L'amore ha la forma dei piedi

Scritto da , il 2015-09-14, genere feticismo

Premessa: la vicenda è reale, giurin giurello..

Stamattina è ricominciata la scuola per molti studenti e per me è iniziata appunto oggi. Frequento il 5 anno di ragioneria, ho 18 anni, sono alto circa 180cm e ho un fisico asciutto e un po' palestrato (non eccessivo), ho i capelli castani e gli occhi verdi. E inoltre c'è da dire che sono un feticista.
La mia classe è composta da 19 persone, in prevalenza ragazze e abbastanza carine ma ce ne sono 5 che sono veramente fighe e l'episodio che vorrei condividere è successo con una di loro.

Sarà che ho un bel fisico e sarà che ho un bello sguardo, fatto sta che le ragazze non mi mancano e ogni tanto ne "acchiappo" qualcuna figa, come mi è successo oggi.

Sono seduto in terza fila di fianco alla finestra, da parte ho una ragazza abbastanza carina, Giulia e dietro ci sono due delle cinque fighe che ho in classe: Martina e Eleonora. L'episodio è successo con Eleonora. Oggi indossava una magliettina a maniche corte bordò, leggins neri e ai piedi calzava delle Sneakers (tipo mocassini) primaverili.

Ero seduto tranquillo e mi stavo quasi addormentando quando sento qualcosa che mi spinge sulla schiena. D'istinto mi giro e vedo Eleonora e Martina che ridono e alla mia domanda:"perchè ridete? ho fatto qualcosa di strano?" Ele risponde:"nono assolutamente e scusa se ti ho spinto, non volevo ma stavo muovendo un po' la gamba..". Mi rigiro. Passano un po' di minuti e sento nuovamente spingere. Mi rigiro e chiedo:"ti si è addormentata la gamba o stai provando a tenermi sveglio?" e ridemmo. Mi girai nuovamente. Passano altri minuti e stavolta alla mia sinistra vedo spuntare la gamba di Eleonora. Guardo il piede e comincio a eccitarmi. Mi giro, la osservo e mi sorride e le dico:"belle le scarpe, nuove?" lei:"grazie.." e mi rigiro nuovamente. Nel frattempo il suo piedino era sempre sotto i miei occhi, era vicinissimo a me e la cosa mi eccitò parecchio. Ricevo un messaggio su Whatsapp, era lei e mi chiedeva di toglierle la scarpa e di massaggiarle il piede. Non potete immaginare le sensazioni che ho provato: dalla vergogna all'eccitazione. Rispondo al messaggio:"ma allora sai che mi piacciono, come fai a saperlo?" e lei mi risponde:"ho capito subito da come mi guardi il piede" io:"non ti sfugge nulla.." lei:"no..comunque se vuoi il mio piedino è lì che aspetta di essere massaggiato..". Non risposi più ai messaggi di Whatsapp e cercando di non farmi vedere dagli altri miei compagni e dal prof, lentamente e delicatamente le sfilo la scarpa sinistra. Inutile dire che ero in uno stato di eccitazione mostruoso con un'erezione altrettanto mostruosa. Ha un piedino veramente eccezionale, liscio, morbido, con un bell'arco, chiaro (lei è chiara di pelle) e senza smalto. Era molto curato e profumato e non appena le tolsi la scarpa quel profumino mi invase le narici. Senza dare troppo nell'occhio cominciai un bel massaggio ma con la sola mano sinistra. Dopo un po' le scrissi:"hai davvero un gran bel piede, mi piace molto. Che numero è?" lei:"grazie per il complimento. 40" io:"sexy ed eccitante". Nel frattempo continuavo a massaggiare quel piedino delizioso. Lei mi scrisse:"cosa ci faresti con i miei piedini?" io:"sicura che vuoi saperlo?" lei:"si, fammi eccitare" io:"te li bacerei e leccherei tutti, ti leccherei le piante e il tallone, ti succhierei ogni singolo dito e ti bacerei tutto il collo." lei:"wow..eccitante..vorrei provare a farmeli leccare" io, incredulo e eccitato:"quando vuoi ahahah". E intanto continuavo eccitato a palla a massaggiare quel piedino fatato. Suona la campanella dell'intervallo e molto a malincuore devo lasciare quel piedino. Eleonora rapida lo rinfila nella scarpa e mi dice:"non abbiamo finito, seguimi". La seguo andiamo nel parcheggio della scuola per fumare una sigaretta (io non fumo ma lei sì), finita la sigaretta saliamo sulla mia macchina (ho la patente da due mesi) e mi dice:"sei stato fantastico prima, è bello farsi massaggiare i piedi da te" e le sorrido e le dico:"prima hai detto che non abbiamo finito, cos'hai in mente?" lei, togliendosi entrambe le scarpe e mostrandomi due piedini nudi (numero 40) perfetti mi dice:"vorrei ricambiare il favore e farti venire, però non puoi venirmi sui piedi perchè poi capirebbero tutti ma però puoi venirmi nelle scarpe. Ci stai?". Ovviamente accettai entusiasta, incredulo e eccitato. Mi calai pantaloni e boxer ed estrassi una bella mazza da 22cm completamente in tiro. Dapprima Ele mi fa qualche sega con le mani, poi mi fa un bel pompino e infine mi mette i piedini in faccia e mi ordina di fare le cose che le avevo scritto su Whatsapp mentre mi segava con le mani. Sniffavo quei piedini e devo dire che ho provato un mix di emozioni indescrivibili che non so come spiegare, e poi il fatto di avere una sua manina che mi lavorava il pisello..WOWWWWWW!!!!!! Nel giro di qualche minuto da sotto le sue bellissime piante dei piedini dissi:"sto per venire..aaaa..vengooo..vengoooo" e lei prontamente posiziona la scarpa sinistra in modo da far entrare più sborra possibile. Finito di sborrare me lo prende nuovamente in bocca pulendomi bene la cappella e soddisfatta si rimette le scarpe e dice:"ah però..non pensavo fosse così bello camminare con la sborra sotto i piedi, è un po' strano perchè sento il piede bagnato e lo sento che scivola ed è come se perdo la scarpa." Mi eccitai di nuovo.

Che voi ci crediate o meno questa è una storia vera, ovviamente le prove non posso fornirvele, ma vi do la mia parola e io, per principio e correttezza, non sono abituato a dire bugie o inventare favole.

Questo racconto di è stato letto 4 3 9 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.