Erotici Racconti

Voglia

Scritto da , il 2017-01-08, genere dominazione

Sono nel letto…sono le 3:50 del mattino, e io, continuo a pensare ai vostri ordini…alle vostre richieste…alle sessioni…c’ è poco da fare, ho voglia! Cazzo se ho voglia! La giornata appena trascorsa, di certo non aiuta…tutto, nella giornata, ma proprio tutto, ha contribuito ad aumentare la mia voglia…
Questa, era una giornata tra donne…e stamattina, mentre facevamo colazione, sono partiti i discorsi piccanti su libri erotici e cose bdsm…ed io, morivo dalla voglia di poter parlare liberamente, poter dire esattamente cosa si prova, durante una sessione….spiegare che queste cose, finché non si provano, non si può capire cosa si prova…che non sono cose da pazzi o squilibrati, ma semplicemente, un altro modo di godere…e che modo!! Ma non potevo, mi sono dovuta trattenere e restare sul vago…intanto, massaggiavo con lei…la mia compagna di avventura…e facevo fatica a restare seria…come al solito ci siamo mandate un sacco di adesivi stupidissimi…entrambe, lei più di me, impazienti che quel momento arrivasse…sentire la suoneria del telefono, che avvisava l arrivo di un vostro messaggio…ma questo, ha tardato ad arrivare, come più tardi avremmo scoperto…
Fattosta , che la mia voglia, già di prima mattina era tanta…durante quei discorsi, non riuscivo a fare a meno di pensare alle sessioni e di riviverle nella mia testa…i brividi, i gemiti…il piacere, la frustrazione per non poter venire senza il vostro permesso…la sensazione di sottomissione e di appartenenza …il godimento…e la mia voglia aumentava sempre di più ….
Sono andata al lavoro, quelle 3 ore sono volate…e per un po, sono riuscita a non pensare a queste cose…anche se, appena finito, la prima cosa che ho fatto…è stata vedere se c’ erano dei messaggi , vostri e della mia compagna di avventura….sblocco il telefono…e vedo che sullo schermo c’ è l’ icona della chat…come al solito, il cuore inizia a battere per l’ agitazione…e quei secondi che trascorrono all’ apertura della conversazione , sembrano eterni…l’ eccitazione si risveglia e torna, come se fosse stata messa in stand by, come prima…a bussare, a scaldare la mia figa…. Il messaggio si apre e leggo… è il vostro, e vi scusate con entrambe, dicendo che oggi non sarete presente, perché avete l’ influenza.
Mi rattristo un po…mi dispiace…accidenti, non ci voleva! Digito la mia risposta…vi dico che mi dispiace, di riposare e di riprendervi ...la barra delle notifiche, mi avverte, che ho ricevuto un messaggio anche dalla mia compagna di avventura. Leggo…anche lei è triste per questa cosa…iniziamo a scriverci e come al solito, dico addio alla mia serietà…con lei, è impossibile non ridere…iniziamo a mandarci adesivi come due 15enni impazzite…gli racconto la mia giornata, fino a quel momento, e lei fa uguale…
Sono tornata dalle mia amiche…ci siamo preparate per uscire a cena…stasera, serata tra donne…in queste ore, la voglia rimane latente…so che è lì, in agguato, pronta a tornare a torturarmi…si esatto, è una tortura…perché non mi è permesso venire, senza il vostro permesso…e visto che sono già stata punita, due volte, per aver disobbedito a questa regola…beh, direi che non mi va di farlo ancora…e poi, essendo fuori casa, mi sarebbe impossibile soddisfarla…
Nel frattempo, continuo a sentirmi con lei…entrambe, concordiamo che siamo come due tossiche, in astinenza di dose…si, esatto, avete capito bene…questo è l’ effetto che ci fate…come una droga…e che questa pausa forzata, non ci farà altro che bene…ci farà disintossicare e apprezzare di più, la prossima sessione…ovviamente, tutto ciò, c’è lo diciamo con il nostro solito modo…con un milione di adesivi e smile…sono piegata in due dal ridere…le mie amiche non capiscono che cazzo ciò…continua a guadare il telefono e a ridere come na pazza…
