva dal piacere.Arrivò la sera e si preparò,si mise un vestito nero con i risvolti,uscì dal bagno tutto truccata ma non riuscì a vedere se sotto avesse l intimo da me regalato.Le calze erano quelle color carne ma ero curioso se avesse messo i reggicalze e il perizoma rosso.Arrivarono tutti e mio cognato iniziò a guardarla da sotto a sopra,iniziammo a mangiare,appena finiti andammo fuori in veranda a fumare mentre le nostre mogli si stavamo facendo foto con i bimbi.Appena rientrati ci chiesero di farci una foto di gruppo,nel.sistemarci mio cognato si mise quasi dietro a mia moglie affianco a mia sorella e nello abbracciarci notai che la sua mano si mise al suo fianco,quasi vicino l inguine.Nessuno poteva vederli perche erano avanti a me e lui nell abbracciarla aveva fatto scender la mano di proposito.Vidi mia moglie spostarsi con il.bacino,si giro' verso di me ma io feci finta di nulla.Mio cognato nel.casino piu totale aveva cercato il contatto con nia moglie.Io ero nervoso ma lo stesso tempo eccitato dal tutto.Una strana sensazione,ero curioso fino a dove lui si sarebbe spinto e lei cosa avrebbe fatto.Lui pero era molto attento e faceva finta di scherzare con mia moglie ma lei la vedevo molto divertita.Ci staccammo e noi maschietti andammo a giocare a carte e le donne a chiacchierare.Arrivo' la mezzanotte festeggiammo e dopo un oretta ognuno alle proprie case.I bambini presero subito sonno,e io e mia moglie rimettemmo a posto la casa.Lei entrò in bagno per lavarsi e struccarsi e appena si alzo' il vestito per levarsi le calze vidi che oltre le autoreggenti e lo slip rosso aveva i reggicalze.La guardai e le dissi come mai avesse messo pure i reggicalze e mi rispose che le piacevano.Io mi avvicinai e le sussurrai all orecchio.che stava proprio bene e che avesse un bel fisico.Le stesse parole del messaggio di Sergio,e lei mi disse che aveva sonno,io ero super eccitato,anche un po brillo come lei.Vi accicinai a lei e iniziai a baciarle il collo,lei si abbasso' il vestito e in silenzio mi disse ci sono i bambini.Io le dissi dormono i bimbi,le alzai il vestito e iniziai a spingere ila mio Pene verso il suo gluteo,lei cercava di staccarmi ma io misi un po di forza e con una mano le tenevo le mani e con l altro le spostai le mutandine.Tremavo e il mio cuore batteva forte ma le dissi che avevo visto Sergio che le toccava l.inguine.Lei mi disse ma che dici ma io le dissi che ero sicuro.dai se mi dici la verità non mi arrabbio le dissi,e lei quasi balbettando mi disse ha cercato di toccarmi l.inguine ma mi sono spostata,credimi.Io diventai rosso dal piacere e dalla rabbia.le feci appoggiare le mani sul.lavandino e con la mano iniziai a masturbarla.Lei come sempre era a occhi chiusi ma questa volta volevo di più,le dissi che secondo me Sergio le piaceva e che la desiderava.Lei mi disse che non poteva essere possibile,ma io in prenda al piacere le abbassai lo slip .La girai verso di me e mi inventai che avevo visto Sergio che le avevo spiato tra le gambe quando era seduta sul divano,e che lo aveva visto poi andare in camera nostra da letto e prendere un suo slip.Lei era senza parole,io aumentai la dose e le dissi che Sergio voleva il suo corpo.LEI era diventata rossa non so se dal piacere o dalla vergogna.Io non riuscivo più a resistere,la piegai e le introdusi il.mio Pene nella.sua intimità,facevo più forte che potevo,sentivo i suoi lamenti,i suoi gomiti.Nella preda del piacere non mi controllavo più e le disse che a lei piaceva vestirsi così per farsi guardare,ma il culmine lo raggiunsi quando lei sempre piegata le leccai il buco dell ano.Lei si girò stupita e io fu li che le chiesi di leccarmi il cazzo.prima di allora non era mai successo,lei mi guardò abbasso' gli occhi si mise in ginocchio e inizio' a leccarsi. Io ero di pietra,mai successo,si vedeva che era un po imbranata ma leccava tanto.Io le tenevo la testa e i capelli e nel pieno del.piacere le domandai se volesse che al posto del mio cazzo ci fosse stato quello di un altro,fece solo un sospiro,io pensavo si arrabbiasse,e continuò.Io volevo domandarle se volesse il cazzo di Sergio ma l avevo capito.Allora l alzai e la piegai di nuovo e io mi piegai per leccarle Fica e culetto.Lei era rimasta in autoreggenti,stavo per penetrarla di nuovo che sentivo mio figlio che piangeva.Lei si rimise subito apposto ed uscii.Io rimasi li tutto eccitato ma quella sera rimasi perplesso perché non mi sarei mai aspettato mia moglie cosi,quasi da prostituta e con dubbio che desidera un altro uomo e magari vogliosa di essere desiderata da altri.Non so se a voi é mai successo.

Questo racconto di è stato letto 5 8 2 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.