Racconti erotici, storie eccitanti, letteratura a sfondo sessuale e narrativa a luci rosse per adulti italiana completamente gratuita.
Marco e Sara è uno dei più eccitanti ed erotici racconti per adulti nel mondo della narratva a luci rosse, delle fantasie osé, delle confessioni e delle storie di sesso
erotici racconti logo del sito di storie a sfondo sessuale

Altri racconti erotici di Diabolik:

CLARA
genere saffico
scritto il 2012-07-17 16:59:41

Un incontro
genere saffico
scritto il 2012-03-05 15:40:12

Passione: (Claudia e Alberto vivono la loro passione travolgente)
genere incesti
scritto il 2011-06-13 13:18:01

Innamorarsi: (Claudia scopre il suo amore per Alberto)
genere incesti
scritto il 2011-03-22 15:11:33

Regalo di Natale
genere etero
scritto il 2011-01-25 17:23:59

Sogno di una notte di mezza estate
genere incesti
scritto il 2010-11-30 17:21:19

Agnese la forza della scoperta
genere saffico
scritto il 2010-10-21 11:46:49

Roberta
genere saffico
scritto il 2010-10-18 12:40:00

Regalo di Compleanno 4
genere etero
scritto il 2010-10-14 12:45:46

Regalo di Compleanno 3
genere etero
scritto il 2010-10-11 16:59:46

Regalo di compleanno 2
genere etero
scritto il 2010-10-08 10:18:52

Regalo di compleanno
genere etero
scritto il 2010-10-07 11:48:33

Giselle
genere incesti
scritto il 2010-09-29 13:18:39

Giada, da... a....
genere dominazione
scritto il 2010-09-24 14:44:32

Lara 2 Il ritorno momentaneo della troia
genere incesti
scritto il 2010-09-09 19:48:46

Lara 1
genere incesti
scritto il 2010-09-01 15:26:19

Porca Zia 3 La riscossa della grande troia
genere incesti
scritto il 2010-08-31 19:54:07

Porca Zia 2
genere incesti
scritto il 2010-08-27 18:34:08

Porca zia
genere incesti
scritto il 2010-08-26 20:10:05




Marco e Sara
data racconti erotici 2010-09-13 20:12:51

genere: categoria racconti erotici incesti

Incesto, che parolone, indica una cosa sporca, una cosa che fa schifo. Mi ha sempre fatto pensare alla sporca libidine di un genitore pervertito, invece…



Ho 25 anni mi chiamo Giorgio e mia mamma si chiama Sara e ne ha 45. All'epoca dei fatti io avevo 23 anni e mia madre 43.



Mi farebbe piacere che voi conosceste mia madre, lei è nata a Mantova 45 anni fa, è alta circa 175 cm, castana, capelli lunghi fin sotto le spalle mossi, occhi verdi, una terza molto abbondante di reggiseno e una seconda di mutandine. indossa sempre gonne attillate e scarpe con il tacco molto alto, lei dice che lo fa perché mio padre era più di 190 cm ed io sto più o meno su quell'altezza, e lei non vuole sfigurare, ma in realtà lo fa per civetteria. Il suo seno è sodo e pieno ed è bellissimo.

Io, come ho detto prima, sono alto circa 190 cm ho gli occhi verdi come mia madre e i capelli corti e neri come mio padre, ho un fisico asciutto e pieno di muscoli, madellato da anni di palestra.



Mio padre e mia madre vissero felici fino al giorno in cui mio padre non morì travolto da una macchina guidata da un drogato, nei giorni in cui papà era in ospedale tra la vita e la morte e nel periodo successivo alla sua morte vidi mia mamma lentamente sfiorire, fino ad un giorno in cui le cose cominciarono a cambiare. Quando mio padre era vivo non era nemmeno immaginabile poter guardare mamma con occhi non più che casti, lei era irragiungibile.



Un giorno mamma era a letto che riposava ed io decisi di spararmi un bel pornazzo giusto per scaricare la tensione, mi ero da poco lasciato con la mia ragazza di allora e per un ragazzo passare dalle 2/3 scopate al giorno allo zero assoluto era veramente un dramma, e mentre mi masturbavo ebbi un violento orgasmo, che mi lasciò per alcuni secondi senza energie, mia madre mi vide, li per li non mi disse assolutamente nulla ma in qualche modo intravvidi dei cambiamenti nel suo modo di fare e di essere. Mamma ricominciò a vestirsi in modo provocante, come quando c'era papà, si truccava e non perdeva occasione per informarsi della mia vita sessuale.

All'inizio non ci feci nemmeno caso, ma le cose per me cambiarono una sera che tornai dalla palestra come sempre verso le 20,30, mamma uscì dal bagno dopo la doccia completamentee nuda e mi chiese senza mezzi termini come la trovavo. Non dissi una parola ed entrai in bagno. Uscito dalla doccia era già pronto in tavola, avevo molta fame e li per li non mi accorsi che mamma non indossava per nulla biancheria intima (né reggiseno, né mutandine), quando me ne accorsi chiesi a mamma se aspettava qualcuno, ma lei mi disse che anche lei era una donna e che voleva sentirsi desiderabile come da giovane. Quella notte sognai mia mamma nuda che mi ammiccava, la mattina uscii molto presto non la volevo incontrare, la chiamai per dirle che il weekend sarei stato fuori e che sarei rientrato in nottata a casa pronto per l'università. Mi appostai sotto casa e quando la vidi uscire entrai in casa per farmi il borsone e partire, mi aspettava un fine settimana all'insegna dello sbrago più totale, non volevo fare nulla, ma soprattutto non volevo pensare. Non mi vergognavo, ma ero dannatamente turbato e si nel mio cervello di scopatore incallito in astinenza comparve il desiderioo di fottermi mia madre.



