Racconti erotici, storie eccitanti, letteratura a sfondo sessuale e narrativa a luci rosse per adulti italiana completamente gratuita.
Franca mia suocera è uno dei più eccitanti ed erotici racconti per adulti nel mondo della narratva a luci rosse, delle fantasie osé, delle confessioni e delle storie di sesso
erotici racconti logo del sito di storie a sfondo sessuale

Franca mia suocera
data racconti erotici 2013-05-01 16:29:25

genere: categoria racconti erotici incesti

Franca dalla prima volta che l’ho vista mi ha fatto subito sesso, la incontrai la prima colta 5 anni fa… frequentavamo la stessa palestra, ogni volta quando mi era vicina a fare gli esercizi e potevo sentire il suo odore di donna impazzivo dalla voglia di scoparla, potete immaginare quante seghe mi sono dovuto fare per calmare le mie voglie, oh… quante sborrate gli ho dedicate…..
Franca ha oggi 50 anni ma vi assicuro che è una gran fica…. ve la descrivo… alta 170 cm, occhi verdi, capelli neri, una terza abbondante di seno, un culo da sballo…..
Non mi sono ancora presentato io mi chiamo Mario ho 30 anni, sposato con Francesca da 3 anni la figlia di Franca, potete dire classico si invaghisce della madre e sposa la figlia per starle vicino, voi non potete immaginare quanta sofferenza in me tutte le volte che andiamo a casa di mia suocera con mia moglie, vedere quella gran fica di mia suocera girarmi intorno….. sentire il suo odore…. sentire il bisogno di spiarla in certe situazioni per guardarle le cosce…. gettare l’occhio nelle sue scollature generose per vederle il seno…. alcune volte spiandola dal buco della serratura del bagno…. altre ancora quando seduta sul divano lascia vedere inavvertitamente le sue mutandine…. se sapesse mia moglie quante volte mi sono scaricato le palle dentro di lei immaginando di essere tra le cosce di sua madre….. ed in una di queste occasioni l’ho messa incinta… questa sua gravidanza l’hanno portata 2 anni fa a ricoverarsi per un mese in ospedale altrimenti era a rischio di aborto… mia moglie mi propose per il periodo della sua degenza di andare a stare a casa di sua madre decisione che prese insieme a mia suocera…. ero triste e preoccupato per mia moglie ma andare a stare a casa di Franca mi faceva sognare…
Le mie giornate lavorative le passavo pensando a quando sarei tornato a casa la sera, a quando avrei potuto stare vicino a Franca…. bearmi del suo corpo…. eccitarmi col suo odore…. nei primi dieci giorni credo e non esagero di essermi fatto almeno 15 seghe pensando a mia suocera, pensando alle sue cosce… al suo culo… ai suoi seni… alla sua fica…
Accadde poi una sera, mia suocera come al solito andò in bagno a fare la doccia prima di cenare, uscita lei dal bagno entrai io il mio sguardo appena fui dentro si soffermò sul cesto della biancheria sporca, che stranamente mia suocera aveva lasciato aperto e in bella mostra sopra ad altri indumenti si vedevano le sue mutandine quelle che sicuramente aveva appena tolto… il sangue mi sali in testa e il cazzo nei pantaloni… non resistetti alla tentazione… le presi e le portai al naso per sentire l’odore… l’odore della fica di mia suocera… non resistetti abbassai i pantaloni e le mutande mi sedetti sul water e inizia a spararmi una sega… improvvisamente mentre ero li per li per sborrare si spalancò la porta del bagno e ne irruppe Franca…
“Mario che fai… la cena e pronta… ma… ma.. che fai!!!!”
“Ma sei un porco guarda te cosa devo vedere… ma che stai facendo… quelle sono le mie mutandine sei un porco….”
Cercai di coprirmi di nascondere l’evidenza ma non era possibile….
“Scusa Franca… non volevo… non è come tu pensi…”
Restò muta per alcuni istanti continuando a guardarmi… poi mi prese per mano e mi condusse in camera da letto… iniziò a spogliarsi guardandomi fisso negli occhi senza dire nulla… tolse la camicetta… tolse la gonna facendola scivolare lungo le cosce… rimando in reggiseno e mutandine… stavo sudando e non so di che colore era il mio viso mentre ero con lo sguardo fisso tra le sue gambe a guardare quel meraviglioso cespuglio di peli neri che coprivano la sua fica e che le sue mutandine trasparenti lasciavano intravedere… tolse il reggiseno che lasciò cadere a terra facendo saltare fuori due seni bellissimi che nonostante non fosse più una ventenne si reggevano meravigliosamente dritti con due ciliegie a posto dei capezzoli… stavo impazzendo il cazzo mi faceva male tanto era in tiro e le palle mi stavano scoppiando… ma non riuscivo a dire nulla e neanche a muovere un passo… abbasso le mutandine le sfilò e sempre guardandomi negli occhi si distese sul letto ritrasse le gambe all’indietro e spalancò le cosce mostrandomi quel paradiso che si ritrovava tra le gambe… due petali di carne sbocciavano tra quel cespuglio di peli neri… stavo svenendo…