Tra una risata e l altra sono riuscita a prepararmi…e nel farlo, mi sono accorta, che ho ridotto le mutandine uno schifo…i miei umori si vedono chiaramente…istintivamente, penso a uno dei primi ordini che mi avete dato…”quando interagisci con me, non dovrai portare salvaslip…si deve vedere, quando e quanto sei eccitata, chiaro?” un sorriso si dipinge sulla mia faccia…e la voglia pulsa…non sapendo mai, quando interagiremo…praticamente, sono sempre senza…e riduco le mutandine un macello…
Ora sono al ristorante…ceniamo, io che ogni tre x due mi metto a ridere…e i nostri discorsi, tornano ancora lì…cazzo! La voglia torna, sempre più insistente…mi ritrovo a parlare di palline vaginali e plug anali…di capezzoli strizzati e di dolore che si trasforma in piacere…aiuto! Se continua così, va a finire che vengo senza fare nulla…ma ancora non so cosa mi aspetta nel dopo cena…
Dopo aver mangiato come un bue, torniamo a casa e decidiamo di guardarci un film…e che film mai potremmo guardare?! Beh ovvio…”magic mike XXL “ (film su spogliarellisti fighissimi che fanno spettacoli hot nei locali)giusto perché non ero abbastanza eccitata…a farlo apposta non ci saremo mai riuscite…come ho già detto, oggi, tutto fa si che la mia voglia aumenti …ma ancora non è finita…
Nel frattempo sto continuando a massaggiare con lei…”Ma come Cazzo fai a venire a me si è inchiodata altre 3 volte?” “ma come??A me si inchioda lo squinting! Ci completiamo! Hahaha”….” Ho squirtato 11 volte…ma senza venire” “ cazzo, hai una resistenza assurda…io sarei gia venuta alla 3 volta!hahaha” “ tutto autocontrollo “…fattosta, che tra il film è i messaggi, sto colando a 90...
Finalmente il film finisce…facciamo un po di zapping e poi ci fermiamo su un film che ci ispira…e, ovviamente , anche qui, ci sono cose che mi fanno venire voglia…ma una soprattutto…ci sono i due protagonisti, che abitano distanti, e provano a fare sesso per telefono , lui gli chiede com’ è vestita lei…e lei gli risponde con delle fantasie…poi lui gli dice di toccarsi, e lei si tocca il naso…insomma qui è stato messo giù in modo stupido per far ridere…ma io...ho scoperto, che si può fare veramente…che si può godere in questo modo…io stessa fino a poco tempo fa, non avrei mai immaginato una cosa del genere…farmi guidare dai vostri ordini…è bellissimo, mi fa sentire sottomessa…. Rido…ma dentro di me, sto pensando a quelle telefonate, imbarazzanti...che mi mettono agitazione e un po di ansia..ma che alla fine, mi hanno eccitato e fatto godere…. È l 1 e decidiamo di andare a letto…ma io, ho voglia e non riesco a dormire…Dopo un po, mi sveglio e decido di mettermi a scrivere…ed eccomi qui..a raccontarvi la mia giornata…sono le 5:52 e tra pochi minuti, suonerà la sveglia per andare al lavoro…e io, ho dormito 4 ore, più o meno…ho ancora più voglia di prima…ma resisterò..sarà una giornata lunga e pesante…oltre tutto, perché al lavoro, sarò con una certa persona…e so che questo non farà altro che aumentare la mia voglia…ma da brava sottomessa, o almeno, sto provando, e imparando, ad esserlo, resisterò…non farò nulla per soddisfare questa voglia, e aspetterò la prossima sessione, per poter chiedere il permesso di godere, e dare sfogo alla sottomessa che è in me…
Devo ringraziare la mia Signora per tutto ciò…se lei non mi avesse spronato a scrivere…ora, non sarei qui…
S.emma

Questo racconto di è stato letto 4 1 1 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.