La domenica sera tornai a casa quando mia madre già dormiva o così speravo, entrai passai la zona giorno ed entrai nella parte più privata della casa, e li c'era mia mamma che aveva lasciato la porta della sua camera da letto completamenta aperta (mamma chiudeva sempre la porta, voleva e dava a me da sempre la più completa privacy) sdraiata a letto nuda, vederla e ritrovarsi col cazzo duro fu tutto uno. Me ne accorsi e questa volta non resistetti, andai in camera mia, nel mio bagno e mi segai com un folle, ma poco prima di venirmi in mano lei entrò e con voce sensuale mi disse: "ti masturbi pensando a quella gnocca della tua mammina è vero porcellino?", io la guardai e le dissi: "mamma sei veramente una grandissima gnocca e si stavo venendo avendo davanti agli occhi la tua immagine nuda sul letto" lei mi disse che era inutile e controproducente sprecare tanto sperma si inginocchiò e mi prese in mano il cazzo che era sempre più duro e poi lo inghiottì facendomi un mega pompino con tanto di succhio, impazzivo, ad un certo momento che non so dopo quanto venne le urlai: " sto per venirti in bocca!!!!" e lei lasciò per un attimo l'uccello e mi disse: "dai tesoro sborrami in bocca amore mio TI DESIDERO!!!!!!!!!!!!!!!!". Le venni in bocca lei inghiottì tutto il mio sperma, mi sedetti sul cesso e le chiesi scusa, lei mi guardò e mi disse, che nella vita certi treni passano una sola volta e che bisogna coglierli al volo. Mi chiese se io la desiderassi e prima che io potesso dire qualunque cosa mi disse che lei mi voleva con tutta se stessa, allora io le dissi che mi stava facendo drizzare il cazzo e che volevo chiavarla come si chiavano le troie, lei mi sussurrò all'orechio con la voce roca e rotta dal desiderio: "ho la fregna in fiamme chiavami, voglio essere la tua troia, ti amo come non ho amato mai nessuno, nemmeno tuo padre".

Andammo in camera mia la feci sdraiare a letto le sollevai le gambe, glile spalancai, e ed iniziai a fotterla come un toro, lei per eccitarmi, come se ce ne fosse stato bisogno, si stuzzicava i seni e si leccava i capezzoli, dopo che le regalai il primo orgasmo, la feci girare alla pecorina, le diedi due pacche sul culo e le schiaffai il cazzo in tiro dentro la fregna, le chiesi se prendeva la pillola, lei mi disse che aveva ricominciato da poco e le sussurrai in un orecchio: " ti riempio di sborra la fregna, mammina cara" le venni rantolandole nell'orecchio il mio desiderio animalesco. Crollammo li sul mio letto tutti imbrattati dai nostri umori e dormimmo abbraacciati.



La mattina dopo mi svegliai che era tardi non sarei andato all'università quel giorno, mamma non era li accanto a me e tra me e me pensai di aver sognato, ma sul cuscino c'erano dei suoi capelli ed ero tutto imbrattato di sperma e di succhi vaginali, venni tolto dai miei pensieri dalla calda voce di mamma che mi disse: "ti ho portato la colazione a letto amore mio, ora mangia, fatti la doccia e poi vieni di la così parliamo, io ho goduto come non mai questa notte,e non mi sento sporca, ma voglio che sia tu a deciderti, io accetterò ogni tua decisione.". Così feci.



Andato in sala da pranzo ero nudo e constatai che anche mamma lo era, la guardai e le dissi: "Ti amo anche io e non come dovrebbe fare un figlio, ti desidero, aver fatto l'amore con te ieri sera mi ha reso felice, non ti voglio perdere, ti amo e ti voglio". La baciai in bocca e rifacemmo l'amore per tutto il giorno.



Non mi sono ancora messo con nessun ragazza, ho chi mi soddifa e non è gelosa se guardo altre donne. SONO FELICE.



Incesto, che parolone, indica una cosa sporca, una cosa che fa schifo. Mi ha sempre fatto pensare alla sporca libidine di un genitore pervertito, invece…, invece se è fatto con amore e passione non c'è nulla di sporco almeno così è per me!!!!

scritto da autore racconto erotico Diabolik

racconto letto 6688 volte


Segnala abuso in questo racconto erotico
nick :
e-mail :
motivo :
Il colore dei denti?






commenti dei lettori al racconto erotico



Box delle utilità, spazio dei link veloci per gli ultimi racconti erotici inseriti, i racconti erotici più letti e più votati.

il racconto erotico più recente

Ultimo racconto erotico inserito:

Non ti svegliare nonno
scritto il: 2014-11-25 18:43:43

Buon divertimento e buona lettura a voi perversi e arrapati.
menu per condividere i racconti erotici

racconto erotico casuale

Per portare alla vostra attenzione racconti erotici che altrimenti non andreste a cercare, perché spesso il caso è molto più eccitante del semplice trovare.



Speriamo di aver soddisfatto tutte le vostre fantasie a luci rosse.
menu per accedere rapidamente ad un racconto casuale tra tutte le opere

condividi i racconti erotici

Puoi anche condividere un racconto erotico o una qualsiasi altra pagina del nostro sito semplicemente usando il tasto share che trovi qui sotto.
Se il racconto è piaciuto a te, piacerà anche ai tuoi amici, condividilo tramite tutti i più diffusi social network.

Bookmark and Share


Segnala su google la pagina, per diffondere racconti erotici di qualità.




newsletter

iscriviti alla newsletter di erotici racconti e potrai ricevere tutti gli aggiornamenti sui racconti erotici inseriti e sulle statistiche e gli apprezamenti sulle storie più eccitanti tramite una mail.

Speriamo di aver soddisfatto tutte le tue fantasie sessuali.