“Mario dai vieni… non ti piaccio così…”
Mi misi in ginocchio tra le sue gambe e finalmente sentii in tutta totalità l’odore di femmina che dava la fica di mia suocera… iniziai a leccargliela a succhiarle le labbra carnose della fica e il clito… mentre Franca mi teneva la testa spingendola contra la sua fica stringendo le gambe… mugolando e muovendo il bacino per il piacere che le stavo dando…
“Mhuuuuuuu… siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…cosiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… non ti fermareeeeeeeeeeeee dai lecca la fica di tua suocera fammi venireeeeeeeeeeee…”
“Dammi il cazzo Mario… voglio il tuo cazzo dentro di me… dammelo ti prego non resisto più…”
Mi sollevò per i fianchi e aprendo le gambe mi fece distendere su di lei baciandomi appassionatamente infilandomi la lingua in bocca io contraccambia intrecciando la mia lingua con la sua… mentre con una mano prese il mio cazzo scappellandolo e facendolo poi scivolare sulle labbra vaginali fino all’entrata della
sua fica…
“Dai… dai Mario mettimelo dentro…”
“Dai che aspetti scopami… non vedi come ti desidero… scopa tua suocera…”
Con un colpo di reni deciso gli infilai il cazzo dentro la fica e con un secondo ancora più deciso glielo spinsi tutto dentro fino alle palle…
“Siiiiiiiiiiii… siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… com’è grosso mi stai riempendo tutta … dai sbattimi… fammi sentire una troia… dai si cosiiiiiiiiiiiiiii sono la tua troia… siiiiiiiiiiiiiiiiiii… rompimi tutta la fica…”
“Franca che fica calda che hai… e come sei stretta… mhuuuuuuuuuuuu…”
“Ti piace la fica di tua suocera… sei un porco… sbattimi daiiiiiiiiiiiiiiiiiii… non ti fermare… fammi venire…”
La stavo sbattendo con forza come lei voleva ma mi resi conto che non sarei durato molto così facendo… mi dovetti fermare più di una volta per non venire prima che lei godesse…
“Dai non ti fermare scopami… sbattimi… sfondami la fica…”
“Si cosiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… vengo… Mario vengooooooooooooooooo…”
Dieti anch’io ancora una decina di colpi nella sua fica e poi a fatica lo sfilai da quel paradiso per riversarle sulla pancia tutto il mio piacere…
“Ma perché sei uscito… potevi venirmi dentro… non rimango incinta…”
“Non lo sapevo ma é stato comunque bellissimo Franca scoparti… sei veramente una gran fica… no tua figlia!!!...”
“Vorresti farmi credere che ti piace più la mia fica che quella di mia figlia!?!...”
“Bhe se devo essere sincero si… sapessi quante seghe mi sono fatto dedicandotele e quante volte ho scopato con tua figlia pensando di essere tra le tue gambe… nella tua fica…”
Non disse nulla mi abbraccio e ci baciammo a lungo e restammo così non so per quanto tempo… più tardi dopo che mi ero anch’io fatta la doccia e mi stavo avviando in camera mia per andare a dormire sentii mia suocera chiamarmi dalla sua camera da letto…
“Dai Mario vieni qui… vieni a dormire accanto a me!!!...”
Mi sembrava sempre più un sogno… mi distesi accanto a lei… ci baciammo ancora una volta poi ci dammo la buona notte e ci addormentammo…
La mattina seguente la sveglia suonò precisa alle 5,30 vidi mia suocera girata di schiena che dormiva beatamente… vedere li mia suocera accanto a me che dormiva… sentire il suo odore di femmina che piano piano che mi avvicinavo a lei si faceva più intenso mi portarono ad una eccitazione credo mai raggiunta prima… iniziai a baciarla sul collo poi dietro l’orecchia mentre il mio cazzo duro le premeva sul culo… ottenendo il risultato di svegliarla…
“uhm… Mario che fai… che ore sono…”
La baciai in bocca stringendola forte a me… lei con amore prese in mano il cazzo che ora le puntava sulla pancia iniziando a menarlo dolcemente…
“Ma che bel pisellone duro che sei…”
“Fatti scopare Franca… dammi la fica…”
Non disse nulla e mentre continuavamo a baciarci si tolse le mutandine e aprendo le gambe…
“Dai scopami… godi nella mia fica tesoro…”
Non me lo feci ripetere mi misi tra le sue gambe e mentre ci baciavamo incontrando le nostre lingue… presi il cazzo in mano lo scappellai facendolo scivolare sulle labbra della sua fica aperta spingendoglielo dentro con forza…
“Haiiiiiiiii… si dai sei dentro di me tesoro…”
“Si sbattimelo dentro così si dai non pensare al mio piacere…”
“Dai godimi dentro…”
“Sborrami dentro la fica… voglio sentire il tuo sperma schizzarmi dentro…”
“Si siiiiiiiiiiiiiiiiii che fica calda… si siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… vengoooooooooooooooooooooo…”
“Siiiiiiiiiii tesoro ti sento……. sborraaaaaaaaaaaaa… riempimi di sperma…”
Le schizzai dentro la fica tutto lo sperma che avevo nelle palle svuotandomi completamente…
Alcuni mesi più tardi mia suocera mi ha dato anche il culo (l’ho sverginata) li non lo aveva mai preso… questa però ve la racconto un’altra volta…

scritto da autore racconto erotico Roby x

racconto letto 10056 volte


Segnala abuso in questo racconto erotico
nick :
e-mail :
motivo :
Il colore del sangue?






commenti dei lettori al racconto erotico



Box delle utilità, spazio dei link veloci per gli ultimi racconti erotici inseriti, i racconti erotici più letti e più votati.

il racconto erotico più recente

Ultimo racconto erotico inserito:

Il playboy 10
scritto il: 2014-10-23 21:21:09



Ultimo racconto erotico votato:

Mamma ed Anna
genere: incesti

Buon divertimento e buona lettura a voi perversi e arrapati.
menu per condividere i racconti erotici

racconto erotico casuale

Per portare alla vostra attenzione racconti erotici che altrimenti non andreste a cercare, perché spesso il caso è molto più eccitante del semplice trovare.



Speriamo di aver soddisfatto tutte le vostre fantasie a luci rosse.
menu per accedere rapidamente ad un racconto casuale tra tutte le opere

condividi i racconti erotici

Puoi anche condividere un racconto erotico o una qualsiasi altra pagina del nostro sito semplicemente usando il tasto share che trovi qui sotto.
Se il racconto è piaciuto a te, piacerà anche ai tuoi amici, condividilo tramite tutti i più diffusi social network.

Bookmark and Share


Segnala su google la pagina, per diffondere racconti erotici di qualità.




newsletter

iscriviti alla newsletter di erotici racconti e potrai ricevere tutti gli aggiornamenti sui racconti erotici inseriti e sulle statistiche e gli apprezamenti sulle storie più eccitanti tramite una mail.

Speriamo di aver soddisfatto tutte le tue fantasie sessuali.